Come distinguere la forfora dalle uova di pidocchi

Tramite: O2O 27/01/2015
Difficoltà: media
16

Introduzione

Pediculosi e forfora sono affezioni del cuoio capelluto completamente differenti. Tuttavia, possono facilmente confondersi a uno sguardo superficiale. Entrambe si manifestano con la presenza di minuscole tracce biancastre sul capo e sui capelli. La forfora proviene dalla desquamazione del cuoio capelluto. La pediculosi è un'infestazione parassitaria.
I pidocchi producono le lendini. Sono uova piccole come i granelli di forfora. Saper distinguere la forfora dalle uova di pidocchi è importante. Così facendo, si limita la gravità dell'infestazione e la possibilità di contagio.
Non è possibile prevenire la pediculosi, occorre trattarla adeguatamente. Questo fenomeno fastidioso si verifica in ambienti affollati e surriscaldati, come scuole e altre istituzioni comunitarie. Una volta accertata la presenza di pidocchi, occorre intervenire con adeguati trattamenti, sia farmacologici che naturali.

26

Occorrente

  • Shampo antiparassitario
  • Pettine a denti stretti
  • Aceto da risciacquo
36

Esaminare una ciocca alla volta

Un problema rende particolarmente difficile distinguere la forfora dai pidocchi. Questi ultimi, infatti, hanno la capacità di fuggire alla luce. Questo porta, la maggior parte delle volte che li si cerca muovendo i capelli, a una loro fuga in altre zone. Pertanto, bisogna esaminare una ciocca alla volta. Si adopera un pettine dotato di denti molto stretti. Si passa sulla chioma e poi si scuote sul lavandino. Per distinguere meglio la forfora dai pidocchi, effettuare il controllo dopo aver lavato i capelli. Il passaggio del pettine specifico scorrerà più agevolmente.

46

Controllare dietro le orecchie e sulla nuca

Sia in presenza di forfora che di pidocchi, il primo sintomo è il prurito. Quello dei pidocchi è più intenso, ma ben localizzato. Esso parte con una sensazione di solletico fino ad arrivare a manifestazioni più dolorose. In entrambi i casi si ha la formazione di piccoli granelli bianchi. Le uova di pidocchio, tuttavia, si attaccano al singolo capello. Inoltre, la forfora è presente su tutta la superficie del cuoio capelluto. Le uova di pidocchi si diffondono principalmente dietro le orecchie e sulla nuca. In queste aree la temperatura è costante e costituisce l'ambiente ideale per il parassita.

Continua la lettura
56

Controllare la presenza di macchie di sangue

La forfora non lascia macchie di sangue sul cuoio capelluto. Ciò può accadere, invece, con la puntura dei pidocchi. Per eliminare le tracce di forfora basta utilizzare uno shampoo specifico. Le uova di pidocchio si rimuovono solo con un pettine a denti stretti. Con la crescita dei capelli la forfora rimane sul cuoio capelluto. Le uova dei pidocchi tendono a seguire la crescita, spostandosi in zone più esterne.
A un esame attento, le uova di pidocchi si possono distinguere dalla forfora per via del loro aspetto traslucido e tondeggiante.
Un ottimo rimedio che evita il permanere delle lendini è il risciacquo dei capelli con dell'aceto. Esso crea una patina protettiva che impedisce alle uova di aggrapparsi al fusto capillare.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per limitare la gravità dell'infestazione, controllare quotidianamente il cuoio capelluto
  • Adoperare l'aceto da risciacquo per impedire alle lendini di attaccarsi al capello
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Salute

Come distinguere le malattie esantematiche

Le malattie esantematiche colpiscono principalmente durante il periodo primaverile e comprendono diversi sintomi, come tosse, mal di gola e febbre alta. Oltre ad essi, vi sono altre caratteristiche che si notano quasi subito. Una di queste è l'esantema,...
Salute

Come eliminare i parassiti intestinali

Il parassita può posizionarsi in diverse parti del corpo, esistono quelli esocrini che non entrano nel nostro corpo ma rimangono all'esterno come i pidocchi che formano le uova nei nostri capelli, ma nel nostro caso parliamo di quelli endocrini che,...
Salute

Come riconoscere un'infezione batterica da una virale

Un'infezione è il frutto dell'azione di microrganismi che attaccano l'ospite a più livelli. I principali responsabili sono batteri e virus. Tutti quanti noi possiamo contrarre un'infezione batterica o virale. In ogni caso si tratta di microbi che possono...
Salute

Come rimettersi in forze dopo aver donato il sangue

L'atto di donare il sangue è una missione altruistica, di amore verso gli altri, verso gli ammalati e i bisognosi. Si tratta di un gesto che viene dal profondo del cuore e che ci permette di condividere una parte di noi con chi ne ha davvero bisogno....
Salute

Vitamina D: i benefici

La vitamina D è una vitamina quasi "miracolosa", una sorta di panacea, grazie alle sue eccezionali proprietà. Una sua eventuale carenza può comportare grossi rischi per la salute, infatti negli adulti può provocare una vera e propria malattia chiamata...
Salute

Come curare la pitiriasi versicolor

La piritiriasi versicolor è un'infezione cutanea causata da alcuni funghi che vivono comunemente sulla cute umana. Si manifesta, solitamente, con delle irritazioni della pelle e un'alterazione del coloro e dell'aspetto della stessa; la cute si cosparge...
Salute

Come allontanare i mali autunnali

Durante i mesi autunnali, disturbi come il raffreddore, il mal di gola, naso chiuso, tosse e l'influenza si presentano molto facilmente. Per sapere come allontanare i classici mali autunnali, occorre mettere in atto i semplici accorgimenti qui elencati....
Salute

Come aumentare naturalmente i livelli di testosterone

Il testosterone è, per eccellenza, l'ormone anabolico. Grazie alla sua azione, ciascun atleta aumenta la forza e la massa muscolare, fattori che sono importanti per migliorarsi in tante discipline sportive, e chiaramente per i body builder che mirano...