Come fare esercizi per rilassare la mandibola

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La mandibola è un osso situato nella parte inferiore del viso provvisto di articolazione. Si tratta dell'unico osso mobile del cranio: infatti essa è legata a dei muscoli preposti a funzioni molto importanti come quella di aprire e chiudere, masticare, sorridere e parlare. Può accadere a causa di stress o di artrite ma anche a causa di traumi o infiammazioni, che questi muscoli si irrigidiscano e che, di conseguenza, ci si ritrovi senza volerlo a digrignare i denti, soprattutto durante le ore notturne e il sonno. Addirittura si può arrivare a logorare la dentatura senza rendersene conto e ad avere fastidi molto importanti a carico dei muscoli facciali o cervicali o dorsali. Per evitare questi blocchi esistono dei semplici esercizi molto efficaci che vanno però eseguiti con una certa costanza, intorno alle due/tre volte a settimana: in questa breve guida cercheremo di scoprire insieme come fare esercizi per rilassare la mandibola. Questi esercizi possono essere svolti in qualunque momento della giornata e richiedono poco tempo ma possono comportare un notevole beneficio e una forma di prevenzione anche per chi non ha alcun disturbo.

27

Esercizi di rilassamento della mandibola

Il primo esercizio per rilassare la mandibola ha lo scopo di attenuare i dolori dei muscoli masticatori, soprattutto del pterigoideo interno, esterno e del massetere. Per farlo dovete stringere del tutto la mascella per quattro, sei secondi, dopodiché allentare la dentatura e aprire lentamente la bocca. Successivamente dovete utilizzare la mano: per mezzo di essa pressate il mento effettuando una cauta tensione e contemporaneamente cominciate ad aprire la bocca. In seguito effettuate dei movimenti lenti spostando la mandibola a destra e a sinistra; per completare l'esercizio stringete ancora una volta la mandibola e aprite lentamente la bocca. Ripetete l'esercizio per 5/6 volte.

37

Esercizi di stretching mandibolare

Un altro esercizio molto efficace è lo stretching mandibolare: per effettuarlo dovete aprire lentamente la bocca al massimo e con l'aiuto delle mani iniziare a massaggiare con piccoli movimenti circolatori i muscoli della mascella che si trovano sotto le orecchie; a questo punto richiudete lentamente la bocca e ricominciate da capo. Anche questo esercizio va svolto per almeno 5/6 volte.
Questo esercizio è particolarmente indicato nei casi di blocco della mandibola che hanno origini molto disparate ma sono abbastanza frequenti.

Continua la lettura
47

Esercizi di visualizzazione

Un altro esercizio è quello di visualizzazione: questo esercizio è più ampio rispetto a quelli che abbiamo visto perché favorisce il rilassamento non solo della mandibola ma anche dei muscoli facciali e addirittura delle spalle. Per effettuare questo esercizio dovete sedervi e fare attenzione concentrandovi sulla respirazione. Inspirate con il naso ed espirate dalla bocca: per cinque, dieci secondi stringete la bocca e pressate la lingua sulla cresta alveolare, posta tra il palato e i denti superiori, dopodiché raggrinzite il viso e issate le spalle; infine rilassatevi e concentrate il vostro pensiero sul respiro. Ripetete come al solito per 5/6 volte.

57

Esercizi di sbadiglio con respiro

Passiamo ora all'ultimo esercizio che è lo sbadiglio con respiro: questo esercizio rilassa il corpo, il viso, la gola e la mascella. Effettuate per cinque, dieci volte un grande sbadiglio con l'apertura completa della bocca, inspirate distendendo i muscoli della mandibola e irrigidendo i muscoli delle braccia e delle spalle; infine espirate e rilassatevi. Ripetete per 5/6 volte come per gli altri esercizi.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Quando effettuate questi esercizi non dovete avvertire nessun tipo di dolore, praticate sempre dei movimenti graduali.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Come rilassare i piedi affaticati

Chi svolge un lavoro in cui bisogna stare in piedi, gli sportivi, o comunque coloro i quali si dilettano in lunghe passeggiate, al termine dell'attività avranno sicuramente i piedi affaticati. Esistono diversi modi per trattare il dolore e la stanchezza,...
Rimedi Naturali

Esercizi con il metodo Bates

Questa guida vi permetterà di scoprire gli esercizi da fare per migliorare la vista con il metodo Bates. La ginnastica visiva, ideata dall'oculista americano William Bates, come vedremo non è proprio un esercizio fisico. Laureatosi in medicina, ha...
Rimedi Naturali

Esercizi per aumentare il metabolismo

Quando decidi che è arrivato il momento di dare un taglio al girovita, si presentano numerose possibilità, da quelle più valide, alle pillole dei ciarlatani. La prima abitudine da correggere è l'alimentazione, troppo spesso organizzata in base a stressanti...
Rimedi Naturali

Dolori alla pianta del piede: rimedi naturali

Un italiano su due soffre di dolori alla pianta del piede. Il dolore può avere varie origini. La causa più comune solitamente, è l'eccessivo sforzo a cui si sottopongono le ossa del metatarso. Purtroppo questo problema tende a ripresentarsi nel corso...
Rimedi Naturali

Come rilassarsi in modo naturale

In questo tutorial vedremo come rilassarsi in modo naturale. Questo aspetto del rilassamento è uno stato psico-fisico molto necessario per trovare la pace che si è persa vincendo lo stress causato dai "problemi" di tutti i giorni. Ci sono scuole diverse,...
Rimedi Naturali

Rimedi naturali per i piedi gonfi

Un problema che spesso affligge i lavoratori, in particolare quelli appartenenti al gentil sesso è quello dei piedi gonfi, spesso questo sintomo è accompagnato anche da un dolore lancinante. Questo disturbo può considerarsi normale se si trascorre...
Rimedi Naturali

I 10 migliori rimedi naturali antirughe

Il tempo passa per tutti, e i suoi segni sulla nostra pelle sono inevitabili. Ci sono però dei rimedi che possono aiutare a contrastare i segni dell'età. Usare creme anti età è sicuramente un'alternativa, spesso è la più utilizzata, ma non sempre...
Rimedi Naturali

Come ridurre l'acufene in modo naturale

Prima di dare dei consigli su come ridurre l'acufene, bisogna darne una definizione. Si tratta di un fastidioso disturbo che si manifesta con ronzio alle orecchie e può essere accompagnato da sibili e fischi a volte permanenti. Le cause di questa malattia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.