Come gestire una relazione con un narcisista

Tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

I narcisisti possono essere delle persone con cui è complicato relazionarsi. La loro mente potrebbe avere dei limiti per i quali non riescono a guardare oltre se stessi e il loro universo interno. Ci sono molte situazioni che potrebbero aver portato una persona a sviluppare tale comportamento ed esistono svariate forme di narcisismo. Nonostante ciò, ci sono piccole strategie, che oggi intendiamo proporvi, da adottare in modo da riuscire a rapportarsi al meglio con tale personaggio. Di seguito, infatti, 8 consigli su come gestire una relazione con un narcisista. Buona lettura!

211

Assecondate qualche sua richiesta

Il narcisista è una persona che esige, sia esplicitamente e implicitamente. Per avere un rapporto il più equilibrato possibile, è necessario che non diventi onnipotente, quindi assecondate solo qualche sua pretesa, quelle più facili da concedere, e siate ferme su quelle che per voi sono inaccettabili. Mettere dei paletti non vi farà sentire spadroneggiate.

311

Discutete delle vostre emozioni

Per un narcisista, esternare le proprie emozioni è la parte più difficile di un rapporto. Se anche voi vi trovate nella stessa situazione, rischiate di non avere mai un punto d'incontro. Cercate di fare voi il primo passo, magari quando vi ritrovate insieme dopo una lunga giornata. Cercate di fargli capire come vi sentite o come è stato per voi vivere una certa situazione. Poi passate la palla a lui.

Continua la lettura
411

Coccolatelo nei momenti di debolezza

Uno dei timori del narcisista è sembrare fragile e quando riesce ad aprirsi, subentra la paura, perché si sente messo a nudo. Fategli capire che voi ci siete e che le coccole possono essere belle e che può tranquillamente fidarsi. È anche un modo per uscire dalla sua ombra, perché sarete voi in quella circostanza la parte forte.

511

Prendetelo in giro dolcemente

Per non farvi eclissare dalla sua immagine da vincente e non soccombere sotto il suo ascendente, provate a ironizzare sui suoi atteggiamenti, in maniera benevola. Ad esempio, se vi dice, anche se in maniera scherzosa, che pendete dalle sue labbra, voi potreste controbattere sorridendo: "E quanto ti piace?".

611

Tenetelo sulla corda qualche volta

Il narcisista è avvezzo alla vostra disponibilità incondizionata. Facendo così, però, non capirà mai cosa voglia dire desiderarvi. Fategli testare la vostra assenza di tanto in tanto, non come ripicca, ma come una cosa che dovete a voi stesse. Siate indipendenti e sicure: anche voi avete bisogno dei vostri spazi.

711

Lusingatelo di tanto in tanto

Non esagerate nel lodare un narcisista, perché andreste solamente a fare il suo gioco. Così facendo, pompate il suo ego e vi privereste della possibilità di vedere veramente chi avete di fronte. Dunque, i complimenti vanno bene, ma solo ogni tanto e quando realmente li merita.

811

Affrontate i problemi direttamente

Il partner narcisista non è molo incline a confrontarsi, ma se c?è un problema va fronteggiato, anche se lui si oppone. È fondamentale che voi non vi facciate condizionare in questo, perché la persona narcisista saprà come uscirne vincente, dato che è sicuro di ciò che pensa. A voi, invece, resterebbe solo rabbia e frustrazione.

911

Negoziate sempre

Provate a pensare alle cose che chiede lui rispetto alle vostre. Sicuramente le pretese e i desideri di un narcisista sono maggiori. Imparate, dunque, a ricevere, oltre che a offrire. Se lui vi ama realmente, capirà come ricambiare, scoprendo anche il lato positivo del donare.

1011

Guarda il video

1111

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non abbiate timore nel chiedere aiuto a una persona più grande di voi o che ha vissuto un'esperienza simile. Potrebbe darvi nuovi spunti di riflessione su come affrontare la vostra relazione.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

5 abitudini che possono rovinare una relazione

Quando siamo da tanto in una relazione spesso ci capita di dare tante cose per scontate. Passato l'innamoramento inziale in cui tutto è bello e perfetto, entriamo spesso in un tunnel di routine, perdendo cosi' di vista quello che volevamo veramente e...
Psicologia

Come capire se la tua relazione durerà

Hai appena cominciato a frequentare una persona e ti stai chiedendo se questa conoscenza ti porterà a una storia seria o se potrebbe rappresentare l'ennesima delusione? Niente paura, in questa guida ti indicherò come capire se la tua relazione durerà...
Psicologia

Come imparare a gestire le emozioni

Gli esseri umani per quanto forti fisicamente e dotati di una certa intelligenza, sono tuttavia vulnerabili in presenza di situazioni che possono generare delle emozioni che diventano poi difficili da gestire. Il problema se possiamo definirlo tale, si...
Psicologia

5 passi per gestire le proprie emozioni

I sentimenti che si provano in varie circostanze differenti, possono essere di varia natura e di varia intensità. L'odio, la rabbia, la gelosia, l'amore, la passione, la delusione, la felicità, la gioia, ecc., sono solo alcuni dei sentimenti piacevoli...
Psicologia

Come gestire la rabbia durante una discussione

Nei rapporti umani affrontare qualche discussione è normale. Ogni individuo è diverso l'uno dall'altro e questo porta a occasionali malintesi. Per amici di vecchia data è tutto più facile da gestire. Anche quando molto diversi, due amici sanno comprendere...
Psicologia

Come gestire le emozioni nello sport

Per qualunque sportivo, apprendere come gestire le emozioni nello sport è fondamentale. L'attività fisica infatti non è solo sforzo fisico, ma anche mentale. Occorrono concentrazione, motivazione, capacità di gestire lo stress, la rabbia, gli insuccessi,...
Psicologia

Come gestire le persone difficili

Le persone difficili sono quelle che possono essere descritte come invadenti, scortesi, egoiste, pettegole e meschine. Avere a che fare con loro risulta sempre molto difficile perché questa tipologia di persone agisce come un vero e proprio vampiro energetico...
Psicologia

Come gestire la propria impulsività

Se ci accorgiamo di essere eccessivamente impulsivi nel reagire alle situazioni che si presentano quotidianamente, può essere necessario prendere dei provvedimenti per migliorarsi. L'agire in modo istintivo, senza pensare alle conseguenze delle proprie...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.