Come gestire la solitudine

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La solitudine è un problema universale, tutti prima o poi finiamo per sperimentarlo a prescindere dalla nostra condizione: uomini e donne, vecchie e giovani... Ci si può sentire o trovare soli per un'infinità di motivi e quasi sempre è un'esperienza negative o deprimente. Tuttavia la solitudine può anche essere un'efficace palestra mentale o un santuario, un luogo da cui potreste uscire rafforzati e più indipendenti.

26

Occorrente

  • Circoli ricreativi - un animale - viaggiare
36

Rifletti sulla tua solitudine

La solitudine è una situazione di potenziale disagio, e la prima cosa da fare per gestirla è capirne i motivi. Fatevi delle domande e datevi risposte sincere: da quanto siete soli? C'è un evento che ha scatenato la vostra solitudine? Cosa siete disposti a fare per uscire dall'isolamento? Riflettere onestamente potrebbe portarvi a capire che magari il vostro è solo un momento di solitudine temporanea, o che magari è dovuta al vostro rifiuto di scendere a compromessi. Potreste anche scrivere un diario per capire se c'è un pattern ricorrente nei vostri pensieri o che collega momenti peggiori. Identificare i motivi e modi di un problema è l'unico modo per risolverlo e trovare un modo corretto di gestirlo.

46

Fai esperienza di te stesso

La solitudine non deve essere una scusa per rifugiarsi nell'immobilità e nel torpore: anche se non avete nessuno, avete sempre voi stessi, ed avete un valore inestimabile. Esploratevi sfruttando la libertà che vi da la mancanza temporanea di vincoli: cosa volete fare? Cosa vi piace fare? C'è qualcosa che non avete mai fatto per timore del giudizio di chi vi circondava? Sperimentate tutto questo, createvi un carnet di esperienze e nutrite la vostra anima! In fondo nessuno può rispondere ai vostri bisogni più intimi come voi stessi!

Continua la lettura
56

Sforzati di interagile con il mondo esterno

L'esplorazione della propria interiorità deve accompagnarsi a quella del mondo esterno: potete esplorarlo anche da soli, una volta che avrete capito quali sono le vostre forze e debolezze. Progettate delle uscite, trovate qualcosa che vorreste fare e uscite a farla! Anche se all'inizio vi sentirete forse imbarazzati o malinconici, presto capirete che non siete certo gli unici, e vi sentirete più consapevoli e indipendenti. La forza che si ottiene imparando a cavarsela da soli è preziosa: una persona sola non è necessariamente debole o triste, spesso è più combattiva ed equilibrata che mai. Vivete la vita che più si avvicina a quella che vorreste: prima o poi inevitabilmente si presenterà l'occasione di conoscere persone affini!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Combattete la solitudine se vi crea depressione

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

Come imparare a gestire le emozioni

Gli esseri umani per quanto forti fisicamente e dotati di una certa intelligenza, sono tuttavia vulnerabili in presenza di situazioni che possono generare delle emozioni che diventano poi difficili da gestire. Il problema se possiamo definirlo tale, si...
Psicologia

5 passi per gestire le proprie emozioni

I sentimenti che si provano in varie circostanze differenti, possono essere di varia natura e di varia intensità. L'odio, la rabbia, la gelosia, l'amore, la passione, la delusione, la felicità, la gioia, ecc., sono solo alcuni dei sentimenti piacevoli...
Psicologia

Come gestire la rabbia durante una discussione

Nei rapporti umani affrontare qualche discussione è normale. Ogni individuo è diverso l'uno dall'altro e questo porta a occasionali malintesi. Per amici di vecchia data è tutto più facile da gestire. Anche quando molto diversi, due amici sanno comprendere...
Psicologia

Come gestire la propria impulsività

Se ci accorgiamo di avere un'impulsività troppo accentuata e di seguire troppo spesso solo l'istinto, dobbiamo imparare a migliorarci, magari anche con un percorso specifico di psicoterapia. Proveremo a trattare questo delicato argomento nella seguente...
Psicologia

Come gestire la propria emotività

Generalmente il sesso femminile è quello che mostra un maggiore coinvolgimento emotivo, rispetto quello maschile, in presenza di situazioni coinvolgenti; anche se è meglio valutare ogni caso singolarmente. L'emotività è una capacità che permette...
Psicologia

Come gestire il controtransfert

Il controtransfert è un fenomeno che non ha ancora una definizione precisa in quanto non è stato ancora stabilito quale sia il suo reale effetto all'interno di una relazione medico-paziente. Alcune scuole di pensiero lo considerano come un fenomeno...
Psicologia

5 modi per gestire la rabbia

La rabbia è semplicemente una delle emozioni a disposizione di cuore, mente e corpo dell'essere umano, ma quando si fa viva troppo spesso e in modo troppo insistente e aggressivo può diventare un problema. Se stai leggendo queste righe, probabilmente,...
Psicologia

Come imparare a gestire la rabbia

La rabbia è uno stato psichico che viene generato da alcune provocazioni capaci di eliminare i freni inibitori che in condizioni normali vanno a stemperare le scelte di un soggetto. La rabbia è quindi un stato d'animo che non fa bene all'uomo per cui...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.