Come disinfettare frutta e verdura

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La frutta e la verdura, sono sicuramente degli alimenti indispensabili per il benessere del nostro organismo. Tuttavia, prima di consumare un frutto o una verdura, è importante lavarli e soprattutto disinfettarli accuratamente per eliminare l'eventuale sporcizia e i batteri. In questa guida infatti vedremo come disinfettare frutta e verdura.

25

Occorrente

  • primo metodo: disinfettante per frutta e verdura
  • secondo metodo: 2 cucchiai di bicarbonato
  • terzo metodo: candeggina
  • quarto metodo: aceto di vino
35

In molti sono i metodi che abbiamo a disposizione per disinfettare efficacemente la frutta e la verdura. Un primo metodo, è sicuramente quello di utilizzare un prodotto apposito che possiamo trovare nei supermercati più riforniti. Dovremo semplicemente mettere il tappo nel lavandino, ponendo poi il frutto all'interno del lavandino e facendo scorrere l'acqua fino a quando non avrà coperto almeno la metà del frutto. Aggiungiamo poi il disinfettante secondo le dosi riportate sulla confezione e laviamo il nostro frutto o la nostra verdura, dopodiché sciacquiamo il frutto o la verdura sotto l'acqua fredda, ed asciughiamolo per bene con un canovaccio o con un tovagliolo di carta. Ora il nostro frutto è pronto per essere mangiato.

45

Altro metodo, è quello di lavare accuratamente sotto l'acqua fredda la frutta e la verdura per almeno due minuti, aiutandosi con una spazzola per togliere l'eventuale terriccio presente su di esse. Dopo averle lavate per bene, lasciamole in ammollo per almeno 5-10 minuti in acqua fredda ed aggiungiamo due cucchiai di bicarbonato. Il bicarbonato è infatti un disinfettante naturale che elimina con facilità tutti i batteri presenti. Se in casa non abbiamo il bicarbonato, possiamo utilizzare la candeggina, basterà mettere 3-4 gocce di candeggina in ogni litro di acqua. Nel caso vogliamo utilizzare un prodotto più naturale, possiamo utilizzare dell'aceto di vino, basterà metterne un bicchiere per ogni litro di acqua.

Continua la lettura
55

Dopo aver utilizzato il disinfettante, anche nel caso il disinfettate sia naturale, è bene risciacquare in maniera molto accurata il frutto, in questo modo eviteremo che l'odore del disinfettante resti impresso sul frutto. Altra buona norma, è quella di eliminare la buccia nel caso vogliamo mangiare dei frutti con la buccia, come per esempio la pera o la mela, in quanto la buccia in molti casi può essere stata trattata con dei prodotti chimici. Con qualche piccolo accorgimento, è possibile lavare e disinfettare sia la frutta che la verdura in maniera semplice e soprattutto veloce.
Con questo terzo e ultimo passo chiudiamo qui la guida su come disinfettare frutta e verdura.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Salute

Come utilizzare la tintura di iodio

Inventata dal chirurgo croato Antonio Grossich, la tintura di iodio è un disinfettante acquistabile senza ricetta medica, in quanto parte dei cosiddetti "prodotti da banco". A livello chimico si tratta di una soluzione composta da iodio e ioduro di potassio,...
Rimedi Naturali

5 tisane contro l'influenza

Siamo ben felici, di proporre questa guida, attraverso il cui aiuto poter essere in grado di capire ed imparare come poter realizzare dell buonissime 5 tisane contro l'influenza, che potrebbe colpirci durante il periodo invernale o anche durante il periodo...
Fitness

Come Fare Manuenzione Ad Una Spinning Bike

Una spinning bike è di certo uno strumento molto utile per mantenersi in forma e fare del movimento, ma come tutti gli oggetti che vengono utilizzati intensamente e con frequenza ha senz'altro bisogno di una costante manuenzione. Rispetto ad una semplice...
Rimedi Naturali

Come utilizzare l'eucalipto per la tosse

I malanni di stagione rappresentano un problema con cui ciascuno di noi prima o poi si ritrova a combattere. Spesso ci costringono a stare a casa per giorni interi rinunciando, non solo al lavoro quotidiano, ma anche agli hobby, ai week-end e alle feste...
Rimedi Naturali

Olio di timolo: proprietà e usi

Come voi lettori e lettrici ben saprete, l'olio di timolo è un componente vegetale che si ottiene per distillazione da una pianta aromatica molto diffusa: il timo. Questa arbustiva perenne allo stato spontaneo può raggiungere il mezzo metro di altezza....
Salute

Come trattare l'infezione di un piercing all'orecchio

Nonostante avere un piercing, soprattutto all'orecchio, sia davvero molto comune, non sono da sottovalutare i rischi che l'esecuzione della procedura comporta: bisogna prestare molta attenzione agli strumenti utilizzati e controllare che siano adeguati....
Rimedi Naturali

Come curare una puntura di ape

Essere punti da un'ape può essere più o meno doloroso, in base alla zona del corpo in cui si viene punti. Fortunatamente ci sono tanti rimedi, anche naturali, per curare velocemente e con efficacia gli effetti. La cosa importante è non agitarsi ma...
Rimedi Naturali

Come utilizzare il corbezzolo in fitoterapia

Il corbezzolo nell'antichità veniva chiamato Arbutus: si tratta di una denominazione attribuita da Virgilio, che significa albero o arbusto per antonomasia; il nome deriva anche dal celtico, che significa aspro e Butus, cioè un cespuglio aspro, allusivo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.