Come fare un impacco di erbe antinfiammatorio

Tramite: O2O 24/09/2016
Difficoltà: media
14

Introduzione

I rimedi per combattere infiammazioni di vario tipo sono davvero tantissimi. Naturalmente, in commercio, è possibile trovare una grande quantità di antinfiammatori che riescono ad alleviare in maniera quasi immediata i dolori e i bruciori causati dalla infiammazione. Ma è anche vero che, un abuso di questa tipologia di medicinali, può portare a problemi gastro intestinali. Per questo è sempre meglio optare per dei rimedi naturali. Non dobbiamo mai dimenticare, infatti, che i medicinali antinfiammatori sono realizzati su basi di erbe officinali. Tra queste possiamo ricordare certamente la camomilla, ed è proprio quest'ultima la protagonista del nostro articolo. Vedremo infatti come fare un impacco di erbe antiinfiammatorio. Vediamo come procedere.

24

Per la preparazione di questo impacco, utilizzeremo per comodità, le bustine di camomille classiche che usiamo per la preparazione della bevanda. La prima cosa da fare per la realizzazione dell'impacco antinfiammatorio alla camomilla è quello di preparare il classico pentolino con l'acqua e preparare una normalissima camomilla così come siamo soliti fare. L'unica differenza è la seguente: bisogna preparare una quantità inferiore di acqua così da ottenere un risultato molto più concentrato.

34

Una volta che l'acqua è pronta, ovvero ha raggiunto la temperatura di ebollizione, immergete la bustina di camomilla al suo interno. Lasciate la bustina in ammollo per almeno dieci minuti. Infatti, oltre all'attesa per l'infusione dovrete anche attendere che l'acqua raggiunga una temperatura tiepida. È consigliabile lasciare la bustina in infusione fino a che non comincerete con l'impacco. Raggiunto il tempo necessario procedete nel modo seguente.

Continua la lettura
44

Togliete la bustina e strizzatela così da recuperare tutto il liquido maggiormente concentrato. A questo punto lavatevi per bene le mani, prendete una garza sterile, tagliatene un pezzo sufficiente per il vostro scopo e immergetela nel liquido. Strizzatela per bene quindi applicatela direttamente sulla parte infiammata, quale potrebbe essere, per esempio, un orzaiolo. In questo caso basterà stendersi su un lettino o su una sdraio e allargare la garza sull'occhio. Lasciate agire l'impacco per una decina di minuti come minimo fino ad un massimo di venti minuti. Potete ripetere l'operazione una seconda volta, ma con una garza nuova altrimenti rischiate di peggiorare l'infezione contratta. Sentirete subito una bellissima sensazione di fresco.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Salute

Mal di spalle: 5 rimedi naturali

Potrebbe essere un problema meno diffuso del mal di schiena o il male cervicale, tuttavia molti di noi soffrono di mal di spalle. Ciò può essere dovuto ad una cattiva postura mantenuta per lungo tempo, alla mancanza di attività fisica adeguata, magari...
Salute

Rimedi contro il mal d'orecchio

Quando si ha male all'orecchio il problema può provenire da diverse fonti come ad esempio un mal di denti o un raffreddore, ma tra le cause ci possono essere anche l'influenza ma non è detto che sia semplicemente un mal d'orecchio. Le motivazioni stanno...
Salute

Come trattare una puntura di tafano

IL tafano è un insetto volante simile alla mosca che vive in zone rurali e agricole, dove si nutre del sangue di grandi mammiferi come cavalli e bovini. Tuttavia, possono trovarsi anche in aree urbane dove c'è acqua, come ad esempio vicino ad un lago,...
Salute

Come funziona la criocamera

La criocamera, è una stanza che può accogliere un massimo di sei persone dove il corpo viene esposto per pochi minuti ad una temperatura molto bassa compresa tra i meno novanta e meno centotrenta gradi, utile per alleviare diversi disturbi sia fisici...
Salute

I consigli per dormire con il mal di schiena

Chi di noi non ha mai avuto un mal di schiena? Lenire questi malanni non è facile, andiamo sempre di corsa movimenti sbagliati, mancanza di attività fisica, elementi che contribuiscono alla sofferenza. In questa guida cercheremo di dare i consigli...
Salute

Come decongestionare il naso chiuso

Decongestionare il naso chiuso è un problema molto diffuso, poiché le cause scatenanti sono legate sia alla classica influenza invernale o ai cambi di stagione e all'allergia. Potremmo seguire vari metodi per risolvere questo problema, che a lungo andare...
Salute

Come scegliere il miglior colluttorio

Per una perfetta igiene orale, dopo l'utilizzo di spazzolino e dentifricio e filo interdentale, c'è il collutorio.Alcuni sostengono che abbia solo un effetto placebo e doni una momentanea sensazione di freschezza, altri invece difendono a spada tratta...
Salute

Come curare gli ematomi

L’ematoma è una lesione della cute caratterizzata da gonfiore e pelle più scura dove si verifica il trauma che generalmente avviene per avere urtato contro qualcosa. Il colpo rompe i vasi sanguigni interni che fanno uscire siero e sangue gonfiando...