Come massaggiare gambe gonfie

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Durante la giornata lavorativa, soprattutto se facciamo un lavoro sedentario, o che ci obbliga a stare fermi in una postazione, a subire tutti gli inconvenienti del caso sono le caviglie e le gambe. Lo scarso movimento porta ad una scarsa riattivazione della circolazione con conseguente ristagno di liquidi. Ciò vuol dire che tutto il peso corporeo ricade sulle gambe, che tendono quindi a divenire gonfie e a rimanere tali per il resto della giornata. Il senso di gonfiore è associato anche ad una sensazione di stanchezza e pesantezza degli arti inferiori, condizione davvero molto fastidiosa. Per ottemperare a questo inconveniente, la cosa migliore sarebbe fare attività fisica. Tuttavia non sempre ciò è possibile. Spesso il lavoro ci costringe a rimanere seduti per giornate intere. In questo caso si può cercare di ridurre il problema non rimanere seduti a lungo, ma alzandosi di tanto in tanto per una pausa. Se anche questo non fosse sufficiente si potrebbe provare ad effettuare dei massaggi sulle zone interessate. In questa guida vi mostreremo proprio come massaggiare nel modo più opportuno delle gambe gonfie.

28

Massaggiare seguendo la circolazione

Vi sono tanti tipi di massaggi, ma quelli che permettono di smaltire i carichi di lavoro giornalieri, sono i massaggi drenanti. Questo particolare massaggio ci aiuta a drenare la ritenzione di liquida causata dallo scarso movimento. Massaggiando seguendo il flusso della circolazione, questo tipo di massaggio facilita la rimozione dei liquidi in eccesso. Il movimento parte dai piedi per risalire fino ad arrivare alla parte superiore dell'arto. Praticando una certa pressione con i pollici riusciamo a rimettere in funzione il normare movimento del flusso nel sangue.

38

Il massaggio apporta numerosi benefici

Il massaggio praticato nel modo corretto non ha controindicazioni e dà sollievo all'intero organismo, favorendo anche uno stato di quiete mentale. Oltre a sgonfiare le gambe, il massaggio, essendo estremamente rilassante, aiuta anche ad addormentarsi se praticato la sera prima di andare a letto, favorisce la digestione e infonde una totale sensazione di benessere a tutto il corpo. Elimina i liquidi in eccesso e combatte la cellulite e, riducendo le tossine presenti nei tessuti, aiuta a mantenere a lungo la purezza della pelle.

Continua la lettura
48

Tecnica di massaggio

Per avere i primi risultati il massaggio deve essere ripetuto un paio di volte alla settimana, per una durata durata di almeno 30 minuti per seduta. Da sdraiati il massaggiatore si posiziona dietro e prende con entrambe le mani una gamba. Partendo dal piede inizia a massaggiare la pianta stringendone le parti esterne, per passare poi allo strofinamento della caviglia e successivamente del polpaccio. Nelle parti del muscolo effettuerà, con lievi pizzicotti alternati a impastamento, la riattivazione della sensibilità muscolare mentre nella parte dell'incavo della caviglia opererà attraverso passaggi del palmo delle mani delle vere e proprie carezze prolungate. Salendo alla coscia tratterà il muscolo allo stesso modo passando poi le mani energicamente su tutto il fascio muscolare.

58

Non trascurare i piedi

Un buon massaggio dovrebbe sempre concludersi con qualche minuto di assoluto relax, a occhi chiusi e luci spente. È consigliabile anche effettuare un bagno ai pedi, che consente di rinfrescare la parte e sciogliere le ultime tensioni. È inoltre buona norma, al momento della doccia la mattina dopo, alternare getti di acqua prima fredda poi calda per riattivare la circolazione.

68

Aiutarsi con l'alimentazione

Ricordiamo che l'alimentazione riveste un ruolo importantissimo nella prevenzione del gonfiore e della ritenzione idrica. Prediligere pertanto l'assunzione di frutta e verdura cruda, di alimenti contenenti fibre, ridurre i grassi animali e gli zuccheri raffinati contenuti nei dolci, attenzione all'assunzione di sale che andrebbe possibilmente eliminato dalla dieta.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Alcuni semplici consigli per ridurre il gonfiore alle gambe: fare mezz'ora di camminata al giorno, alzarsi spesso per fare due passi intorno alla scrivania se si è costretti a passare la maggior parte del tempo in ufficio, curare l'alimentazione, immergere i piedi nell'acqua ntiepida con sali e prodotti per il pediluvio, utilizzare pomate e spray rinfrescanti, quando si è al riposo sul divano mettere le gambe in alto per favorire la circolazione e contrastare il gonfiore.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Come riposare le gambe

In questo articolo che abbiamo deciso di stilare, vogliamo parlare di un problema che molto spesso affligge molte persone. Stiamo parlando dei problemi che caratterizzano le proprie gambe. Capita spesso infatti di avere delle gambe che sono stanche, gonfie...
Fitness

Come massaggiare i glutei

Il gluteo è un muscolo posizionato sulla parte laterale e posteriore del bacino. Esso nasce dall'anca andandosi ad inserire in quella parte del femore che è chiamata trocantere. Il gluteo è formato da tre ventri muscolari: il piccolo gluteo, il medio...
Fitness

Come massaggiare i piedi stanchi

I piedi sono abbastanza importanti per tutto corpo; infatti, su di essi grava tutto il peso sia se si cammina sia che si sta in piedi. Quando si comincia ad avere dolore ai piedi ci si rende conto del problema in quanto i sintomi si riflettono fino alle...
Fitness

Come massaggiare la cervicale

Il massaggio può alleviare o addirittura eliminare i fastidi da cervicale. In genere, il problema insorge dopo un trauma, un incidente stradale, una cattiva postura. Possono incidere anche gli sbalzi di temperatura, lo stress, la tensione e la vita sedentaria....
Fitness

Come massaggiare il ginocchio

Per rimanere in forma con il passare degli anni, è fondamentale avere molta cura del proprio corpo. Accettare il deterioramento osseo e reagire di conseguenza è il primo passo per mantenere il proprio corpo in forma. L'ideale sarebbe fare sempre della...
Fitness

Come massaggiare la schiena

Un buon massaggio della schiena può essere efficace nell'alleviare lo stress. Eseguendo una combinazione di movimenti ritmati e, di pressioni nei punti giusti, nodi e tensioni muscolari si sciolgono. Tuttavia per il vostro bene e, per non trovarvi in...
Fitness

Come massaggiare il tendine d'Achille

Il nostro corpo è una struttura molto forte resiste bene ai traumi, ma a volte c'è il rischio che subisca alterazioni e lesioni. Un esempio lampante di queste eventualità è la lesione al tendine di Achille, che affligge con un'alta frequenza gli...
Fitness

Come massaggiare collo e spalle

Un buon massaggio può essere la soluzione a tantissimi tipi di disturbi causati, prevalentemente, da fattori quali la tensione e la rigidità muscolare. Queste problematiche, localizzati soprattutto nella zona del collo e delle spalle, possono essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.