Come organizzare un torneo di beach volley

Tramite: O2O 17/06/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il beach volley è uno sport che ha conquistato, negli ultimi anni, un numero sproporzionato di fan e di praticanti ed è diventato, da semplice hobby, un'attività professionale a livello internazionale.
È un gioco simile alla pallavolo, in cui lo scopo principale dei giocatori è quello di mandare la palla nel campo avversario facendola passare sopra la rete, ma presenta anche numerose differenze.
Un torneo di beach volley può essere organizzato in due modi diversi, per così dire: seguendo le regole professionali e quindi formando squadre di due giocatori, oppure si può scegliere di formare squadre con un numero diverso di giocatori ed organizzare l'evento solo per divertirsi.
Qui di seguito si spiega come realizzare un torneo di beach volley.

27

Occorrente

  • Campo da beach volley
  • Costume
  • Occhiali da sole
  • Crema solare
  • Cappello
37

Regole del gioco

Il beach volley differisce dalla pallavolo per le regole di gioco che segue.
Innanzitutto bisogna considerare che il campo di gioco è fatto di sabbia (è spesso praticato in spiaggia) ed è più piccolo (16X8m nel beach, 18X9m nella pallavolo) e per questo motivo il numero di giocatori è diverso (2 vs 6).
L'altezza della rete è invece la stessa: 2,43 per gli uomini e 2,24 per le donne.
Si gioca al meglio si 3 set da 21 punti, con un vantaggio di due punti. In caso di parità alla fine del secondo set, se ne gioca un terzo da 15 punti, con lo stesso vantaggio di due.
Si effettua cambio di campo alla fine di ogni set ed al punteggio di sette (e dei suoi multipli) per i primi due set e a quello si cinque (e dei suoi multipli) per il terzo.
Ogni squadra ha a disposizione 3 tocchi, compreso quello a muro.

47

Selezione delle squadre

In un torneo classico si beach volley le squadre sono formate da due membri dello stesso sesso, ma quando ci si vuole solo divertire è possibile modificare questa regola in vari modi.
Si può scegliere innanzitutto di avere squadre miste, l'unico consiglio in questo caso è quello posizionare la rete ad un'altezza intermedia, per esempio 2,30, per rendere il gioco più omogeneo.
Altrimenti si può decidere di usare più giocatori, formando squadre di 3 o 4 componenti. In questo caso, se tutti i partecipanti concordano, si può scegliere di non contare il muro nei tre tocchi, rendendo il gioco più simile alla pallavolo e più attivo per i partecipanti.

Continua la lettura
57

Organizzazione del torneo

Anche in questo caso si hanno due possibili opzioni tra cui scegliere: un torneo a girone unico oppure uno di sola andata.
Nel torneo a girone unico le squadre si sfidano in diverse giornate con diversi abbinamenti fino all'inclusione di tutti i partecipanti. In ogni partita viene assegnato un punteggio, per esempio 3 punti al vincitore e 1 punto al perdente, stilando così una classifica finale in base alla quale si decide la squadra vincente.
In quello di sola andata, o eliminazione diretta, il torneo viene diviso in turni i cui partecipanti (questo avviene quando si lavora con molte squadre) vengono eliminati in base al numero di sconfitte subite fino ad ottenere un girone con quattro squadre. Queste giocano quindi ancora due partite: la "finalina" che determina il terzo posto e la finale che determina la squadra vincitrice.

67

Distribuzione dei premi

Uno dei metodi più facili per attirare partecipanti al torneo è quello di promettere premi.
Che si sia scelto di organizzare un torneo per bambini, ragazzi o adulti, un'idea economica ma accattivante è quella di distribuire un premio simbolico di partecipazione a tutti i giocatori (per esempio caramelle o magliette con il nome dell'evento) ed un ulteriore premio, più consistente, ai tre finalisti.
Qualora si sia scelto di organizzare l'evento per beneficenza (è un trend molto in voga negli ultimi anni ed un modo di divertirsi aiutando gli altri) una buona idea può essere quella di distribuire a tutti i partecipanti un biglietto con tutti i dati del torneo (nome, scopo e data) ed offrire ai finalisti un premio simbolico.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • È bene determinare con chiarezza le regole prima di iniziare a giocare qualora si decida di non seguire quelle ufficiali.
  • Si consiglia di scegliere uno o più arbitri per avere un torneo pulito.
  • Se il torneo si svolge per puro divertimento si consiglia di limitare il numero di squadre, così da non creare troppi problemi organizzativi.
  • Se si vuole svolgere un torneo con molte squadre si consiglia di gestirne l'organizzazione in gruppo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Come organizzare un saggio di danza

Organizzare un saggio di una scuola di danza è molto impegnativo, esso prevede un percorso accademico annuale con la realizzazione di coreografie e balletti di varia tipologia, ma non solo: occorrerà trovare un teatro adatto, pagare la SIAE, (diritti...
Fitness

Come giocare a racchettoni in spiaggia

Sono ormai passati almeno 50 anni da quando i cosiddetti racchettoni hanno fatto la loro comparsa sulle spiagge, ed oggi più che un semplice modo per divertirsi rappresentano degli strumenti ideali per allenare il corpo in modo totale grazie ai tanti...
Fitness

Sport che contribuiscono al buonumore

L'inverno è ormai agli sgoccioli, le giornate si allungano e il sole inizia timidamente a riscaldarci. È il momento, dunque, di abbandonare serie TV, cioccolata calda e coperta e far spazio a scarpe da ginnastica e vestiti sportivi. Cosa c'è di meglio,...
Fitness

Come tenersi allenati al mare

Allenarsi in spiaggia si può. Si tratta, infatti, di un ambiente che offre svariati spunti per tenersi in forma piacevolmente. Chi ama il fitness in vacanza non dovrà rinunciare all'esercizio fisico. La sabbia, il mare e la brezza si riveleranno perfetti...
Fitness

Come fare la panca inclinata per addominali

La muscolatura dell’addome è costituita principalmente da due parti: la fascia centrale, che corrisponde al retto dell’addome, e le zone laterali, costituite da tre strati muscolari: obliquo interno, obliquo esterno e muscolo traverso. Tramite esercizi...
Fitness

5 esercizi per bicipiti e tricipiti senza attrezzi

Allenarsi in casa è un'alternativa per chi ha poco tempo e non può frequentare assiduamente una palestra. Allenandosi in casa si possono ottenere risultati che non hanno nulla da invidiare a quelli ottenibili in palestra. Bisogna sapere però come allenarsi....
Fitness

Come mantenersi in forma con il dodgeball

Il dodgeball è uno sport di squadra che si gioca in 12, ossia in sei contro sei, usando dei palloni sferici, di gomma. Le squadre possono essere maschili, femminili o miste. Rappresenta la versione agonistica delle arcinote Palla Avvelenata o Palla Prigioniera....
Fitness

Come Insegnare Ai Bambini A Danzare Con I Nastri

L'acquisizione dei concetti fondamentali del ritmo e dell'educazione musicale privilegia l'esperienza corporea in quanto, già a tre anni i bambini imparano ad accorgersi di poter dare ai movimenti dei significati che anche altri possono capire, nella...