Come fare l'automassaggio ai piedi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

I nostri piedi sono la parte più ammirevole del nostro corpo: per tutta la vita, seppur costretti nelle scarpe, mantengono il nostro intero peso e ci consentono di eseguire ogni nostro movimento, sorreggendoci in maniera armoniosa. Il loro duro lavoro li porta inevitabilmente ad affrontare numerose alterazioni strutturali, talvolta irreversibili, come l'appiattimento dell'arco plantare e le deviazioni delle dita. Attraverso i passaggi successivi di questa guida ci occuperemo di illustrarvi come bisogna procedere per riuscire a fare l'automassaggio ai piedi. Questo, oltre ad alleviare i dolori ai vostri piedi stanchi, può dare seri benefici in caso di cefalea. I massaggi con l'acqua sono utili quando ci si sente stanchi e deboli, o quando ci si rimette in piedi dopo una malattia. Vediamo dunque come fare!

28

Occorrente

  • Un catino di acqua fredda
  • una pallina
38

La prima cosa da fare consiste in un piccolo e breve massaggio di introduzione, che va praticato seguendo i principi della riflessologia plantare. Ricorda che ogni movimento che eseguii dev'essere dolce e delicato, mai troppo energico, poiché ogni parte del tuo piede è collegata a un organo del tuo corpo, e il corpo richiede sempre di essere trattato con delicatezza assoluta! Inizia a far roteare su se stesse le dita di ogni piede, muovendole pian piano con le dita della mano, una alla volta. Ora vaia a massaggiare lentamente la pianta del piede dal tallone alle dita, con dei movimenti che partono dall'interno della pianta per allungarsi verso l'esterno. Questo primo massaggio ti farà sentire, fin da subito, una grande sensazione sollievo e senso di relax.

48

A questo punto immergi i piedi in un catino di acqua tiepida o fresca, mantenendoli fino all'altezza delle caviglie, quindi muovili dolcemente per 2 minuti. Infine, porta completamente i piedi fuori dall'acqua. Dopo averli asciugati, dovrai mettere una pallina (una semplice palla da tennis o una pallina di gomma come quelle rimbalzanti andrà più che bene) sotto la pianta di uno dei due piedi, facendo rotolare il piede avanti e indietro per 1 minuto. Ripeti il massaggio con l'altro piede.

Continua la lettura
58

Adesso, strisciando per terra con le dita, porta lentamente i piedi in avanti, proprio come se stessi camminando, per una lunghezza di circa 30 cm. Ovviamente dovrai ripetere lo stesso movimento all'indietro. Premi dolcemente, ma con decisione, le dita del piede sinistro sul pavimento, mentre tirate su quelle del piede destro, che deve essere mantenuto aderente al pavimento. Mantieni questa posizione per 3 secondi, quindi ripeti invertendo le posizioni. Tutti questi movimenti del piede e delle dita faranno in modo di riattivare la tua circolazione, oltre a sgranchire le ossa.

68

Continua il massaggio con le dita appoggiate sul pavimento: alza ed abbassa i talloni per 20 volte. Ora, tenendo i talloni a terra, muovi la pianta del piede, prima di quello destro, poi dell'altro, in su e in giù per 20 volte. Rimetti nuovamente i piedi nell'acqua tiepida e sbattili ancora per 1 minuto, quindi avvolgili in un asciugamano, ma senza asciugarli: questa procedura servirà solo per eliminare l'eccesso d'acqua. Infine, riposa con le gambe sollevate, mantenendo i piedi umidi. Per concludere, non ti resta altro da are che coccolare i tuoi piedi con un velo di crema idratante o di borotalco, massaggiando dolcemente la pelle con le mani con movimenti lenti e delicati! Ora i tuoi piedi sono davvero come nuovi: morbidi e rilassati!

78

Guarda il video

88

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Salute

Come fare un automassaggio per il collo

Spesso, per colpa dello stress al quale siamo sottoposti ogni giorno, soffriamo di dolori al collo. Tra le cause primarie di questo problema vi è il mantenimento della medesima posizione per lunghi periodi (lavoro d'ufficio o vita sedentaria), oltre...
Fitness

Come praticare un efficace automassaggio

Spesso lo stress è causa di un affaticamento ed irrigidimento dei nostri muscoli, aspetto che si può tradurre in un senso di spossatezza generico veramente fastidioso. Un massaggio potrebbe essere la soluzione ideale però si sa, non tutti possiamo...
Fitness

Come massaggiare il ginocchio

Per rimanere in forma con il passare degli anni, è fondamentale avere molta cura del proprio corpo. Accettare il deterioramento osseo e reagire di conseguenza è il primo passo per mantenere il proprio corpo in forma. L'ideale sarebbe fare sempre della...
Rimedi Naturali

Come effettuare un massaggio sonoro con le campane tibetane

I tibetani considerano la musica sacra. Essa permette al mondo materiale di entrare in contatto con le realtà invisibili. Le campane tibetane sono antichi strumenti musicali tipici del Tibet, da tempo diffusi in tutta l'Asia. Si adoperano per produrre...
Fitness

Esercizi per rilassare le mani

Spesso, non si pensa al ruolo fondamentale che le nostre mani hanno nella nostra vita quotidiana. Esse, infatti, rappresentano il nostro primo e basilare strumento d'azione. Proprio per questo motivo è importante prendersene cura anche attraverso degli...
Rimedi Naturali

Come fare l'autoshiatsu contro il mal di testa

Ricevere un massaggio è sempre gratificante e rilassante, soprattutto se si avverte dolore al collo o alla schiena, ma anche in qualunque altra parte del corpo. Questo tipo di rimedio però il più delle volte ha un costo. Molto spesso infatti non possiamo...
Rimedi Naturali

Come drenare le gambe

L'estate è alle porte, e se da un lato la voglia di mare aumenta sempre di più, dall'altro ci assale il solito dramma: l'idea di non essere pronte per la temutissima prova bikini, soprattutto per chi ha qualche problemino di chili in più o ha differenti...
Alimentazione

Come abbinare correttamente i cibi per il benessere intestinale

Il benessere intestinale è assicurato quando si ha uno stile di vita sano composto da un’alimentazione equilibrata, da una buona flora intestinale, da un’attività fisica costante, da relazioni soddisfacenti, da benessere mentale e da ridotte forti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.