Come delineare un profilo psicologico

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La psicologia è una materia piuttosto vasta ed affascinante che comprende diversi rami e conoscenze della mente umana, ed attraverso la quale è possibile delineare il quadro psicologico di ogni individuo. Essendo una materia complessa e piuttosto difficile sono necessari diversi anni di studio e di pratica per essere appresa al meglio e messa in pratica, e per diventare dei bravi psicologi e profiler.
La personalità di un individuo si delinea come una struttura complessa, a cui partecipano diversi aspetti interagenti (intrapsichici, comportamentali ecc.), essa si sviluppa a partire dai primi anni di vita. Se non si sono verificati traumi che ne hanno bloccato o ostacolato la maturazione, l'adulto si troverà corredato di una serie di caratteristiche di personalità, che lo identificano come un individuo e, lo distinguono dagli altri. Ognuno di noi possiede una propria personalità, in cui le varie componenti: depressione, ansia, introversione, estroversione, e socialità contribuiscono, in maniera diversa, a delineare un quadro che tende a rimanere invariato nel tempo, nonostante ogni singolo aspetto possa subire delle leggere variazioni, in base ad eventi traumatici e stressanti. Nella maggio parte dei casi uno o più fattori predominano sugli altri, tanto da poter parlare di uno stile di personalità che determina il profilo psicologico individuale. Nella guida che segue vi darò dei suggerimenti utili su come delineare un profilo psicologico, attraverso pochi e semplici passaggi cercheremo di gettare le basi per uno studio più approfondito. Mettiamoci all'opera.

25

Per poter definire un individuo psicologicamente, indicando, cioè, la sua personalità ed il modo di percepire se stesso e gli altri, è necessario rivolgersi ad una persona competente, professionalmente preparata. Solo uno psicologo, quindi, può avere l' abilità e gli strumenti necessari per realizzare un profilo psicologico. Tra i mezzi disponibili per farlo i più impiegati sono rappresentati dal colloquio e dall'uso di test psicodiagnostici.

35

Il colloquio è uno degli strumenti basilari che lo psicologo ha a sua disposizione per farsi un'idea della persona che ha di fronte. Condurre un colloquio clinico, tuttavia, non si basa su una semplice chiacchierata, ma comporta la capacità da parte del professionista di individuare le risorse e le difese messe in campo dal paziente, dall'utente o comunque dalla persona di cui è richiesta una valutazione psicologica per vari scopi. Esso comprende spesso anche un'anamnesi del paziente con cui si ricostruisce la sua storia di vita, ripercorrendone le tappe più significative.

Continua la lettura
45

Il colloquio pone le basi della conoscenza che va arricchita e completata con l'ausilio di una serie di test psicodiagnostici che possano rendere la valutazione il più possibile oggettiva. Solitamente si tende ad utilizzare test differenti in base alle finalità della richiesta, e in relazione all'orientamento teorico del professionista. Tra i reattivi più largamente diffusi troviamo l'MMPI (Minnesota Multiphasic Personality Inventory) ed il test di Rorschach. Il primo consiste in un questionario che prevede una risposta dicotomica (del tipo vero o falso) e consente una definizione di personalità in base all'individuazione di scale e indici. Il Rorschach, invece, è un test cosiddetto 'proiettivo': anch'esso utile per delineare la personalità del soggetto. Esso si basa sulla somministrazione delle celebri macchie di inchiostro; la siglatura delle risposte fornite ad ognuna delle dieci tavole comporta un complesso calcolo, per inquadrare l'area cognitiva e affettiva dell'individuo in questione.
Certamente delineare un profilo psicologico richiede tempo e moltissimo studio, ed una conoscenza approfondita della materia e della mente umana. Tale eperienza si acquisisce non solo con lo studio, ma anche con molta pratica sul campo, studiando molti soggetti differenti. Se non ne avete ancora la possibilità, o la vostra curiosità è solo amatoriale, allora i consigli di questa guida vi saranno certamente utili per iniziare il vostro percorso e per poter iniziare a delineare qualche profilo psicologico. Non mi resta che augurarvi buon lavoro e buono studio.
Alla prossima.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Una persona abbastanza qualificata saprà consigliarvi

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

Psicologia: la classificazione delle emozioni

L'emozione è definita una reazione affettiva intensa, di breve durata e con insorgenza acuta, determinata da uno stimolo ambientale o interno, che può essere naturale o appresa. La comparsa di ogni emozione comporta modificazioni a livello fisiologico...
Psicologia

Come superare un trauma psicologico

Ogni trauma che colpisce, sfortunatamente una persona, può essere reale o immaginario, ma il dolore non cambia. Il punto su cui possiamo, e dobbiamo, focalizzarci, è il fronteggiamento della situazione traumatica cioè la mobilitazione delle risorse...
Psicologia

Come vincere l'agorafobia

Il termine "Agorafobia" deriva dalla parola greca "Agorà", che significa piazza, e serve ad indicare un particolare stato emotivo contraddistinto dal fatto di nutrire una paura immotivata nei confronti degli spazi affollati. Dal punto di vista psicologico,...
Rimedi Naturali

I benefici del massaggio bioenergetico

All'interno della presente guida ci occuperemo di una tematica davvero molto interessante e piacevole, in quanto entreremo nel mondo dei massaggi. Per essere più specifici, in quanto all'interno di questo grande insieme esistono differenti diversificazioni...
Psicologia

Come superare una delusione lavorativa

La delusione è un particolare stato psicofisico che subentra quando un individuo non vede realizzarsi le proprie speranze, aspettative o desideri. Si può soffrire per amore, per la rottura improvvisa di un'amicizia, per una forte crisi economica, o...
Psicologia

Come sottoporsi all'ipnosi regressiva

Durante la vita, potrebbe capitare che un evento determinato, che di frequenza non è un evento positivo totalmente, e possa far riemergere dei malesseri che sono personali della persona stessa umana. Molte volte non si possono sopportare i malesseri...
Sessualità

Sesso: i 5 problemi più comuni a letto

I problemi della vita quotidiana sono fin troppi, quando ad essi si aggiungono anche quelli intimi/sessuali ci si trova davanti ad un labirinto senza uscita.Alla base dei problemi tra i compagni sta sicuramente il tempo, sono troppe le cose che quest'ultimo...
Psicologia

Training autogeno: i sei esercizi base

Il training autogeno è una tecnica di rilassamento nata negli anni trenta grazie a Johannes Heinrich Schultz usata per curare problemi di tipo psicologico quali ansia e attacchi di panico. Attraverso un allenamento accurato, essa porta l'individuo a...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.