Come fare yoga: la posizione della candela

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Lo yoga è un'antichissima tecnica di meditazione orientale, enormemente diffusa anche oggi in tutto il mondo. Si tratta di un ottimo modo per migliorare le proprie abilità di concentrazione e può portare ad ​​uno stato di meditazione profonda se praticata correttamente. Lo yoga prevede diverse posizioni in cui poter meditare e una delle più diffuse è quella della candela. Per alcune persone questo tipo di meditazione è abbastanza facile da imparare, in quanto risulta più semplice lasciar andare i propri pensieri poiché ci si concentra su una "cosa" fisica piuttosto che su un mantra. Vediamo allora, attraverso i passi della seguente guida, come fare la posizione della candela.

26

I benefici

La posizione della candela è ottima per stimolare la circolazione venosa degli arti inferiori, è quindi particolarmente indicata per tutte quelle persone che soffrono di problemi di circolazione. I suoi benefici però non finiscono qui! Essa aiuta a eliminare i ristagni liquidi nelle gambe, combattendo così la cellulite e inoltre garantisce un benessere psicofisico in grado di contrastare problemi riguardanti la tensione fisica e mentale.

36

La posizione della schiena

Per eseguire correttamente questa posizione, distendetevi a pancia in su con le gambe unite e le braccia allungate lungo il corpo. Assicuratevi di avere la schiena ben poggiata per terra e pian piano con un respiro profondo sollevate le gambe tenendole tese in verticale. A questo punto, svuotate lentamente i polmoni e contraete l'addome. Poi, con i palmi delle mani rivolti al pavimento, fate leva e procedete ad alzare il tronco e gli arti inferiori.

Continua la lettura
46

La posizione delle mani

Posizionate ora le mani sui fianchi, in modo tale da riuscire a mantenere una posizione verticale, detta appunto a candela. Le punte dei piedi dovranno essere rivolte verso l'alto. Durante l'operazione potete decidere sia di avere gli occhi aperti che chiusi. L'importante però è che la respirazione sia lenta e che il collo, la nuca, le spalle e i gomiti tocchino il suolo. In questo modo, sarete in grado di effettuare questa postura adeguatamente e correttamente.

56

Attenzioni e possibili rischi

È importante seguire con scrupolosità ognuno di questi passaggi. Movimenti scorretti o posture inadeguate potrebbero arrecarvi più danni che benefici. Pertanto, se siete alle prime armi, è meglio non provare a fare questa posizione da soli a casa. Iscrivetevi piuttosto a un corso di yoga, in modo da avere a disposizione un insegnante qualificato che possa seguirvi attentamente.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Come effettuare la posizione sulla testa: pratica yoga

Il praticare tale posizione è un toccasana sia per il corpo che per la mente. Provoca sicuramente un po' di paura, soprattutto per chi ama stare secondo le "regole della gravità", ma basterà solo superarla per accorgervi del benessere che vi infonderà....
Fitness

Come tonificarsi con l'Antigravity Yoga

Non si tratta di una pratica circense o di una disciplina acrobatica, ma di una vera e propria tecnica di yoga che lavora sul corpo a 360 gradi. L'Antigravity Yoga, o yoga che combatte la forza di gravità, nato già da un paio di anni e diffusasi grazie...
Fitness

Posizioni yoga per una buona digestione

La pratica sportiva e spirituale dello yoga, molto in voga negli ultimi anni, non si rivela utile e ricca di benefici solo per la mente ed il suo benessere, ma anche per il corpo e le sue funzioni quotidiane. Infatti praticare quotidianamente e con costanza...
Fitness

Come aumentare la massa muscolare con lo yoga

Lo yoga è un'antica disciplina psicofisica orientale nata precisamente in India, basata sullo sviluppo armonico del corpo, della mente e dello spirito di ogni essere vivente. Il significato stesso della parola yoga sta per unione e fa riferimento all'unione...
Fitness

Come tonificare i glutei con lo yoga

In vista dell'estate siamo tutti alle prese con gli esercizi da fare in palestre e i chili di troppo da eliminare per raggiungere il proprio peso ideale affinché possiamo fare bella figura quando arriverà il tanto temuto momento della prova costume....
Fitness

Come iniziare a fare yoga a casa

Spesso i pressanti impegni di tutti i giorni, come ad esempio conciliare il lavoro e la famiglia, rendono impossibile seguire un corso di yoga. A questo, si aggiunge il fatto che gli orari dei corsi spesso non sono affatto flessibili. La possibilità...
Fitness

10 esercizi di yoga da praticare in casa

Lo yoga è una pratica indiana antichissima che nasce con l'obiettivo di ottenere uno stato di equilibrio e di armonia attraverso l'unione di corpo e mente. Dalle posizioni dell'Ashtanga al Kripalu, le varianti sono davvero numerose.Per ottenere i suoi...
Fitness

Esercizi yoga contro la stitichezza

Il processo di defecazione varia da un individuo all'altro. Quando l'evacuazione delle feci è irregolare ed infrequente si parla di stitichezza, stipsi o costipazione. È un disturbo comune a 13 milioni di italiani e causa sofferenza, emorroidi, ragadi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.