Come preparare una crema cicatrizzante

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Procurarsi dei piccoli tagli sulle dita delle mani rappresenta un qualcosa di abbastanza frequente, in particolar modo se si stanno maneggiando degli utensili molto affilati, quali ad esempio i coltelli oppure l'affettatrice della propria cucina. Nel caso in cui ci si dovesse tagliare, è anche importante sapere come preparare una crema cicatrizzante valida ed efficace. In questa guida andremo a vedere proprio questo.

25

Occorrente

  • una foglia di aloe vera
  • qualche goccia di olio essenziale di miele
  • un contenitore con coperchio
  • un cotton fioc o un dischetto di cotone
35

I tagli profondi sono trattati in modo differente da quelli superficiali

Per prima cosa, in caso di tagli è importante riconoscere se si tratta di una piccola lesione oppure se la ferita procurata è profonda. Nel caso in cui il taglio dovesse essere abbastanza profondo, il suggerimento è quello di recarsi il prima possibile nel pronto soccorso più vicino, oppure di chiamare l'ambulanza. Infatti, così facendo, il personale specializzato potrà curare il taglio nel minor tempo possibile ed accuratamente. Se il taglio dovesse essere superficiale, è invece possibile trattarlo in maniera completamente autonoma, utilizzando una valida crema cicatrizzante. Dopo aver lavato accuratamente il taglio, passando la zona interessata sotto l'acqua fredda del lavandino, è necessario tamponare la ferita mediante l'ausilio di un pezzo di stoffa oppure con un fazzoletto, fino a quando il sangue non smetterà di fuoriuscire il sangue. Una volta che il sangue avrà terminato di fuoriuscire, sarà finalmente possibile utilizzare la propria crema cicatrizzante.

45

Preparare la crema cicatrizzante, partendo da una grande foglia di aloe vera

Utilizzando una forbice oppure un coltello, è necessario tagliare a metà una foglia di grandi dimensioni di aloe vera. Successivamente, utilizzando un cucchiaino, è necessario estrarre il nettare di aloe vera, per poi metterlo all'interno di un piccolo contenitore in plastica. Il prossimo procedimento consiste nell'aggiungere, nel contenitore, anche qualche goccia di olio essenziale di miele, per poi mescolare i due ingredienti alla perfezione fino a quando non si avrà ottenuto una crema dalla consistenza vellutata ed omogenea. A questo punto, utilizzando un dito, occorre spalmare la crema alla perfezione sulla propria ferita. Se si desidera, per spalmare la crema nel migliore dei modi, è anche possibile utilizzare una piccola spatola di plastica. In alternativa si può anche utilizzare un cotton fioc oppure una spugnetta morbida. La crema di aloe vera è particolarmente efficace, dal momento che l'aloe stesso presenta delle proprietà cicatrizzanti ed anti-infiammatorie.

Continua la lettura
55

Quali sono le qualità dell'olio essenziale di miele ed altri prodotti alternativi

Per concludere, possiamo affermare che l'olio essenziale di miele è in grado di rendere la propria crema molto più buona e soprattutto particolarmente più profumata del solito. È possibile conservare la crema nel frigorifero per un massimo di 10 giorni, all'interno di un contenitore realizzato in plastica oppure in vetro, provvisto di un coperchio. Questa crema rappresenta l'ideale per essere spalmata anche sulla pecca secca oppure arrossata. Inoltre, una crema di questo tipo rinfresca e nutre in profondità la nostra epidermide. Se si ha l'intenzione di usare altri efficaci prodotti, in sostituzione all'olio essenziale di miele è possibile utilizzare l'olio essenziale di lavanda, oppure l'olio essenziale di bergamotto.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Come realizzare in casa una crema di canfora

Il fai da te è sempre più utilizzato in casa, sia per abbattere i costi di gestione familiare che per avere la soddisfazione di poter creare qualcosa di produttivo con le proprie mani. Non solo mobili, decorazioni ed arredi fatti in casa ma anche tanti...
Rimedi Naturali

Come fare la crema all'aloe vera

L'aloe vera è una pianta che appartiene alla famiglia delle liliacee. Esistono molte varietà di questa pianta, ma solo tre o quattro vantano delle proprietà salutari e medicinali. La più potente è rappresentata dall'Aloe Barbadensisi Miller, più...
Rimedi Naturali

Crema anticellulite bio fai da te

Se con l’avvicinarsi dell’estate provando i vari capi di abbigliamento notate che vi è della cellulite, allora è il caso di usare una crema che riesca ad assorbire e nel contempo faccia sparire le evidenti ed antiestetiche smagliature. In commercio...
Rimedi Naturali

Come realizzare una crema antizanzare

Come ogni anno, in estate arrivano puntuali le zanzare. Tra l'uomo e le zanzare esiste una lotta eterna: loro sempre pronte a pungerci e noi a prepararci al loro attacco. Questi piccoli e fastidiosissimi insetti sono attratti dal calore dei corpi, dal...
Rimedi Naturali

come preparare infusi, impacchi e tisane con l'achillea

L'achillea millefolium è una pianta erbacea con un fusto alto circa 50-60 cm, è stata chiamata millefoglie per le sue foglie 2.3 volte pennatosette, cioè che presentano frastagliature a lacinie strettissime. È una pianta ricca di olio essenziale,...
Rimedi Naturali

Come preparare il gel d'aloe vera

Tra le numerose piante che possiamo utilizzare per il nostro benessere, ce ne sono alcune molto valide che molto spesso vengono trascurate, ad esempio l'aloe vera. Il gel contenuto nelle foglie di aloe vera ha delle proprietà sorprendenti, riduce considerevolmente...
Rimedi Naturali

5 trucchi per usare l'argilla

L'argilla è un elemento della natura, che può essere considerato una vera e propria panacea perché sono molteplici i suoi poteri, noti sin dall'antichità, che hanno permesso all'uomo di utilizzarla per curare diversi disturbi. È una polvere miracolosa...
Rimedi Naturali

Come Preparare Una Tisana Contro Le Rughe E Le Macchie Della Pelle

Per mantenere sempre in perfetto stato il nostro aspetto fisico dovremo necessariamente curarlo in modo da riuscire a limitare gli effetti del tempo.Per fare ciò dovremo utilizzare costantemente vari tipi di prodotti che ci consentano di nutrire la nostra...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.