Come evitare la contaminazione di cibi senza glutine

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La celiachia rappresenta un'intolleranza al glutine, ovvero ad una proteina che si trova nella maggior parte dei cibi di consumo contenenti frumento. La celiachia può essere una malattia molto pericolosa per chi ne soffre, perché può causare la diarrea cronica, stanchezza e spossatezza in casi rari possono avvenire anche crisi respiratorie. Chi è celiaco, deve assolutamente evitare tutte le contaminazioni con alimenti contenenti il glutine. Oggi sono molte le attività come bar, pizzetterie o ristoranti che vendono prodotti per celiaci privi di glutine. Ecco dunque diversi metodi su come come evitare la contaminazione di cibi senza glutine.

24

Presentare le stesse portate

Non fate sentire mai l’ospite celiaco come fosse un pesce fuor d'acqua a tavola. In pratica, il vostro ospite deve sentirsi come a casa sua, come se non avesse nemmeno la celiachia; un primo passo è quello di presentare le stesse portate, una normale e una senza glutine, e naturalmente ricordatevi quale delle due è senza glutine. Non usare mai utensili in legno quando si prepara qualunque portata: il legno è un materiale poroso e nonostante venga lavato col detersivo, restano sempre tracce di glutine.

34

Quali spezie da utilizzare

Porre a “distanza di sicurezza” cibo senza glutine da quelli che lo contengono: meglio evitare qualunque rischio di contaminazione. Può sempre volare e cadere qualche briciola di pane su un piatto senza glutine posto lì accanto. Tutti cadono di fronte il sale e lo zucchero, è ovvio che queste due spezie, che se ne stanno lì nelle nostre belle saliere, sono senza glutine, ma se, per caso, viene girata della pasta di semola e poi utilizzate lo stesso mestolo per prendere il sale e/o lo zucchero, questi diventano contaminati. E’ giusto pensare che le spezie siano senza glutine, ma nulla toglie che possano essere contaminate. Quindi, se non siete sicuri al 100% che il sale e/o lo zucchero siano esenti da contaminazione, evitate a priori di usarli per portate per celiaci. Piuttosto aprite una confezione nuova di sale e/o zucchero e usate quelli per il celiaco.

Continua la lettura
44

Evitare che la posata tocchi il piatto

E’ necessario ricordarsi che a tavola, i piatti di portata devono avere un proprio cucchiaio, in modo tale che nessuno prenda il cibo con le proprie posate! Per prendere il cibo e portarlo al proprio piatto è sufficiente ricordarsi che la posata non deve mai toccare il proprio piatto. Un metodo valido per evitare che la posata tocchi il piatto, è quello di lasciare cadere la pietanza dalla posata al piatto posto lì vicino.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Alimentazione

Le peggiori bufale sul glutine

Parola che ormai tutti conosciamo, il glutine è una sostanza proteica che ritroviamo negli alimenti trattati con farina e cereali vari. Durante la preparazione degli impasti le componenti proteiche del glutine, la prolammina e la glutanina, si fondono...
Alimentazione

Come scoprire l’intolleranza al glutine

Oggigiorno sono moltissime le persone che scoprono anche in età adulta di essere intolleranti al glutine, una proteina presente in moltissimi alimenti. L'intolleranza al glutine può trasformarsi in qualcosa di più serio, ossia la celiachia, che non...
Alimentazione

Quali sono i cereali senza glutine

La celiachia è un'intolleranza alimentare che alcuni individui hanno nei confronti dei cibi contenenti glutine (il glutine è una sostanza formata dall'unione di due tipi di proteine: la gliadina e la glutenina presenti, in modo particolare, in alcuni...
Alimentazione

Cibi da evitare se si soffre di celiachia

Mangiare sano e in modo intelligente è sicuramente un ottimo approccio ad un'alimentazione consapevole e intelligente. Talvolta però, tra i cibi che consumiamo quotidianamente possono annidarsi delle insidie, soprattutto per chi senza saperlo è geneticamente...
Alimentazione

5 tipi di pasta senza glutine

La pasta senza glutine è per tutti coloro che hanno una forte intolleranza al grano, ciò comporta un'importante modifica del loro sistema di alimentazione, come per molte altre cose, anche per per questo tipo di pasta c'è un'ampia scelta da fare. C'è...
Alimentazione

Come sostituire il glutine

Recenti ricerche nel campo medico, hanno evidenziato che attualmente almeno 1 italiano su 100 è affetto dal c. D disturbo di celiachia. La celiachia, è una malattia autoimmune che colpisce l'intestino tenue dell'individuo, e che comporta l'impossibilità...
Alimentazione

Ernia inguinale: cibi da evitare

L'ernia inguinale è un problema abbastanza rilevante che generalmente porta ad un'operazione chirurgica. Questo problema colpisce prevalentemente il sesso maschile, con una proporzione di 8 a 1 rispetto a quello femminile, in una fascia d'età media...
Alimentazione

5 cibi per eliminare la pancia

Le cause del grasso addominale sono: lo stress, il nervosismo, il diabete ed un programma alimentare non equilibrato. Alcuni alimenti gonfiano la pancia ed apportano un fastidioso senso di pesantezza. Bibite gassate, pane bianco, carne rossa, frittura,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.