Come preparare l'olio di arancio

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'olio essenziale di arancia è un valido rimedio naturale, ma vanta diverse proprietà a seconda del tipo di arance che si utilizzano durante la sua preparazione. Nello specifico, se si effettua l'estrazione dell'olio da arance dolci si otterrà un olio antistress e anti-fatica, utilissimo anche nel caso di affaticamento muscolare; se invece si utilizzano arance amare si otterrà un olio dal potere astringente da utilizzare per contrastare la ritenzione idrica e la cellulite. In ogni caso, la preparazione in casa dell'olio essenziale di arancio è possibile e non richiede molto tempo, motivo per cui molte persone si cimentano nelle operazioni di estrazione. Vediamo quindi come preparare l'olio di arancio.

27

Occorrente

  • 5 arance biologiche
  • 1 barattolo di vetro di medie dimensioni
  • Telo da cucina in lino (in alternativa cotone o garza sterile)
  • 1 vassoio traforato
  • Vodka
  • Bottiglia di vetro
  • Ciotola
37

La sbucciatura delle arance

Per preparare l'olio di arance avrete bisogno di circa 5 arance, possibilmente provenienti da agricoltura biologica. Per la preparazione vi serviranno solamente le scorze, per cui potrete utilizzare le arance per una spremuta per poi conservare le scorze fondamentali per l'estrazione dell'olio. Iniziate pelando le bucce delle arance, avendo cura di mantenere un po' della parte bianca della buccia stessa. Fatto ciò, tagliatele a cubetti o a striscioline e fatele essiccare completamente per circa 3 o 4 giorni. Per facilitare l'essiccazione utilizzate un vassoio traforato.

47

La preparazione dell'olio di arancio

Iniziate dunque a preparare l'olio di arancio versando le scorze in un vasetto di vetro di medie dimensioni. Scaldate la vodka a bagnomaria immergendo la bottiglia in un pentolino di acqua molto calda, dopodiché versatela nel barattolo cercando di ricoprire completamente le bucce d'arancia. La quantità sufficiente di vodka sarà quella necessaria a coprire le bucce, quindi non eccedete nel versare il liquido alcolico. A questo punto chiudete il barattolo e agitate per bene. La preparazione dovrà restare nel barattolo per circa una settimana, ma andrà agitata energicamente almeno 3 volte al giorno in modo da favorire l'estrazione dell'olio dalle bucce.

Continua la lettura
57

Gli ultimi accorgimenti

Trascorsa una settimana potrete finalmente procedere alla filtrazione. Usate un telo da cucina bianco, preferibilmente in lino a maglie sottili. Per questa operazione procuratevi una ciotola, sulla quale avrete adagiato in precedenza il telo, dopodiché procedete col versamento del contenuto della bottiglia. Sollevate il telo con le scorze e strizzate energicamente, e vedrete che nella ciotola resterà l'olio. A questo punto trasferite il liquido in una bottiglietta ma senza tapparla, poiché dovrete far evaporare l'alcol per almeno una settimana. Dopo questo periodo, all'interno della bottiglietta resterà soltanto l'olio di arancio che potrete trasferire in un'altra bottiglietta scura, la quale consentirà una migliore conservazione. Abbiamo terminato la nostra guida su come preparare l'olio di arancio. Per ulteriori informazioni consultate il link: https://www.greenme.it/consumare/cosmesi/11786-olio-essenziale-arancio-autoproduzione.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Nel caso in cui non foste particolarmente pratici in cucina, lasciatevi aiutare da una persona con più esperienza di voi in modo da non compromettere la preparazione dell'olio essenziale di arancio.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Come preparare alcuni infusi fitoterapici a base di arancio amaro

Gli agrumi sono un tipo di alimento che non dovrebbero mai mancare dalla nostra tavola.L'arancio amaro, detto anche melalongo, deriva da incroci di altre varietà di arancio. Rispetto agli altri tipi di agrumi ha un sapore molto intenso, e si distingue...
Rimedi Naturali

Arancio: proprietà e benefici

All'intero di questa guida, andremo a vedere nel dettaglio le proprietà ed i benefici apportati da un frutto unico: l'arancia. L’albero dell’arancio (nome scientifico Citrus sinensis) è uno degli agrumi più diffusi al mondo e offre molteplici...
Rimedi Naturali

Come interpretare l'arancio in sogno

I sogni sono da sempre oggetto di studio, teorie e disaccordi. Infatti gli scienziati li ritengono unicamente una reazione fisiologica, mentre psicologi e psichiatri ritengono debbano essere interpretati per comprendere meglio l'inconscio del paziente....
Rimedi Naturali

Come preparare l'olio di chiodi di garofano

Eccoci qui, pronti a proporvi un'utile ed anche molto interessante guida, mediante la quale, essere in grado di capire come poter preparare l'olio di chiodi di garofano, in maniera tale, da poterlo utilizzare quando ne avremo bisogno, ed essere veramente...
Rimedi Naturali

Come preparare un olio anticellulite

La cellulite non risparmia nessuno, da chi vive un'esistenza sedentaria a chi pratica attività fisica regolare e segue un regime alimentare corretto. Questo inestetismo causa spesso frustrazione, vergogna e, in molti casi, condiziona le relazioni interpersonali....
Rimedi Naturali

Come preparare l'olio di amla

La perdita dei capelli rappresenta un qualcosa di perfettamente naturale, in quanto ogni essere umano va incontro a diversi cicli di crescita, di caduta e di ricaduta degli stessi. Questo è pertanto un processo fisiologico del tutto normale, ma diverse...
Rimedi Naturali

Come preparare l'olio essenziale di lavanda

La Lavanda officinalis è un fiore davvero profumato e dalle differenti proprietà benefiche. Essa viene utilizzata in diversi modi, che vanno dalla profumazione degli ambienti alla cura della persona. Ma la funzione maggiormente diffusa consta nel rilassamento....
Rimedi Naturali

Usi e utilizzi dell'olio 31

L’Olio 31 è un prodotto naturale costituito da un mix di 31 oli essenziali purissimi estratti da piante officinali tra cui menta piperita, eucalipto, arancio dolce, anice, limone, finocchio, tea tree, rosmarino, cumino, aglio, timo, cannella, salvia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.