Come fare in caso di lesione dei legamenti

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Le lesioni ai legamenti possono essere causate da un semplice movimento sbagliato ed inopportuno, compiuto senza alcun sforzo eccessivo. Le principali cause sono:
- l'atto del torcere il ginocchio con il piede piantato in terra;
- l'estendere troppo un arto, associata ad un carico eccessivo sull'articolazione;
- il saltare su un ginocchio flesso, appoggiando la mano o il piede in una posizione scorretta;
- delle contusioni.
Le lesioni dei legamenti sono maggiormente comuni nei giocatori di calcio e di basket, negli sciatori, nei ginnasti, in quanto con l'attività sportiva è maggiore la probabilità di incorrere in gesti sbagliati che provochino la lesione. In questa guida vediamo come fare in caso di lesioni a carico dei legamenti.

27

Occorrente

  • ghiaccio
  • antidolorifici
  • antinfiammatori
  • tutori
  • bendaggi
  • stampelle
  • riabilitazione
37

Legamento crociato anteriore e posteriore

I legamenti sono delle fasce dure di tessuto, che collegano le varie ossa del corpo tra di loro. Ci sono due importanti legamenti, molto conosciuti in quanto sono maggiormente colpiti dalle lesioni. Stiamo parlando del legamento crociato anteriore e posteriore, che legano tra loro tibia e perone, e sono due importanti strutture del ginocchio. In generale, le lesioni ai legamenti, del ginocchio, del piede o della mano, possono essere molto dolorose e debilitanti. Se non vengono gestite correttamente possono, addirittura, influire e cambiare permanente lo stile di vita.

47

In caso di dolore improvviso evitare di caricare la zona interessata e fasciare l'arto dopo aver applicato il ghiaccio

La diagnosi clinica può essere difficile da fare, specie nei casi che avvengono in maniera poco evidente e con assenza di dolore nell'immediato. Tuttavia, il dolore è presente nella quasi totalità delle lesioni. Inoltre, è di norma presente il gonfiore della zona interessata, una sensazione di scioltezza nelle articolazioni, l'incapacità di mettere il peso sulla zona interessata. Il dolore, inoltre, è spesso improvviso. La prima cosa da fare, è evitare di caricare la zona interessata e fasciare l'arto dopo aver applicato del ghiaccio. Inoltre, occorrerà recarsi dal proprio medico curante che prescriverà un esame approfondito, come la radiografia o la risonanza magnetica nucleare.

Continua la lettura
57

Effettuare lo stretching prima e dopo l'allenamento e di non aumentare in maniera brusca l'intensità dell'allenamento

Dagli esami eseguiti si può verificare l'entità del danno al legamento. Per le lesioni più gravi è inevitabile ricorrere all'intervento chirurgico, per riparare i legamenti danneggiati o per ricostruirli nel peggiore dei casi. Il tipo di intervento chirurgico dipende, anche, dalla situazione fisica del malato. Per diminuire i rischi di una lesione del genere, nel caso in cui si pratica una regolare attività fisica, è bene effettuare lo stretching prima e dopo l'allenamento. Inoltre, è sconsigliato aumentare, in maniera brusca, l'intensità dell'allenamento.

67

Mantenere la zona sollevata su un cuscino quando si è seduti o sdraiati

In caso di una lieve lesione, può essere evitato l'intervento chirurgico, anche se occorre avere molta pazienza e sopportazione per attendere un miglioramento spontaneo. Sono diversi i rimedi che possono accelerare la guarigione. Innanzitutto, è necessario evitare di caricare eccessivamente la zona interessata dalla lesione. L'applicazione di ghiaccio, per cicli di 20-30 minuti ogni 3-4 ore per 2-3 giorni, è molto utile poiché riduce dolore e gonfiore. È consigliata l'applicazione di un bendaggio elastico, nonché mantenere la zona sollevata su un cuscino, quando si è seduti o sdraiati. È utile, inoltre, indossare opportuni tutori per stabilizzare la zona e proteggerla da ulteriori lesioni. L'assunzione di farmaci antidolorifici ed antinfiammatori non steroidei è quasi sempre necessaria. Inoltre, è buona norma iniziare una terapia riabilitativa una volta prescritta dal medico di base.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il tempo di recupero dipende da quanto sia grave la lesione e dal soggetto, ma qualunque cosa tu faccia non affrettare mai le cose tornando improvvisamente al tuo vecchio livello di attività fisica se non gradualmente. Se si inizia a usare l'arto prima che sia guarito si potrebbero causare danni permanenti.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Come rimediare ad un muscolo lesionato

Le lesioni muscolari sono imprevisti che accadono frequentemente, specie agli sportivi. Si tratta di infortuni che possono essere molto dolorosi e fastidiosi, impedendoci di compiere le nostre normali attività quotidiane. In questa guida parleremo di...
Fitness

Come curare il torcicollo

Il "torcicollo" è un disturbo dovuto ad uno spasmo che deriva dalla contrattura dei muscoli del collo. È un fenomeno che si verifica a causa di un'esposizione prolungata a correnti d'aria, come quella proveniente dal finestrino dell'auto abbassato,...
Fitness

Come fare stretching del ginocchio

La funzione del ginocchio è senza dubbio quella di equilibrare da un lato il peso del corpo che, grava sopra di esso e, dall'altro le pressioni e i traumi dovuti alla marcia che vengono trasmessi dal basso. Comunque anche se il ginocchio è abbastanza...
Salute

Le principali malattie delle ossa

Per vivere meglio è importante conoscere il funzionamento del corpo umano ed i problemi ad esso legati. Disturbi e malattie molto frequenti, soprattutto nei soggetti di età più avanzata, sono quelli legati alle ossa ed alle articolazioni. Esse svolgono...
Fitness

Ginocchio valgo: alcuni suggerimenti

Molte sono le problematiche che colpiscono le articolazioni e molti sono i fastidi che devono essere affrontati quando si parla di legamenti, di ginocchia e di infortuni legati a questa particolare zona del corpo. Il ginocchio valgo ad esempio, è una...
Fitness

I benefici dello squat

Quando le giornate si allungano e le temperature si alzano si inizia ad avere una gran voglia di mare. Ma andare al mare significa anche sfoggiare un fisico perfetto per non arrivare impreparati alla prova costume. Quindi via ad esercizi di tonificazione...
Fitness

Come riabilitare la caviglia dopo una distorsione

Uno dei più frequenti e comuni traumi muscolo-scheletrici dell'arto inferiore è sicuramente la distorsione della caviglia. Anche se il danno non è permanente è importante non sottovalutare la riabilitazione, in modo tale da essere certi che non si...
Fitness

Come curare un ginocchio gonfio

Il gonfiore del ginocchio, a volte chiamato effusione al ginocchio o acqua al ginocchio, rappresenta un problema soprattutto per coloro che praticano attività sportive, ma può pregiudicare anche la normale attività quotidiana. Quando il gonfiore è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.