Come non cedere alle provocazioni

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Vi capita spesso di perdere la calma e reagire a delle provocazioni? In questo modo vi guastate la giornata? Le provocazioni spesso nascono da situazioni o frasi banali. A volte le persone interpretano male i discorsi altrui e, reagiscono in modo spropositato. Altre volte invece gli altri provocano per dispetto. Sanno che il soggetto si arrabbia e loro si divertono. Qualunque sia il motivo, rischiate di rimetterci il vostro benessere. Cedere alle provocazioni significa avere scarso autocontrollo. Quando è possibile non rispondete. Non date soddisfazione a chi vi attacca. Non vale la pena arrabbiarsi per queste cose. Se vi provoca una sola persona ignoratela il più possibile. In questa guida cercherò di spiegarvi come mantenere la calma, e non cedere alle provocazioni delle persone. Auguro a tutti voi una buona lettura.

26

Farsi scivolare addosso gli attacchi

Potete trovarvi spesso ad affrontare conflitti, e disaccordi specie: in famiglia, nelle relazioni personali, o sul lavoro. In generale tutte le situazioni che implicano un rapporto di confronto con gli altri, possono creare in voi delle emozioni negative. Se siete vittime di ingiustizie e provocazioni, che lasciano indifesi, a volte è facile replicare con violenza. Rispondere alle provocazioni è tipico delle persone aggressive. Ci sono persone che si deprimono proprio. Purtroppo moltissimi pensano addirittura, che il mondo ce l'abbia con loro. In questi casi, mantenete la calma. Lasciate che gli eventi vi coinvolgano il meno possibile. Evitate di cedere alle provocazioni. Quando sentite qualcosa contro di voi, non giratevi proprio. Se non potete farne a meno, sorridete. Con un sorriso e basta vi sentite stupidi? Allora limitatevi a rispondere agli altri che hanno ragione. Subito dopo cambiate discorso. È fondamentale per il vostro benessere, e per costruire dei rapporti interpersonali positivi e sereni. Non cedere alle provocazioni, aiuta a gestire le emozioni e, a controllare la propria vita e gli eventi.

36

Capire voi stessi

Innanzitutto interrogatevi su quali sono i motivi, che vi spingono a cedere alle provocazioni. Osservate quali stati d'animo e ricordi emergono in queste situazioni. A volte delle risposte eccessive riguardano eventi del passato, che non avete risolto, o accettato. La vostra mente, ricorda la stessa esperienza ogni volta che si presenta un contesto di questo tipo. Analizzatevi e comprendete quali sono i vostri punti deboli. Se imparerete a conoscere voi stessi, saprete come affrontare le provocazioni. Quando venite provocati, cercate di mantenere la lucidità. Analizzate senza interferenze, quello che sta succedendo. L'attacco verbale di una persona, che sia o meno giustificato, riguarda un atteggiamento o una vostra idea. Spesso non riguarda la vostra persona, specie se siamo con uno sconosciuto. Cercate di farvi rispettare. Spiegate le vostre ragioni con calma, e senza cadere sul lato personale. In questo modo riuscirete a non cedere alle provocazioni.

Continua la lettura
46

Mantenere la calma

Cercate di mantenere la calma, a livello fisico, e mentale. È molto importante, in ogni momento della giornata. Se siete calmi e lucidi è più semplice mantenere il controllo, di fronte ad una provocazione. Quando siete nervosi, l'autocontrollo cala. Non cedere alle provocazioni è un'impresa complicata. Praticate la meditazione, aiuta il corpo e la mente. Lo yoga è lo sport ideale. Anche l'attività fisica aiuta moltissimo. Scarica la tensione. Elimina lo stress. Basta poco. Non servono ore e ore di palestra. È sufficiente una bella passeggiata o una pedalata all'aria aperta. Il contatto con la natura è ottimo: mare, monti, campagna, scegliete voi! Non esagerate con lo sport. Troppa stanchezza rende nervosi. Anche l'alimentazione diventa un valido aiuto. I carboidrati ricchi di zuccheri aiutano a rilassarsi. Danno gratificazione all'organismo. Anche le cene in compagnia gratificano e aiutano la calma. Cercate però di non strafare. Troppi zuccheri portano ad altri problemi. Un altro valido modo per calmarsi è la scrittura. Provate a scrivere su un foglio le emozioni della giornata. Scaricherete la tensione. Meglio se avrete sempre con voi un quaderno su cui scrivere le vostre sensazioni durante il giorno. Se la scrittura non è per voi, parlate. Telefonate a qualcuno che possa ascoltarvi. Parlate di ciò che succede. Sfogatevi a lungo. Aiuta a calmarsi e a non cedere alle provocazioni.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

Flirt estivo: 5 ragioni per cedere

Ormai è tempo d'estate e si avvicina dunque il periodo più bello dell'anno. Questa stagione è contraddistinta da relax, mare, divertimento, ma soprattutto voglia di incontrare nuove persone. I single in partenza per le ferie sperano sempre di riuscire...
Psicologia

Come gestire la fidanzata del tuo migliore amico

Chi trova un (migliore) amico, trova un tesoro. Con lui hai condiviso tutto, è un compagno di divertimenti unico, una spalla su cui piangere, una presenza a cui non potresti mai rinunciare. Ma cosa succede se lui trova una fidanzata? Quando il tuo migliore...
Psicologia

Come difendersi da persone aggressive

Capita spesso, purtroppo, di ricevere insulti e provocazioni durante la giornata e di venire sopraffatti dalle ingiurie di qualcuno. Reagire in tempo e in modo corretto può essere piuttosto complicato, soprattutto se non si sa come fare. In questa guida...
Psicologia

Le 10 regole della seduzione

La seduzione efficace si basa su tecniche d'approccio tutt'altro che macchinose ed artificiose. È un gioco leggero, di provocazioni e mosse implicite. Un tira e molla tra predatore e preda. Non conosce ansia da prestazione, ma spensieratezza e divertimento....
Psicologia

Come imparare a gestire la rabbia

La rabbia è uno stato psichico che viene generato da alcune provocazioni capaci di eliminare i freni inibitori che in condizioni normali vanno a stemperare le scelte di un soggetto. La rabbia è quindi un stato d'animo che non fa bene all'uomo per cui...
Psicologia

5 modi per difendersi dai ragazzi prepotenti

Il bullismo, purtroppo, è una vera piaga che sta dilagando sempre di più ai nostri giorni. Una causa di ciò può essere ricercata nella società che chiede sempre di più alle nuove generazioni, mettendo continuamente i ragazzi sotto stress ed in un'eterna...
Psicologia

Come riconoscere e difendersi dallo stalking

Purtroppo diversa gente, soprattutto donne, nella società moderna è vittima si stalking. Con il termine stalking, si definisce un grave disagio psicologico subìto da un soggetto che a causa del protrarsi di comportamenti da parte di un altro soggetto,...
Psicologia

Come comportarsi con un compagno di classe impertinente

Molte persone non ricordano con piacere il periodo scolastico non solo a causa degli insegnanti petulanti e dei pomeriggi passati sui libri a studiare materie che non piacevano, ma anche per qualche compagno di classe che si divertiva a fare il bullo....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.