Come Preparare Un Decongestionante Nasale Con Acqua, Sale E Bicarbonato

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Nel periodo primaverile, solitamente caratterizzato dall'arrivo di un clima più mite e incerto, bisogna far fronte alle classiche allergie, sempre odiate dai più. Il cambiamento repentino del clima potrebbe infatti essere accompagnato dalla comparsa di sintomi comuni e fastidiosi come il naso chiuso, per questo urgono rimedi che consentano di alleviare queste problematiche, in modo tale da permetterci di poter godere al massimo della stagione, senza doverci preoccupare delle antipatiche congestioni nasali.
Un rimedio utile in questo caso consiste in una soluzione fisiologica sterile, efficace nel ridurre il gonfiore dei tessuti nasali infiammati e facilitare la respirazione.
In commercio esistono diversi prodotti adatti allo scopo, in gocce o spray, ma un rimedio altrettanto utile può essere quello di preparare una soluzione salina fatta in casa, in modo molto semplice e decisamente più economico.
In questa guida vi mostrerò come preparare un decongestionante nasale con acqua, sale e bicarbonato.

26

Occorrente

  • Acqua (si può utilizzare anche quella distillata, che risulta essere più leggera)
  • Bicarbonato di sodio
  • Sale da cucina
  • Flaconcino da 220 cl e nebulizzatore
36

Procedimento:

Come prima cosa iniziate facendo bollire circa mezzo litro di acqua in modo da renderla sterile ed eliminare così eventuali batteri che potrebbero essere dannosi per il vostro organismo. Proseguite sciogliendo nell'acqua mezzo cucchiaino di sale. Questo ingrediente è molto importante perché oltre a svolgere un'azione antibatterica porta alla riduzione della quantità di muco e sgonfia i tessuti nasali infiammati.
Aggiungete poi mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio, utile per rendere più fluido il composto e anch'esso dall'azione antibatterica.
Lasciate raffreddare il tutto fino a quando il vostro prodotto non sarà a temperatura ambiente. La soluzione del vostro congestionante naturale è pronta.

46

Somministrazione: suffumigi

Arrivati a questo punto dovrete proseguire scegliendo la modalità più consona alle vostre esigenze, per assumere la vostra soluzione salina nel modo che ritenete essere il migliore per voi.
Prendete come metro di giudizio l'intensità del fastidio che percepite e scegliete tra queste due diverse modalità.
Per ottenere un'azione più intensa ed efficace, dovrete respirare, con l'aiuto di un asciugamano posto sulla testa per non disperderne le proprietà, i vapori della soluzione in fase di cottura o appena bollita. Utilizzate una pentola abbastanza larga per agevolare l'inspirazione e fate attenzione che la fiamma sia bassa per non rischiare incidenti. Eventualmente potete spegnere il fuoco e respirare i fumi sempre con un panno sopra la testa per dieci minuti una volta che la soluzione è andata in ebollizione.

Continua la lettura
56

Somministrazione: spray

Alternativa decisamente più pratica consiste nell'inalare la soluzione direttamente nel naso, aiutandovi così a liberare il dotto nasale dal muco presente. Procuratevi una boccetta da 220 cl e un nebulizzatore adatto all'applicazione (andrà benissimo anche un contenitore riciclato da un prodotto spray precedente); fateli bollire per circa mezz'ora così da sterilizzare il tutto. Prima di inserire la soluzione all'interno del contenitore lasciatela riposare mezz'ora in modo che il sale e il bicarbonato in eccesso si depositino sul fondo. Una volta che il contenitore sarà ben raffreddato versate la soluzione all'interno.
Grazie alla facilità con la quale il prodotto può essere trasportato e assunto, potrete goderne a pieno degli effetti benefici, sia che voi siate in casa sia che siate in un parco o al lavoro. In ultima analisi, vorrei suggerirvi di approfondire la tematica trattata in questi tre passi della nostra guida attraverso altri articoli. In questo modo avrete l'opportunità di confrontare informazioni differenti tra loro. Vi consiglio, per esempio, di visionare questo articolo: http://www.greenme.it/vivere/salute-e-benessere/12223-naso-chiuso-decongestionanti-nasali.
Spero che questa guida su come preparare un decongestionante nasale con acqua, sale e bicarbonato vi sia utile. Buona guarigione!

,

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per un utilizzo efficace di questa soluzione è consigliabile agitare il prodotto ogni volta prima del suo utilizzo e vaporizzare la soluzione nelle narici più volte al giorno.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Come preparare una soluzione salina per la congestione nasale

Con l'arrivo dell'inverno e del freddo, si va incontro ai soliti malanni di stagione, a febbri e raffreddori. Fra i sintomi più fastidiosi troviamo sicuramente il naso congestionato. E benché questo fastidio sia davvero insopportabile per gli adulti,...
Salute

Come trattare le mucose irritate

I problemi di irritazione alle mucose, soprattutto quelle nasali, non sono mai chiari e pertanto possono provenire da numerosi fattori, che bisogna imparare a conoscere. La rinite nasale, ovvero l'infiammazione delle mucose nasali posso avere origini...
Salute

Come decongestionare il naso chiuso

Decongestionare il naso chiuso è un problema molto diffuso, poiché le cause scatenanti sono legate sia alla classica influenza invernale o ai cambi di stagione e all'allergia. Potremmo seguire vari metodi per risolvere questo problema, che a lungo andare...
Rimedi Naturali

Benefici dell'olio essenziale d'eucalipto

L'olio essenziale d'eucalipto si ottiene dalle foglie di Eucalyptus globolus, una pianta sempreverde originaria dell'Australia. Si utilizza come soluzione naturale contro il raffreddore e per liberare i bronchi. Dà benessere al corpo e stimola le sensazioni...
Rimedi Naturali

Come fare una tisana decongestionante

Chi non si infastidisce del raffreddore che, nel momento in cui sopraggiunge, toglie la tranquillità sia di giorno che di notte, perché determina sensazioni, spesso estenuanti, di naso chiuso e tosse e crea, conseguentemente alti affaticamenti respiratori,...
Rimedi Naturali

Come utilizzare l'eucalipto per il mal di gola

L'Eucalipto è molto famoso per la sua efficacia e la sua grande varietà di utilizzi. La pianta di eucalipto è originaria dell'Australia e ne esistono ben 600 specie da cui si ricavano 15 tipi di oli (ottenuti dalla distillazione delle foglie). È...
Salute

Come fare bene i lavaggi nasali

Il naso rappresenta una parte importantissima del nostro apparato respiratorio ed, in generale, del nostro corpo. Ci permette non solo di respirare, ma anche di godere dei profumi dell'ambiente che ci circonda. Inoltre, il naso permette di selezionare...
Rimedi Naturali

Ranuncolo bulboso: usi e proprietà curative

Il Ranuncolo bulboso o Ranunculus bulbousus, comunemente conosciuto come ranuncolo selvatico ed in alcune regioni definito come "rapa di Sant'Antonio, è una pianta erbacee appartenente alla famiglia delle Ranuncolacee. Si trova su tutto il territorio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.