Come Fare il Saluto nelle Arti Marziali Giapponesi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Sono davvero tante le persone che si avvicinano alle discipline orientali e, in modo particolare, alle arti marziali. Come dice la parola stessa, si tratta di una vera e propria arte, che richiede di essere eseguita con rigore e serietà, al fine di trarne vantaggio sia sotto l'aspetto fisico che psicologico. Dobbiamo sapere che conoscere le forme cerimoniali del saluto che devono essere eseguite nell'ambito di queste discipline è di fondamentale importanza. Il saluto è particolarmente sentito in quelle arti di tradizione giapponese, e tra le più note possiamo citare l'Aikido, il Judo e il Karate. Iniziamo subito con il dire che vi sono due tipi di saluto che vengono eseguiti nella scuola giapponese: quello in posizione eretta, chiamato ritsu rei e quello in ginocchio, chiamato za rei. Nei passaggi successivi di questa guida, a tale proposito, ci occuperemo di illustrarvi dettagliatamente come bisogna procedere per fare il saluto nelle arti marziali giapponesi.

26

Iniziamo dal saluto in posizione eretta, che è conosciuto anche con il nome di ritsu rei. Questo, generalmente, viene eseguito quando si entra in un "dojo" cioè in una sala d'allenamento. Per farlo dobbiamo eseguire la seguente procedura: innanzitutto assumiamo la posizione naturale frontale cioè con le gambe unite, i talloni uniti e le punte dei piedi divaricate a 45°. Da questa posizione dobbiamo piegare lentamente il nostro busto verso avanti di circa 30°. Ricordiamoci sempre che quando eseguiamo questo movimento, anche la testa dovrà seguire il movimento del busto. A questo punto, con lo sguardo fisso in avanti, cerchiamo di tenere le mani appoggiate, appena al di sopra delle ginocchia, quindi teniamo le gambe ben tese.

36

Ora possiamo passare al saluto in ginocchio, che viene chiamato za-rei, in cui i passi da seguire sono i seguenti: come prima cosa assumiamo la posizione frontale, esattamente come abbiamo fatto per il saluto in piedi, quindi indietreggiamo il piede sinistro in modo tale da appoggiare il ginocchio sinistro verso terra. Da questa posizione possiamo scendere con il ginocchio destro per allinearlo con l'altro ginocchio, quindi sediamoci nella posizione sollevata sui talloni, chiamata "kiza", e ruotiamo le dita dei nostri piedi appoggiando il collo degli stessi a terra, sedendoci completamente. Questa posizione viene chiamata "seiza". A questo punto, per poter eseguire il saluto dobbiamo appoggiare le mani a terra, cercando di orientare sia i pollici e gli indici verso il centro, quasi come se volessimo formare un triangolo. Ora pieghiamo verso l'avanti, evitando di appoggiare però la fronte, ma guardando sott'occhio chi ci sta di fronte, cercando di non sollevare il capo.

Continua la lettura
46

Per quanto riguarda la vocalità del saluto, in quasi tutte le scuole giapponesi si devono utilizzare le seguenti espressioni: "onagaeshimasu" per salutare un compagno d'allenamento, cercando di invitarlo a praticare con noi il salute. L'espressione "Arigatoo gozaimashità", invece, viene utilizzata per ringraziare il compagno o il "sensei", cioè l' istruttore della scuola quando si conclude la lezione o l'incontro. Ad ogni modo è bene sapere che esiste anche una versione più formale da adottare quando dobbiamo salutare un insegnante di alto livello e cioè "Domo arigatoo gozaimashità".

56

Guarda il video

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Come fare Yoga in casa: il saluto al sole

Se siete a corto di tempo ma, allo stesso tempo, siete alla ricerca di un unico mantra per rimanere in forma, ecco la risposta: una serie di 12 potenti asana (posture) yoga che sono in grado di fornire un buon allenamento cardiovascolare. Letteralmente...
Fitness

Come eseguire la posizione yoga saluto alla luna

Come il Saluto al Sole rappresenta la parabola solare, dall'alba al tramonto, così il Saluto alla Luna raffigura la luna nelle sue fasi: ascendenti e discendenti, piene e vuote.In ogni essere vivente, a prescindere dal sesso, sono contemporaneamente...
Fitness

Yoga: i primi esercizi per principianti

La disciplina dello Yoga, molto in voga nell'ultimo decennio in occidente, ha la particolarità di riuscire ad apportare contemporaneamente benefici fisici e psichici per chi la pratica con frequenza.La filosofia alla base dello yoga, che secondo gli...
Fitness

Come aumentare la massa muscolare con lo yoga

Lo yoga è un'antica disciplina psicofisica orientale nata precisamente in India, basata sullo sviluppo armonico del corpo, della mente e dello spirito di ogni essere vivente. Il significato stesso della parola yoga sta per unione e fa riferimento all'unione...
Fitness

Hatha Yoga: le posizioni più rilassanti

Lo Hatha Yoga nasce in India ed è la tecnica più diffusa in Occidente. La pratica regolare degli asana, con movimenti fluidi ma mai troppo faticosi, promuove l'unione, l'equilibrio e l'armonia tra corpo e mente. I benefici interessano la sfera psicofisica....
Fitness

Esercizio: sollevamento delle gambe in posizione supina

Gli esercizi di sollevamento delle gambe in posizione supina sono molto utili per l'allenamento di glutei cosce e polpacci. A seconda della modalità sono anche utili per la circolazione. La posizione supina ci consente di modellare i muscoli delle cosce...
Psicologia

Linguaggio dei segni: come comprendere un disagio

Il linguaggio dei segni è un sistema codificato, studiato per sopperire all'impossibilità da parte di alcuni soggetti di avvalersi della lingua parlata. Per coloro i quali non è possibile articolare parola per vari motivi patologici, così come per...
Alimentazione

10 motivi per cui mangiar sano

Oggigiorno una dieta variegata ed anche equilibrata è fondamentale per riuscire a tenere sotto controllo il peso, e di conseguenza per mantenere la forma fisica, ma è anche importante per la nostra salute. Infatti una dieta sana può risparmiare dolore...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.