Come Dimagrire con la Terapia Cognitivo Comportamentale

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
19

Introduzione

Il problema del peso e dei chili di troppo affligge buona parte della popolazione mondiale. Le abitudini alimentari che si possiedono non sono evidentemente quelle più indicate, per non parlare della scarsa attività fisica. Si provano tante diete senza vedere molti risultati, eppure la volontà di provare è presente. A questo punto si può vedere un nuovo tipo di dieta da poter utilizzare, quindi vediamo nella guida come dimagrire con la terapia cognitivo comportamentale.

29

Occorrente

  • forza di volontà
  • costanza
  • motivazione
39

La psicoterapia cognitivo-comportamentale (TCC) è una delle più diffuse psicoterapie per la cura di diversi disturbi psicopatologici, in particolare per l'ansia e l'umore.
Il termine "cognitivo" si riferisce a tutto ciò che accade internamente alla mente, ovvero tutti i processi mentali come pensiero, ragionamento, attenzione, memoria, con implicazioni sullo stato di coscienza o consapevolezza e tanto altro ancora. Il termine "comportamentale" si riferisce invece ai comportamenti che si manifestano (azioni e condotte) da parte del soggetto.

49

È una terapia direttiva, adattata al trattamento individuale, di coppia e in gruppo e di breve durata, dove il terapeuta istruisce il paziente ed assume attivamente il ruolo di “consigliere esperto” permettendo di evidenziare dei cambiamenti e miglioramenti.
Essa è finalizzata a modificare quelli che la teoria di riferimento definisce i pensieri distorti, le emozioni disfunzionali e i comportamenti disadattivi del paziente, con lo scopo di facilitare la riduzione e l'eliminazione del sintomo o del disturbo psicologico.
A differenza di altre psicoterapie, la TCC si focalizza prevalentemente sul presente cioè si orienta alla soluzione dei problemi attuali. I pazienti apprendono alcune specifiche abilità (coping), che possono utilizzare anche in seguito, e che riguardano l'identificazione dei cosiddetti modi distorti di pensare, la modificazione di convinzioni irrazionali e il cambiamento di comportamenti disadattivi.

Continua la lettura
59

L'obiettivo del terapeuta cognitivo-comportamentale è dunque di ridurre il comportamento di evitamento, facilitare un reframing cognitivo (ristrutturazione cognitiva) attraverso prese di coscienza, ed aiutare il paziente a sviluppare abilità di coping (capacità di fronteggiare certe situazioni).
Per raggiungere questi obiettivi, una delle tecniche principali consiste nell'esposizione sistematica del paziente alla situazione temuta, per comprenderla ed indagarla meglio ovvero direttamente "sul campo". Con questa terapia risulta dunque possibile monitorare l'influenza dell'ambiente a fini correttivi, attuando una sorta di retroazione (feedback).

69

Per prima cosa individua la dieta che vorrai seguire, è sempre consigliabile essere seguiti da un dietologo o nutrizionista, preparati una seconda dieta di riserva se con la prima dovessi incontrare intoppi, l'importante è non smettere nemmeno per un pasto. Siediti e prenditi il tempo per scrivere su un cartoncino (che terrai sempre con te e leggerai più volte al giorno) i motivi per cui desideri calare di peso, questo cartoncino è solo tuo e personale perciò non avere pudori e scrivi tutta la verità

79

Dopo qualche giorno che avrai letto e riletto (riflettendo su ogni punto) il tuo cartoncino dei vantaggi inizia la dieta. Ci sono dei propositi che dovrai rispettare: Ti impegnerai a mangiare da seduto/a. Ti impegnerai a riconoscerti il merito ogni qual volta compirai azioni positive per la dieta; a mangiare lentamente e assoporando ogni boccone; Dovrai trovarti un coach motivazionale (un amico o un parente che ti sproni e ti incoraggi).

89

Trova il tempo per fare attività fisica. Ti consiglio di redigere un programma delle tue attività quotidiane e inserire l'attività fisica nei "buchi". Se non hai tanto tempo libero trova il modo che le tue attività diventino fisiche (se puoi vai al lavoro in bicicletta o a piedi, parcheggia a un km dal supermercato quando vai a fare la spesa...) Ogni sera scrivi un un diario quello che mangerai il giorno dopo, e la sera del giorno successivo segna in rosso le cose mangiate in più. Rallegrati quando avrai rispettato il diario, vuol dire che sei stato bravo/a.

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non bisogna mai scoraggiarsi!

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

Come superare la fobia di guidare

Molte persone, in maggioranza donne si precludono il piacere di guidare, per insicurezza e timore di non farcela, se non è affrontato in tempo, questo banale sentimento di incertezza, con il passare del tempo, quasi sempre si trasforma in una fobia vera...
Psicologia

Come aiutare chi soffre di DOC

Doc: Disturbo Ossessivo Compulsivo. È questo il significato dell'acronimo col quale si identifica questo tipo di disturbi. Chi è affetto da Doc solitamente è consapevole di quanto gli accade, di quanto i suoi comportamenti possano risultare non convenzionali....
Psicologia

Come superare la paura degli spazi chiusi

La claustrofobia, ossia la paura degli spazi chiusi, è una fobia che colpisce molte persone. A causa della claustrofobia alcune persone sentono la mancanza d'aria ed in modo particolare la tachicardia quando si trovano in spazi chiusi o comunque angusti....
Psicologia

Come affrontare la paura di viaggiare da soli

Questa guida fornirà le basi per poter trovare la forza per affrontare la paura di intraprendere un viaggio da soli. Le tecniche qui descritte saranno altresì utili non solo per chi sperimenta alti livelli di ansia e malessere laddove sia costretto...
Psicologia

Come superare l'odontofobia

Possiamo definire le fobie come delle paure non controllabili, conseguentemente difficili da arginare, che colpiscono le persone che ne soffrono. Esse si presentano in modo non razionale, e scatenano azioni non razionali, in quanto chi soffre di una fobia,...
Psicologia

Errori da evitare durante una seduta di fisioterapia

A seguito di un incidente che ha messo a rischio la nostra incolumità fisica, o per fare fronte ad alcuni disturbi motori di varia natura, si intraprende un lungo cammino di fisioterapia, pronto a restituirci, seduta dopo seduta, il tanto desiderato...
Psicologia

Ipnosi regressiva: come funziona

L'ipnosi regressiva è una terapia psicologica che viene condotta da persone esperte e qualificate. Il suo principale scopo è quello di risolvere dei problemi di cui il paziente soffre. Bisogna però chiarire bene cosa si intende per ipnosi regressiva...
Psicologia

Come superare un trauma psicologico

Ogni trauma che colpisce, sfortunatamente una persona, può essere reale o immaginario, ma il dolore non cambia. Il punto su cui possiamo, e dobbiamo, focalizzarci, è il fronteggiamento della situazione traumatica cioè la mobilitazione delle risorse...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.