Come evitare le fitte al fianco

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Partiamo dal presupposto che la presente guida non si addentra, dettagliatamente, nell'ambito della medicina. Tuttavia, anche se non andiamo ad analizziamo delle specifiche competenze sanitarie, possiamo aiutarvi a comprendere sulle motivazioni di un fastidioso problema che interessa svariate persone. Precisamente, spiegheremo alcune semplici metodologie in grado di evitare l'insorgenza di disturbi al quanto scomodi, come le fitte al fianco. Sia se il dolore avviene a sinistra, sia se avviene a destra, in ogni caso è fonte di preoccupazione e di invalidità nelle comuni attività di vita quotidiana. In questa guida, pertanto, vi daremo qualche consiglio su come evitare le fitte al fianco.

27

Occorrente

  • consiglio del medico
  • riduzione dello stress
  • rimedi omeopatici
  • meno sforzi fisici
  • dieta bilanciata
37

Qualsiasi dolore persistente ed insopportabile che viene avvertito necessita di essere analizzato da uno specialista, ossia da un buon medico. È buona norma, infatti, studiare la ragione scatenante del dolore, effettuando delle analisi specifiche, come possono essere gli esami ematici, un'ecografia addominale, una gastroscopia, una colonscopia, e molto altro. L'indagine deve essere effettuata in base alla zona d'insorgenza del dolore, alle circostanze in cui si presenta, ed alla sua intensità. Se le fitte interessano la zona addominale inferiore, probabilmente i disturbi sono a carico dell'intestino o delle vie urinarie (ad esempio, la vescica, o l'uretra). Invece, se la regione del corpo interessata è quella addominale superiore, occorrerà rivolgere la propria attenzione verso il fegato.

47

Anche i calcoli, sia se sono biliari che renali, necessitano di essere presi fortemente in considerazione come una possibile causa di dolore addominale. Inoltre, uno sforzo fisico eccessivo o un'abbuffata di cibo e di acqua rappresentano altri possibili fattori scatenanti. A seconda dei sospetti, è necessario agire di conseguenza e mettere in pratica la giusta strategia. Se si ha la sensazione che tutto dipende dall'intestino, in quanto il dolore avviene dopo o durante i pasti, è necessario eliminare dalla propria dieta tutti gli alimenti che possono provocare allergia, diarrea o gonfiore. Ad esempio, in questo caso è buona norma abolire i fritti, i cibi molto grassi, ed i dolci elaborati. Per la gastrite e per sindrome del colon irritabile è opportuno diminuire le situazioni di stress eccessivo, e se si vuole ottenere un aiuto, è possibile ricorrere a delle terapie omeopatiche ben dosate, come possono essere i fiori di Bach in gocce.

Continua la lettura
57

Se il disturbo consegue ad un'attività fisica, come una corsa, una camminata a passo sostenuto o simili, non rimane altro da fare che partire per gradi e diminuire l'intensità degli sforzi. È pertanto consigliato allenarsi in modo graduale, controllando ogni singola fase della respirazione. A tal proposito, è opportuno effettuare degli specifici esercizi dedicati alla respirazione stessa, in modo da ottenere degli effetti positivi. Anche se la causa del dolore non è legata ad una cattivo allenamento, i benefici di una corretta fase di respirazione sono sempre evidenti.

67

Un altro consiglio che vi diamo è quello di rinforzare i muscoli dell'addome con attività specifiche, come le rotazioni del tronco, preferibilmente facendosi consigliare da un istruttore dopo avergli esposto le proprie patologie. Le parole chiave dei rimedi sono, quindi, un'alimentazione bilanciata, un'attività fisica costante e regolare, il relax ed il consiglio del proprio medico curante. Seguendo tutti questi consigli, è possibile trovare la strada per raggiungere uno stato di salute ottimale, che da tempo si desidera, e si eviteranno dei peggioramenti.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Pur chiedendovi di non esagerare con gli sforzi fisici vi chiedo di non seguire una vita sedentaria

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Respirazione addominale: i benefici

Respirare è un azione comune ed involontaria, che tutti voi fate ogni giorno. Tutto ciò è molto ovvio, starete pensando: se non si respirasse più non ci sarebbe vita. Tuttavia, con pratiche quali lo yoga, si è scoperto che non tutti respirano nella...
Rimedi Naturali

Rimedi naturali contro la diarrea

A tutti è capitato di avere la diarrea. La diarrea è senza dubbio una condizione poco auspicabile. A volte si presenta in seguito all'ingerimento di cibi avariati o accostamenti di cibi sbagliati, altre volte invece è una condizione inevitabile che...
Rimedi Naturali

Proprietà e benefici dell'agnocastro

L’agnocastro (Vitex agnus-castus) appartiene alla famiglia delle Verbenaceae e costituisce una pianta spontanea dei territori dell'Europa: nella Penisola Italiana, esso cresce prevalentemente in prossimità dei fiumi e sulle terre estremamente umidi....
Alimentazione

Come abbinare correttamente i cibi per il benessere intestinale

Il benessere intestinale è assicurato quando si ha uno stile di vita sano composto da un’alimentazione equilibrata, da una buona flora intestinale, da un’attività fisica costante, da relazioni soddisfacenti, da benessere mentale e da ridotte forti...
Fitness

I migliori esercizi per la schiena

La schiena, colonna portante di tutto il nostro corpo, spesso e volentieri subisce sforzi ed è vittima di stanchezza e affaticamento. Ovviamente, una degli accorgimenti per poter avere una schiena sana e in forma, è quella di curare postura e abitudini....
Alimentazione

10 cibi che causano gonfiore addominale

Il gonfiore addominale annovera tra le sue cause principali la presenza di gas in eccesso all'interno dello stomaco. Detti gas possono a loro volta dipendere da numerose cause differenti, una tra le quali è senza dubbio l'alimentazione: latte, formaggi...
Rimedi Naturali

Come preparare la soba cha

Da una decina di anni ad oggi si è andata diffondendo sempre di più una cucina salutare e rimedi naturali a base di infusi e tisane per cercare di contrastare lo stress ossidativo dei radicali liberi che un' alimentazione sbagliata favorisce. In commercio...
Rimedi Naturali

Come preparare lo sciroppo di sambuco

Lo sciroppo di sambuco viene comunemente venduto in erboristeria come rimedio naturale contro i sintomi dell’influenza, del raffreddore, nonché bronchiti, tosse ed infezioni a carico delle vie aeree superiori. Della pianta, il cui nome scientifico...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.