come preparare infusi e liquori medicinali con l'anice verde

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

L'anice comune (Pimpinella anisum L.), detta anche anice verde, è una pianta annuale, appartenente alla famiglia delle Apiaceae o Ombelliferae. Come l'Illicium verum e lo Xanthoxylum piperitium è un tipo di Anice. È caratterizzata da un fusto erbaceo, cavo e rotondeggiante, da foglie varie a seconda della posizione che occupano, dentate lobate, picciolo lungo e più grandi alla base mentre piccole, incise, piumose e con il picciolo più corto quelle superiori. I fiori sono biancastri piccoli e disposti ad ombrella come le altre ombelliferae. I semi sono dei diacheni piccoli e striati. L'anetolo, principio attivo presente nella pianta dell'anice, è usato per produrre liquori, medicinali ed aromi in genere usati in farmacia ed in pasticceria. Fra i liquori si ricorda l'anisetta, l'ouzo greco, il raki turco o i più comuni sambuca e Varnelli. Plinio il Vecchio riteneva che l'Anice avesse il potere di far dormire e di salvaguardare la giovinezza del viso. Agevola le attività digestive e limita il meteorismo, la nausea e il vomito, inoltre svolge un'azione antibatterica ed espettorante. Nei passi della guida aseguire sarà illustrato come preparare infusi e liquori medicinali con l'anice verde.

26

Occorrente

  • semi di anice
  • limone
  • acqua
  • fiori d'arancio
  • valeriana
  • camomilla
  • sommità fiorite di origano
  • scorza di arancio amaro
  • frutti di finocchio
  • coriandolo
  • corteccia di cannella
  • vino bianco secco
  • eucalipto
  • gemme di pino
  • salvia
  • radice di liquirizia
36

L'nice è molto profumato, ha proprietà stomachiche, carminative, spasmolitiche. Per combattere l'alitosi, puoi preparare una tisana con la quale fare dei gargarismi e dei risciacqui. In una tazza d'acqua fredda lascia macerare per 4 ore il succo di un limone e due cucchiai di semi di anice, prima pestati e ridotti in polvere con un pestello. Fai i risciacqui al mattino a digiuno, a mezzogiorno e la sera prima di andare a letto.

46

Per avere un sollievo dalla depressione psicofisica, prepara un infuso miscelando per bene 1,5 cucchiai di semi di anice, 2,5 cucchiai di fiori di camomilla, tre cucchiai di radice di valeriana, 1,5 cucchiai di sommità fiorite di origano, 1,5 cucchiai di scorza d'arancio amaro. Poi, prendi 1/2 cucchiaio di questa miscela, versaci sopra 1/4 di acqua bollente, lascia in infusione per 20 minuti e poi filtra. Bevine una, due tazze nel corso della giornata.

Continua la lettura
56

Per contrastare l'agitazione, fai una miscela con un cucchiaio di semi di anice, 3,5 cucchiai di fiori d'arancio, un cucchiaino di radice di valeriana, versaci sopra un litro d'acqua bollente, lascia riposare per 10 minuti, filtra e bevi 1/2 litro di infuso nell'arco della giornata. Contro il meteorismo e la flatulenza, puoi preparare un vino medicinale, mettendo a macerare 30 gr. Di frutti di finocchio, 5 gr. Di anice verde, 2 gr. Di corteccia essiccata di cannella, in un litro di vino bianco secco, per 10 giorni.

66

Trascorso questo tempo, filtra e conserva in una bottiglia di vetro. Consumane 1/2 bicchierino prima e dopo i pasti principali. Per combattere la tosse, ti sarà invece utile un altro vino. Mescola insieme 30 gr di frutti di anice, 15 gr. Di frutti di finocchio, 5 gr. Di foglie di eucalipto, 5 gr. Di gemme di pino, 5 gr. Di goglie di salvia, 20 gr di radice di liquirizia. Trita il tutto e metti a macerare per 10 giorni in un litro di vino bianco secco. Filtra e conserva in una bottiglia. All'occorrenza, prendine 4-5 cucchiai al giorno lontano dai pasti.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Come preparare alcuni infusi fitoterapici a base di arancio amaro

Gli agrumi sono un tipo di alimento che non dovrebbero mai mancare dalla nostra tavola.L'arancio amaro, detto anche melalongo, deriva da incroci di altre varietà di arancio. Rispetto agli altri tipi di agrumi ha un sapore molto intenso, e si distingue...
Rimedi Naturali

come preparare infusi, impacchi e tisane con l'achillea

L'achillea millefolium è una pianta erbacea con un fusto alto circa 50-60 cm, è stata chiamata millefoglie per le sue foglie 2.3 volte pennatosette, cioè che presentano frastagliature a lacinie strettissime. È una pianta ricca di olio essenziale,...
Rimedi Naturali

come preparare infusi curativi di basilico

La guida andrà a occuparsi di offrirvi una spiegazione lineare e semplificata della procedura che bisogna seguire per comprendere Come preparare infusi curativi di basilico. Entrando nello specifico del basilico, possiamo ricordare che la sua provenienza...
Rimedi Naturali

Erbe medicinali: proprietà e usi

Le erbe hanno un ruolo molto importante nei trattamenti terapeutici moderni perché non solo posseggono proprietà nutritive, ma hanno anche virtù medicinali, tanto che, sempre più spesso, si affiancano alla medicina ufficiale grazie al grande numero...
Rimedi Naturali

Come preparare infusi e decotti con il sambuco nero

Da sempre la pianta di sambuco nero è conosciuta ed apprezzata per le sue proprietà, è una pianta che cresce in Europa sia in pianura che in montagna. Ha l'aspetto di un arbusto e non supera mai i 4 metri di altezza, i suoi fiori sono profumatissimi...
Rimedi Naturali

Come Essiccare La Camomilla Per Gli Infusi

La camomilla, il cui nome scientifico è Matricaria chamomilla, è un'erba officinale appartenente alla famiglia delle Asteraceae. È molto comune e diffusa, conosciuta e usata principalmente in infusi per i suoi effetti rilassanti. La pianta è annuale...
Rimedi Naturali

I benefici dell'olio essenziale di anice

Per mantenerci in salute possiamo, per fortuna, ricorrere a moltissime sostanze e rimedi completamente naturali. Tra i diversi regali della natura, infatti, possiamo annoverare erbe, piante e spezie dalle proprietà altamente curative. Da queste, poi,...
Rimedi Naturali

Le proprietà medicinali del fiore di loto

Il loto è una pianta acquatica perenne, originaria dell'Asia meridionale, le cui radici crescono saldamente ancorate nel fango. Si presenta con steli molto lunghi a cui sono attaccate le foglie. I fiori di loto sono molto profumati, ed i petali si aprono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.