Come fare un digestivo al carciofo

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il carciofo è un robusto ortaggio molto amato e consumato nelle cucine italiane, essendo di origine mediterranee. Utilizzato fin dai tempi dell'impero romano, le sue virtù erano ben conosciute anche dagli egiziani. Dalle spiccate proprietà digestive, il carciofo ha in realtà numerose qualità tra le quali quella di contrastare il colesterolo, grazie ad una sostanza in essa contenuta chiamata cinarina. Inoltre questo ortaggio apporta significative quantità di ferro. Tra i migliori modi che vi sono per sfruttare le qualità digestive del carciofo vi è ovviamente quello di farne un ottimo digestivo pronto da bere dopo i pasti. Se ne volete fare uno voi stessi in casa, ecco come fare.

25

Occorrente

  • alcool a 90° (1 litro)
  • gambi e foglie di carciofo
  • acqua ( 1 litro) e zucchero (500 gr - 700 gr)
  • Limone e chiodi di garofano
  • vaso ermetico
  • bottiglie di vetro scuro
35

Preparazione: lavaggio e macerzione

Il primo passaggio per ottenere un digestivo al carciofo fatto in casa è lavare circa una trentina di foglie di carciofo e pulire un paio dei suoi gambi. Occorre anche procurarsi un barattolo con coperchio ermetico, tipo quello da conserva, ben lavato anch'esso precedentemente.
Sminuzzare grossolanamente foglie e gambi puliti ed aggiungere 2 chiodi di garofano e la scorza di un limone facendo attenzione a ricavarne solo la parte gialla. In ultimo aggiungere un litro di alcohol a 90° alimentare. Mescolare bene. Il tutto va riposto per un periodo che va dai 15 ai 20 giorni, al buio e lontano da fonti dirette di calore. In questi 20 giorni cercate di agitare il composto 2 volte al giorno.

45

Filtraggio e finitura

Dopo i 20 giorni di macerazione, il composto è pronto per essere filtrato. In questo modo otterremo la prima parte necessaria per fare il nostro digestivo al carciofo. Ora andremo ad unire a questo uno sciroppo che otterremo facendo bollire acqua e zucchero. Ci occorreranno 500 gr di zucchero per un litro di acqua. Volendo la dose di zucchero può essere aumentata fino a 700 gr se si vuole ottenere un gusto più dolce. Mettiamo acqua e zucchero in una pentola capiente e portiamo ad ebollizione. Una volta raggiunta quest'ultima lasciamo bollire a fiamma bassissima per circa 10 minuti. Attendere che il liquido sia freddo.

Continua la lettura
55

Imbottigliamento e conservazione

Ora che i due preparati sono pronti, possiamo unirli, e, volendo potremmo filtrare nuovamente per ottenere un digestivo dall'aspetto più limpido possibile. Procuriamoci ora delle bottiglie. L'ideale sarebbe averne di vetro scuro e da mezzo litro, così da ricavarne più bottiglie che potreste anche regalare e far assaggiare ai vostri amici. Il digestivo va infatti consumato entro massimo tre mesi dall'imbottigliamento, è quindi consigliabile non farne mai di grandi quantità da tenere in conserva. Il momento migliore per gustare questo delizioso digestivo è senz'altro dopo i pasti. Sarà di sicuro un grande aiuto per la digestione, ma ricordate che, essendo alcolico, è consigliato sì per coloro che hanno si problemi digestivi, ma non che presentano disturbi legati al reflusso gastrico.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

5 virtù del topinambur

Probabilmente non tutti conoscono ancora il delizioso ed esotico topinambur, conosciuto anche con il nome di carciofo di Gerusalemme. Il topinambur è un tubero particolarmente gustoso e molto simile alla patata, ricco di proprietà benefiche per la nostra...
Rimedi Naturali

Proprietà e benefici del calamo aromatico

Il calamo aromatico è una pianta erbacea che cresce in ambienti palustri. È nota e rinomata soprattutto per la sua efficacia come stimolante digestivo, in quanto facilita le funzioni dell'apparato digerente. Scopriamo insieme le proprietà e i benefici...
Rimedi Naturali

Come riconoscere le proprietà salutari dell'origano

L'origano, una pianta aromatica con numerose virtù culinarie e medicinali. Non tutti però riconoscono le sue qualità salutari. Utilizzato, nelle tradizioni cinesi, per la febbre, i problemi intestinali e le affezioni cutanee, presenta forti proprietà...
Rimedi Naturali

I benefici del limone con miele

Bere miele e limone mescolato con acqua calda ogni mattina, a stomaco vuoto, è il modo migliore per perdere peso; questa miscela, se bevuta al momento giusto della giornata, aiuta a rimanere in forma. L'acqua calda consente di liberare la mente e il...
Rimedi Naturali

5 tisane per purificarsi

Quando ci si sente scombussolati con lo stomaco per aver mangiato troppo o per non aver digerito abbastanza bene, è importante assumere delle tisane in grado di purificare l'organismo. Le tisane possono aiutare infatti a sentirsi meno appesantiti, meno...
Rimedi Naturali

Tisane drenanti e depurative

Le tisane drenanti e depurative sono da sempre un rimedio fitoterapico facili e veloci da preparate e, soprattutto, perfette per depurare l'organismo, in particolare il fegato, la colicistii e la bile, e per contrastare la cellulite e la ritenzione idrica....
Rimedi Naturali

Topinambur: le controindicazioni

Il topinambur è una pianta dalle radici commestibili, presente in quasi tutte le regioni italiane. Il tubero di topinambur, chiamato "carciofo di Gerusalemme", viene ancora utilizzato in alcune ricette locali, specialmente piemontesi, che lo vedono come...
Rimedi Naturali

Come disintossicarsi con le tisane

Se desideriamo depurare il nostro organismo, eliminando tutte le tossine dannose, possiamo farlo attraverso l'utilizzo di tisane disintossicanti. Le tisane sono degli infusi 100% naturali, composti da piante, fiori o erbe, con effetto "detox", appunto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.