Come preparare delle caramelle balsamiche

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La guida che svilupperemo andrà a parlare di dolci, in quanto si concentrerà sulle caramelle balsamiche. Cercheremo di fornirvi tutte le informazioni necessarie per comprendere il procedimento da seguire per poter preparare delle caramelle balsamiche.
Le proprietà di carattere antisettico, coadiuvante delle caramelle balsamiche le portano a essere utilizzate nel momento in cui sorgono problematiche come, per esempio, la tosse.
Potrete procurarvi la menta acquistandola facilmente in erboristeria o in farmacia, ma potreste optare per delle varianti delle caramelle balsamiche, che sono validissime anche per quanto riguarda il loro gusto.
Con una spesa irrisoria e pochissimi ingredienti è inoltre possibile preparare in casa delle ottime caramelle balsamiche, in grado di incidere positivamente nell'ambito della quotidianità, agevolando la guarigione di mal di gola e acciacchi simili.
Vediamo dunque come preparare delle ottime Caramelle Balsamiche fatte in casa.

27

Occorrente

  • Prima ricetta: 90 gr di zucchero; 1 cucchiaino di succo di limone; 1 cucchiaio d'acqua; 2 cucchiai di sciroppo alla menta; olio di semi (neutro).
  • Seconda ricetta: Una tazza di zucchero; mezza tazza d'acqua; un cucchiaio di succo di limone; un cucchiaio di miele; mezzo cucchiaio di zenzero; chiodi di garofano in polvere (q.b.).
37

Oliare lo stampo

Partiamo immediatamente con la prima ricetta per preparare le caramelle balsamiche.
Prima di tutto, dovrete oliare lo stampo che andrà a contenere le caramelle balsamiche, in modo che esso risulti essere preparato nel momento in cui si dovranno staccare le caramelle balsamiche preparate, una volta che saranno diventate solide e fredde.
Successivamente, dovrete mettere sul fuoco a fiamma bassa un pentolino antiaderente con lo zucchero, l'acqua e il succo di limone (nelle quantità indicate tra gli occorrenti).
Una volta che sarete arrivati a questo punto, lo zucchero dovrà diventare leggermente ambrato e sembrare simile ad una spuma. Queste determinate caratteristiche saranno il segnale del raggiungimento della temperatura ricercata di centocinquanta gradi.

47

Controllare la consistenza

Una volta che lo zuccherò raggiungerà la temperatura prestabilita, controllate che la consistenza che abbiamo analizzato in precedenza sia soddisfacente, e aggiungete al composto dello sciroppo alla menta.
Poi, quando la menta si sarà ben amalgamata agli altri ingredienti, bisognerà versare il composto ancora liquido all'interno degli stampi, per poi lasciare solidificare le caramelle a temperatura ambiente. A questo punto, potrete togliere dagli stampi le caramelle balsamiche e consumarle, qualora le caratteristiche da voi volute siano state raggiunte.

Continua la lettura
57

Sciogliere all'interno di un pentolino dello zucchero

Ora voltiamo pagina, e passiamo alla prossima ricetta, sempre riguardante le caramelle balsamiche.
Questa ricetta, differente, si baserà sulle proprietà degli ingredienti che sceglieremo. Essi sono ricchi di vitamina c, e hanno degli effetti benefici.
Iniziate la preparazione, facendo sciogliere all'interno di un pentolino dello zucchero, che dovrà essere aggiunto a un composto di acqua e limone. Quando il composto si presenterà più denso, aggiungete dello zenzero, del miele e dei chiodi di garofano precedentemente macinati (le dosi sono indicate nell'elenco degli occorrenti di questa guida). Si dovrà far bollire il tutto a fiamma bassa per circa 15-20 minuti, per far amalgamare bene gli ingredienti.

67

Acquistare degli stampini

Acquistando stampini con forma rettangolare, o di un'altra forma a vostra discrezione, potrete versate il liquido che avrete ottenuto. Gli stampini dovranno raffreddarsi a temperatura ambiente per circa tre ore e trascorso tale tempo (o di più se le caramelle non si sono solidificate) le caramelle balsamiche si dovranno staccare e avvolgere in un involucro di carta oleata.
Vi consiglio la lettura di questo link, che vi supporterà nella preparazione delle vostre caramelle balsamiche: http://unamoredisapone.blogspot.it/2013/01/caramelle-contro-raffreddore-mal-di.html.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • L'uso smodato di caramelle balsamiche durante tutto l'arco della giornata potrebbe provocare degli effetti lassativi.
  • E' essenziale avere uno stampo a disposizione, in cui andrà versato il composto che andrà a formare la caramelle. Sarebbe difficile infatti tagliare il composto solidificato.
  • Meglio consumare le caramelle entro pochi giorni, per evitare che le stesse inizino a sciogliersi.
  • Per conservare le caramelle basta avvolgerle in una pellicola per alimenti
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Come recuperare la voce

Che usiate la voce per cantare, lavorare o semplicemente per comunicare, è probabile che almeno una volta nella vita vi siate trovati ad avere a che fare con una fastidiosa raucedine. La perdita della voce (come più semplicemente viene definita) si...
Rimedi Naturali

Tutti gli usi della lavanda

La lavanda è una pianta aromatica che appartiene alla famiglia delle Lamiaceae, caratterizzata dai fiori di colore viola e dal profumo molto forte e distintivo. Le sue proprietà balsamiche e calmanti la rendono particolarmente adatta per alleviare dolori...
Rimedi Naturali

Rimedi naturali contro la faringite

Con l'arrivo della stagione invernale, iniziano i primi malanni, come ad esempio il raffreddore. È capitato a tutti di avere mal di gola, un fastidio che poco alla volta diventa davvero snervante. Solitamente questo fastidio può durare da qualche giorno...
Rimedi Naturali

Rimedi per far tornare la voce

La voce è uno dei più importanti strumenti di comunicazione che l'uomo utilizza, c'è chi ne fa un uso eccessivo per lavoro, come i cantanti e molte possono essere le cause che fanno scomparire o abbassare la voce. Oggi vedremo insieme i rimedi naturali...
Rimedi Naturali

Proprietà dell'olio essenziale di abete rosso

L'olio essenziale di abete rosso si ottiene dalla distillazione a vapore degli aghi della Picea excelsa. L'essenza, molto simile a quella del pino mugo, è fresca e balsamica. Ben si armonizza con l'olio di rosmarino, di lavanda o di limone. L'olio di...
Rimedi Naturali

Come preparare decotti, cataplasmi e bagni d'avena

L'avena è una pianta annuale che produce un frutto completamente simile al grano. In effetti, si tratta di una cariosside (frutto molto digeribile) contenuta all'interno di una glumette (non assimilabile). L'avena è veramente piena di sostanze proteiche...
Rimedi Naturali

Come preparare una tisana zenzero e limone

La tisana a base di zenzero fresco e limone è un toccasana. Diffusa in tutta l'Asia e l'Africa con il suo sapore e aroma rilassante conquista tutti. Tale infuso inoltre aiuta la digestione e abbassa la febbre. Sebbene si possa trovare nei supermercati,...
Rimedi Naturali

Come preparare alcuni infusi fitoterapici a base di arancio amaro

Gli agrumi sono un tipo di alimento che non dovrebbero mai mancare dalla nostra tavola.L'arancio amaro, detto anche melalongo, deriva da incroci di altre varietà di arancio. Rispetto agli altri tipi di agrumi ha un sapore molto intenso, e si distingue...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.