Come lavare l'aerosol

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'aerosol è un dispositivo azionato da una macchina ad aria compressa. Esso permette al paziente di assumere la medicina nebulizzata. Si compone di un boccaglio a forma di T o una maschera e un tubo di plastica per collegarla alla macchina. Per lo più, sono tre tipi di pazienti che la usano: i bambini sotto i 5 anni; i pazienti che hanno problemi di respirazione e quelli con asma grave. Siccome l'aerosol aiuta a far ricevere la giusta quantità di farmaco, una pulizia di routine è importante perché un nebulizzatore impuro potrebbe causare delle infezioni. Inoltre, una pulizia costante previene gli intasamenti della macchina, aiutandola a durare più a lungo. Vediamo allora come lavare l'aerosol.

24

La pulizia dell'ampolla dell'aerosol è importantissima poiché i residui del farmaco potrebbero creare problemi se non vengono rimossi. Si devono evitare, inoltre, la contaminazioni batteriche e virali. Come fare allora? È consigliabile fare la pulizia e la disinfezione dell'aerosol dopo ogni terapia e dopo ogni singolo uso dell'apparecchio. Per prima cosa, dopo aver utilizzato l'apparecchio dell'aerosol, si devono smontare tutte le parti come indicato nel "Manuale d'istruzioni". Tutte le componenti devono essere lavate e per farlo si possono usare metodi diversi. Un metodo molto pratico è quello di mettere il tutto nella lavastoviglie.

34

Nel momento in cui non si ha la disponibilità della lavastoviglie per lavare l'aerosol, si possono immergere e lavare i componenti in una bacinella riempita con acqua calda e un po' di detersivo non abrasivo. Successivamente, sciacquare accuratamente con acqua. Quando tutte le parti dell'aerosol saranno pulite, dovranno essere asciugate per bene con un panno pulito in microfibra (non lasciando residui di peli). Tutti gli accessori vanno riposti in un contenitore ben chiuso e privo di umidità.

Continua la lettura
44

Per disinfettare l'aerosol, basterà bollire per circa 10 minuti il nebulizzatore e il boccaglio. Risciacquare sempre con cura e asciugare con un panno morbido. La mascherina, però, non dovrà assolutamente essere messa a bollire: si deve mettere a bagnomaria con acqua fredda e un bicchiere piccolo di Amuchina per circa 15 minuti. Anche in questo caso, bisognerà poi sciacquare e asciugare con il panno. Inoltre, la mascherina dell'aerosol è personale, non deve essere utilizzata assolutamente da più di una persona! Un ulteriore metodo, per la disinfezione, prevede l'utilizzo di acqua e aceto. Immergere le diverse parti in una soluzione fatta da tra parti di acqua e una parte di aceto.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

5 motivi per usare l'olio di lavanda

La lavanda o Lavandula angustifolia è un bellissimo e profumatissimo fiore tipico dell'aerea mediterranea. Certamente ricorderemo la Provenza (Francia) come maggiore produttrice di questo fiore una splendida regione le cui caratteristiche campagne, in...
Rimedi Naturali

Olio essenziale di niaouli: come si usa e perché

L'olio essenziale di niaouli si ottiene dalla distillazione dei rami e delle foglie della Melaleuca veridiflora, pianta tipica australiana. L'essenza vegetale ha un profumo intenso, simile alla canfora. Ha azione antisettica, antispasmodica, vermifuga,...
Rimedi Naturali

Come recuperare la voce

Che usiate la voce per cantare, lavorare o semplicemente per comunicare, è probabile che almeno una volta nella vita vi siate trovati ad avere a che fare con una fastidiosa raucedine. La perdita della voce (come più semplicemente viene definita) si...
Rimedi Naturali

Come realizzare un infuso contro il raffreddore

I cambiamenti di stagione sono momenti delicatissimi per il nostro organismo. Con l'arrivo improvviso dell'intenso freddo, oppure con l'arrivo del caldo, a causa degli sbalzi di temperatura è naturale iniziare a soffrire dei primi malanni di stagione:...
Alimentazione

5 tisane per combattere la tosse

Già con l’arrivo dell’autunno, la nostra gola risulta esposta alle varie intemperie tipiche del periodo, e allora in caso di raffreddore, e in presenza di irritazione della gola con conseguente tosse, si ricorre solitamente a rimedi quali aerosol,...
Salute

Come decongestionare il naso chiuso

Decongestionare il naso chiuso è un problema molto diffuso, poiché le cause scatenanti sono legate sia alla classica influenza invernale o ai cambi di stagione e all'allergia. Potremmo seguire vari metodi per risolvere questo problema, che a lungo andare...
Rimedi Naturali

I 10 usi dell'olio 31

L'olio 31 è un prodotto erboristico molto versatile: la sua formulazione totalmente naturale, a base di 31 erbe officinali, lo rende adatto a svariate applicazioni, per tutta la famiglia. Essendo un olio molto concentrato, composto da essenze distillate...
Psicologia

I benefici dell'ippoterapia

L'ippoterapia, conosciuta anche come attività equino-assistita, è definita come l'uso del movimento del cavallo come approccio all'indirizzo emotivo, psicologico e fisico per i pazienti che presentano limitazioni funzionali e disabilità. Le sedute...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.