Come massaggiare i glutei

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il gluteo è un muscolo posizionato sulla parte laterale e posteriore del bacino. Esso nasce dall'anca andandosi ad inserire in quella parte del femore che è chiamata trocantere. Il gluteo è formato da tre ventri muscolari: il piccolo gluteo, il medio gluteo ed il grande gluteo. Questi hanno come funzione principale quella di estendere l'anca, però hanno anche un altro ruolo importante nella sua rotazione interna ed esterna, ed anche nella sua adduzione e flessione. I glutei, insieme al viso ed alle gambe, sono la parte del corpo dove le donne prestano maggior attenzione. Massaggiare i glutei è pertanto una pratica molto importante ma allo stesso tempo anche abbastanza semplice che potrà essere eseguita mediante diversi movimenti strategici. I glutei, inoltre, lavorando in perfetta sinergia con i muscoli addominali, contribuiscono alla stabilità del bacino, riducendo così anche la lordosi lombare. Vediamo allora, attraverso i passi della seguente guida, come massaggiare i glutei.

27

Occorrente

  • Oli
  • Creme
  • Gel
37

Posizionamento del corpo

Innanzitutto bisogna premettere che è consigliabile eseguire il massaggio la mattina, siccome le gambe sono più rilassate e più propense a ricevere il movimento ed anche l'assorbimento di eventuali creme. Se invece eseguiamo questo massaggio di sera, le gambe sono più stressate ed affaticate a causa degli sforzi dell'intera giornata di fatica. Normalmente si includono i glutei in un massaggio che riguarda tutto il corpo, ovvero che inizia con il collo e le spalle, continua lungo la schiena e raggiunge quindi i glutei e le gambe. Durante il massaggio, manteniamo il contatto con la pelle per tutto il tempo, al fine di mantenerla costantemente rilassata e confortevole in ogni punto. Inginocchiamoci accanto alla persona a cui stiamo facendo il massaggio e, con il corpo girato in diagonale verso il suo corpo e la testa, mettiamo le mani sulla parte superiore dei glutei e apriamoli seguendo la loro naturale rotondità. Questa pratica rilascerà la tensione dalla colonna vertebrale ed aprirà i muscoli della zona lombare.

47

Movimento delle mani

Va precisato che tale trattamento di massaggio ai glutei è studiato anche per quanto riguarda le gambe, pertanto, come già accennato, potremo estenderlo anche ad esse. Il massaggio per l'esterno della coscia dovrà essere fatto muovendo le dita con dei movimenti circolari, come quasi se stessimo disegnando degli anelli con le dita, procedendo dal basso verso l'alto. Successivamente, dovremo far scendere le nostre mani verso l'interno delle cosce, arrivando fino alla caviglia e cercando di cingerla con una pressione leggera. Continuiamo con lo stesso movimento per tutta la gamba, facendo in modo che venga favorita la circolazione sanguigna. Riattivando quest'ultima, infatti, andremo a favorire anche un movimento anti-cellulite.

Continua la lettura
57

Applicazione di appositi prodotti

Per ottenere i migliori risultati, favorendo i movimenti fluidi delle mani, potremo accompagnare il massaggio applicando oli, creme e gel studiati appositamente per questo tipo di massaggio. Per questo motivo, potremo utilizzare anche creme anti-cellulite, le quali hanno un effetto drenante ed esfoliante. Se desideriamo ottenere dei risultati visibili nel giro di pochi giorni, il massaggio appena descritto dovrà essere eseguito almeno 4 volte alla settimana; se invece li faremo di tanto in tanto, non faranno scaturire nessun risultato apprezzabile. Tuttavia, se ci impegneremo ad eseguire assiduamente questo tipo di massaggio, potremo rilevare con soddisfazione i primi miglioramenti già nelle prime sei settimane dall'inizio del trattamento.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Come massaggiare la schiena

Un buon massaggio della schiena può essere efficace nell'alleviare lo stress. Eseguendo una combinazione di movimenti ritmati e, di pressioni nei punti giusti, nodi e tensioni muscolari si sciolgono. Tuttavia per il vostro bene e, per non trovarvi in...
Fitness

Come massaggiare la cervicale

Il massaggio può alleviare o addirittura eliminare i fastidi da cervicale. In genere, il problema insorge dopo un trauma, un incidente stradale, una cattiva postura. Possono incidere anche gli sbalzi di temperatura, lo stress, la tensione e la vita sedentaria....
Fitness

Come massaggiare il ginocchio

Per rimanere in forma con il passare degli anni, è fondamentale avere molta cura del proprio corpo. Accettare il deterioramento osseo e reagire di conseguenza è il primo passo per mantenere il proprio corpo in forma. L'ideale sarebbe fare sempre della...
Fitness

Come massaggiare il tendine d'Achille

Il nostro corpo è una struttura molto forte resiste bene ai traumi, ma a volte c'è il rischio che subisca alterazioni e lesioni. Un esempio lampante di queste eventualità è la lesione al tendine di Achille, che affligge con un'alta frequenza gli...
Fitness

Come massaggiare i piedi stanchi

I piedi sono abbastanza importanti per tutto corpo; infatti, su di essi grava tutto il peso sia se si cammina sia che si sta in piedi. Quando si comincia ad avere dolore ai piedi ci si rende conto del problema in quanto i sintomi si riflettono fino alle...
Fitness

Come massaggiare gambe gonfie

Durante la giornata lavorativa, soprattutto se facciamo un lavoro sedentario, o che ci obbliga a stare fermi in una postazione, a subire tutti gli inconvenienti del caso sono le caviglie e le gambe. Lo scarso movimento porta ad una scarsa riattivazione...
Fitness

5 modi per tonificare i glutei in modo naturale

Quando non si fa spesso esercizio fisico e si sta molto tempo seduti su una sedia o su una poltrona, i glutei possono appiattirsi e diventare meno tonici. Per questo motivo è indispensabile allenare il proprio corpo, in modo tale da dare nuovamente una...
Fitness

Come avere cosce e glutei perfetti con lo step up

Gambe sode e glutei alti sono, ormai, indice sia di bellezza che di benessere. Per averli, però, bisogna lavorarci sù. Il luogo ideale per farlo è la palestra, ma esiste comunque una valida alternativa! Infatti, se non potete recarvi in palestra, avete...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.