Come e quando assumere il verbasco

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il verbasco (Verbascum Thapsus), noto anche come Tasso barbasso, è una pianta officinale spontanea. Appartiene alle Scrophulariaceae. I suoi steli possono raggiungere anche i 2 metri di altezza; i fiori sono grandi, cimosi e gialli. I terreni incolti, sassosi e ben soleggiati, i margini delle strade di campagna si rivelano un habitat naturale. Da secoli vengono riconosciute al verbasco proprietà espettoranti, diuretiche, depurative, lenitive, cicatrizzanti e sedative. Foglie e fiori essiccati contengono saponine, mucillagini e flavonoidi. I semi, invece, sono altamente tossici ed inutili. Sia ad uso interno che esterno, la pianta non presenta alcuna controindicazione ad eccezione dell'ipersensibilità individuale. Ma ecco come e quando assumere il verbasco.

27

Occorrente

  • Foglie e fiori secchi o freschi di verbasco
  • Acqua
  • Pentolino
  • Garza sterile o pezzuola per applicazioni locali e cataplasma
37

Affezioni delle vie aeree

Assumere il verbasco sotto forma di infuso in caso di affezioni delle vie aeree. Dalle proprietà espettoranti, fluidificanti, antinfiammatorie e sedative, calma la tosse, le faringiti e le laringiti. È ideale per le tracheiti, i sintomi influenzali, le bronchiti, i raffreddori, la raucedine e l'afonia. Lasciare pertanto in infusione in una tazza di acqua bollente un cucchiaio di fiori secchi di verbasco, reperibili in erboristeria. Attendere 10-15 minuti e filtrare bene. I residui della pianta, infatti, potrebbero irritare le mucose della bocca. Si possono assumere fino a 3-4 tazze al dì.

47

Irritazioni della pelle

Gli impacchi ed i decotti di verbasco risolvono efficacemente le irritazioni della pelle. Dalle proprietà antinfiammatorie e lenitive regalano sollievo in caso di ulcere, bruciature, piccole piaghe e scottature, foruncoli e pruriti. Per procedere, portare ad ebollizione un litro di acqua. Quindi, aggiungere 4 cucchiai di fiori secchi di verbasco. Lasciare bollire ancora per 3 minuti e filtrare adeguatamente. Fare intiepidire e imbevere una pezzuola nella tisana. Applicare sulle zone interessate per 2-3 volte al giorno, fino a miglioramento.

Continua la lettura
57

Irritazioni del cavo orale

Assumere la tisana di verbasco in caso di irritazioni del cavo orale ed afte. Per cui, mettere in infusione 2 cucchiai di fiori secchi oppure freschi in un litro di acqua bollente. Attendere circa 10 minuti e filtrare correttamente. Dopo la regolare igiene orale, effettuare dei gargarismi. Il verbasco si può assumere anche in caso di emorroidi. In tal senso, procedere con un cataplasma curativo, utilizzando le parti della pianta secche oppure fresche. Tritare le foglie riducendole in polvere con un mortaio. Aggiungere acqua a sufficienza e mescolare. Avvolgere in una garza e poggiare sulla parte interessata da 1 a 24 ore.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Assumere il verbasco solo dietro consulto medico
  • Evitare l'assunzione in gravidanza ed allattamento
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Come e quando assumere il tè verde sencha

Il tè verde giapponese sencha si ricava dalla Camellia Sinensis. Le foglie vengono raccolte tra Maggio e Giugno e sottoposte ad una lavorazione scrupolosa ed attenta. Sono reperibili in qualsiasi erboristeria e somigliano vagamente a degli aghi di pino....
Rimedi Naturali

10 motivi per assumere la spirulina

L' Arthrospira platensis o comunemente denominata Spirulina, per la sua classica forma a spirale, appartiene alla famiglia Cyanophiceae(alghe azzurre) ed è coltivata principalmente nelle zone del Messico e della Cina. La spirulina ha origini antichissime,...
Rimedi Naturali

Come assumere più vitamina C in modo naturale

La vitamina C è nota anche come acido ascorbico ed è ampiamente distribuita in natura. La ritroviamo nella frutta, negli ortaggi, nelle verdure, sebbene il grado di maturazione di queste ultime e la specie cui appartengono apporti quantità molto diverse...
Rimedi Naturali

Come assumere gli oligoelementi

Gli oligoelementi, come suggerisce la parola stessa, sono sostanze nutrienti necessarie all'organismo in parti piccolissime, con una concentrazione media inferiore a 100 parti per milione. Si tratta di sostanze che il nostro organismo necessità l'integrazione...
Rimedi Naturali

Come e quando assumere l'argilla verde ventilata

L'argilla verde ventilata è un antico rimedio naturale dalle numerose virtù. Essiccata al sole ed a polvere fine, è priva di impurità per cui consente un maggiore scambio ionico. Largamente impiegata a scopo terapeutico e cosmetico, gli egizi trattavano...
Rimedi Naturali

Come fare degli impacchi a base di erbe

Gli impacchi a base di erbe sono degli antichi rimedi popolari che racchiudono un patrimonio sospeso tra il sapere magico, l'orientamento erboristico ed elementi di pratiche manipolatorie. Depositarie di questo segreto erano le donne che, solo in alcuni...
Rimedi Naturali

Come usare le erbe cicatrizzanti

Le ferite, le piaghe, le ulcere, i tagli, i graffi, ecc., purtroppo si manifestano molto spesso a causa di incidenti, errori, distrazioni e cadute. Questi problemi alla pelle, vengono spesso curati con appositi medicinali bendaggi e disinfettanti vari...
Rimedi Naturali

I migliori integratori per la stanchezza

Avere sempre una certa energia non è spesso facile, soprattutto quando si ha una vita molto piena e movimentata. È importante però mantenersi sempre in forma e integrare nel proprio corpo oltre ad un'alimentazione sana, determinate vitamine che possono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.