Come filtrare l'olio per friggere

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

È possibile dopo aver utilizzato l'olio di frittura, il riciclo dello stesso, con lo scopo di risparmiare del denaro nell'acquisto di un olio da frittura nuovo. Per svolgere questa operazione, non è necessario l'acquisto di materiale ed attrezzature costose, ma possiamo filtrare l'olio a casa economicamente. In questa guida infatti vedremo come filtrare l'olio per friggere.

25

Occorrente

  • un barattolo in vetro a chiusura ermetica
  • un mestolo forato
  • un filtro da caffè
  • un elastico
35

Innanzitutto, dopo aver utilizzato l'olio, bisogna privarlo dei grossi residui utilizzando una forchetta, un cucchiaio o più comodamente, un mestolo forato da cucina. Una volta compiuta questa operazione, dovremo attendere che il nostro olio si raffreddi parzialmente, raggiungendo una temperatura di circa 50 gradi. Nel frattempo, disporremo un filtro da caffè, facilmente reperibile nei supermercati sull'imboccatura del grande barattolo in vetro in cui andremo a conservare il nostro olio. È importante che il barattolo in vetro sia perfettamente pulito e che sia fornito di un tappo a chiusura ermetica, per impedire che nell'olio possano penetrare delle impurità.

45

Riponiamolo in un luogo fresco e asciutto della nostra abitazione, dove avverrà il raffreddamento completo dell'olio che sarà a disposizione per il successivo utilizzo. L'olio riciclato può essere riutilizzato non solo per friggere, ma anche per saltare i nostri cibi in padella, per pulire alcune griglie e padelle in ghisa ed infine come lubrificante per i nostri attrezzi. Tuttavia è consigliabile riutilizzare l'olio limitatamente per uso alimentare, mentre è consigliato il riutilizzo anche per più volte, per le altre funzioni precedentemente elencate.

Continua la lettura
55

Con una mano, terremo fissato il filtro da caffè all'imboccatura del barattolo. Possiamo facilitare l'operazione e garantire una maggior sicurezza fissando il filtro da caffè all'imboccatura del barattolo tramite un elastico. Successivamente, versiamo l'olio all'interno del barattolo. Questa operazione deve essere eseguita con cautela, in quanto l'olio è ancora caldo e potrebbe procurarci delle ustioni o lesioni serie. È una operazione che va eseguita lentamente e richiede pazienza, in quanto l'olio essendo denso, impiega maggior tempo rispetto ad altri liquidi a passare attraverso il filtro. Una volta terminata questa operazione, sempre con la massima cautela, rimuoviamo l'elastico e il filtro precedentemente posizionati e sigilliamo il barattolo controllando che il tappo sia a tenuta ermetica.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Alimentazione

Le principali caratteristiche dell'olio EVO bio

In questo articolo prenderemo in esame uno degli alimenti più utilizzati e sfruttati nelle nostre tavole: l'olio. In particolare ci focalizzeremo sulle principali caratteristiche che contraddistinguono l' olio evo bio (extra vergine d'oliva biologico),...
Alimentazione

Olio di canapa: proprietà e benefici

L'olio di canapa viene estratto dai semi dell'omonima pianta. Ha un odore dolce e gradevole, molto simile alla nocciola ed una colorazione verde. L'olio essenziale di canapa viene impiegato principalmente nel campo cosmetico per le sue proprietà lenitive...
Alimentazione

Come usare l'olio di noci

In questo tutorial vi vogliamo parlare dell'olio di noce. Tale olio viene usato dai gherigli del frutto dell'albero del noce, che vengono usati senza il mallo e lasciati seccare per vari giorni. In seguito viene fatta la spremitura, che si fa mediante...
Alimentazione

Olio di semi di zucca: proprietà e benefici

L'olio di semi di zucca viene ricavato dall'omonima pianta. I semi vengono tostati e sbucciati, poi spremuti a freddo con macchinari particolari. In Austria, Germania e Romania viene addirittura impiegato in svariate pietanze. Insaporisce con gusto insalate,...
Alimentazione

Come utilizzare l'olio di cedro

Il cedro è un frutto ricco di vitamine (in particolare quelle appartenenti al gruppo C) e di sali minerali e svolge un ruolo essenziale per regolare l'ipertensione e per disinfettare l'intestino. Mangiato al mattino, appena alzati, il cedro permette...
Alimentazione

Come comporre una Buddha bowl

Negli ultimi tempi si è diffusa la moda dei Buddha bowl. Si tratta di un mix di ingredienti posizionati all'interno di una ciotola, molto simili ad un'insalata rivisitata e leggermente più condita. Le ciotole di Buddha bowl, non sono altro che piatti...
Alimentazione

Come fare la salvia fritta

La Salvia Officinalis, o Salvia Comune, è un arbusto sempreverde dai bellissimi fiorellini viola, originario del bacino del Mediterraneo. Questa pianta cresce spontanea in Italia e è presente nei nostri giardini, orti o terrazzi. Le sue caratteristiche...
Alimentazione

Le migliori pietanze autunnali

L'autunno è la stagione che segna il passaggio dal caldo dell'estate al freddo dell'inverno. Per questo motivo, è importante scegliere le giuste pietanze composte soprattutto da frutta e verdura, che sono ricche di sostanze fitochimiche in grado di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.