Come curare il meteorismo

Tramite: O2O
Difficoltà: media
112

Introduzione

Molti individui soffrono di questo fastidio, causato dall'elevata presenza di gas nel tratto dell'intestino principalmente, o meno frequentemente a livello dello stomaco. Chi soffre di meteorismo presenta come sintomi principalmente gonfiore e tensione addominale, spesso accompagnati anche da aerofagia, o sindrome del colon irritabile per citarne alcuni. Fortunatamente si possono adottare alcuni accorgimenti per eliminare, o comunque ridurre drasticamente questo disturbo, in particolare grazie scelte oculate di alimenti. Qui di seguito troverete alcuni consigli da seguire su come curare il meteorismo e liberarsi finalmente di questo annoso disturbo.

212

Eliminare eventuali disturbi alimentare

Può capitare, ed è piuttosto frequente, che la causa del meteorismo sia dovuta a qualche intolleranza alimentare, della quale quasi sicuramente non si è nemmeno a conoscenza. Ad esempio, un'intolleranza al glutine o al lattosio può portare a meteorismo. In questi casi, dunque, si deve eliminare totalmente gli alimenti che presentano glutine o lattosio (a seconda dell'intolleranza di cui si soffre), almeno per un periodo più o meno lungo.

312

Evitare alimenti molto lavorati

Evitare, o comunque ridurre drasticamente il consumo di alimenti molto lavorati, come possono essere ad esempio i fritti, le bibite gassate, il caffè decaffeinato. Praticamente tutti quei cibi che vengono lavorati molto e presentano alte quantità di conservanti, dolcificanti, o lavorazioni industriali importanti.

Continua la lettura
412

Assumere buona quantità di fibre

Si raccomanda di assumere una quantità di fibre che sia all'incirca di 25-30g al giorno. Fare ciò è piuttosto semplice, basta semplicemente aggiungere alla propria dieta buone quantità di frutta e verdura, da prediligere ai cereali. Noterete dei benefici evidenti fin da subito, con un intestino più attivo e rilassato.

512

Assumere carbone vegetale

Consigliato soprattutto per chi ha una dieta non equilibrata, l'assunzione di carbone vegetale dopo i pasti aiuta senz'altro a ridurre il meteorismo. Tuttavia, è bene farsi consigliare dal proprio medico per l'assunzione e soprattutto è da evitare in caso di concomitanza con l'assunzione di altri farmaci, nei casi di problemi di assorbimento. Inoltre quando vengono assunti, sarebbe opportuno coadiuvarli a dei fermenti lattici, per preservare la flora batterica intestinale.

612

Bere tisane

Le tisane, seppur non scientificamente dimostrato in tutti i casi, svolgono un ruolo importante nel contenimento del meteorismo. In particolare, il finocchio è l'elemento che svolge al meglio tale funzione. Se abbinato all'anice, che ne amplifica l'efficacia, tanto meglio. Il finocchio, infatti, tende a ridurre la fermentazione anaerobica della flora intestinale, diminuendo così il meteorismo.

712

Bere camomilla

Sempre legato alle tisane, anche bere una semplice camomilla porta beneficio. Oltre ad essere antinfiammatoria e antispasmodica, la camomilla è in grado di ridurre dolori addominali, agendo a livello dello stomaco e dell'intestino, eliminando al loro interno la presenza di gas.

812

Condire poco gli alimenti

Una accortezza di fondamentale importanza è il condimento. Meglio non abusarne, e se proprio volete condire le pietanze, meglio optare per dell'olio extravergine d'oliva a crudo. Come dose indicativa possono bastare 4 cucchiaini al giorno, da ripartire tra pranzo e cena.

912

Evitare pasti abbondanti

Altro accorgimento molto utile è la dilazione dei pasti. Invece di andare ad appesantire l'apparato digerente con pasti abbondanti, torna utile prevedere degli spuntini ad esempio a metà mattina e al pomeriggio, ed alleggerire il carico tra colazione, pranzo e cena. Inoltre evitare di mangiare vicino alle fasi di riposo, ovvero subito prima o dopo essere andati a dormire.

1012

Utilizzare tecniche di cottura semplice

Anche la cottura degli alimenti svolge un ruolo molto importante. Evitare cotture elaborate, come già citata la frittura o comunque ricche di condimenti. A tal proposito sono da preferire la cottura a vapore, alla griglia (senza bruciare gli alimenti), al forno, o anche al cartoccio.

1112

Evitare alcolici, caffè e té

Ci sono degli alimenti che risultano essere irritanti per la mucosa intestinale, e che di conseguenza stimolano il meteorismo. Alcuni di questi sono il té, il caffè e gli alcolici. Sarà quindi necessario, soprattutto se siamo degli assidui consumatori, ridurre drasticamente le quantità, o se possibile, eliminarle del tutto.

1212

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Salute

Come curare un occhio nero

L'ematoma che si viene a formare con un occhio nero non è facile da nascondere: l'alone che rimane può durare per settimane e cambia colore col passare dei giorni virando dal bluastro al verdognolo e al giallo man mano che il versamento di sangue sottocutaneo...
Salute

Come curare gli ematomi

L’ematoma è una lesione della cute caratterizzata da gonfiore e pelle più scura dove si verifica il trauma che generalmente avviene per avere urtato contro qualcosa. Il colpo rompe i vasi sanguigni interni che fanno uscire siero e sangue gonfiando...
Salute

Come curare l'infiammazione alle gengive

Un po’ a tutti capita di ritrovarsi di colpo con gengive gonfie, con forti dolori e fastidi mentre si mangia e spesso sono anche sanguinanti. Le cause possono essere tante per cui le gengive si possono infiammare, soprattutto se ci sono protesi dentiere...
Salute

Come curare le micosi ai piedi

Curare il proprio corpo è veramente importante se non si vuole rischiare di ammalarsi o di andare incontro a fastidiosi problemi.Tuttavia, vi sono alcune parti del nostro corpo che necessitano di maggiore cura e attenzione rispetto alle altre, i piedi...
Salute

Come curare il giradito

Il giradito è un'infezione abbastanza comune che si manifesta prevalentemente tra le persone che amano rosicchiare le loro unghie e pellicine, anche se può verificarsi a livello dei piedi negli atleti che praticano sport di endurance o in pazienti diabetici....
Salute

Come curare i disturbi alle vie respiratorie

Particolarmente nella stagione invernale, le vie respiratorie subiscono frequenti disturbi. Essi sono causati, in molti casi, da un'alimentazione non corretta e non completa, oltre che da un basso livello di difese immunitarie. Quando le vie respiratorie...
Salute

Come curare l'alluce valgo

L'alluce valgo, conosciuto anche come borsite, è un grumo osseo che finisce per rendere molto difficoltosa la camminata in quanto si forma alla base dell'alluce. Sono 3 le cause principali di tale disturbo: le scarpe troppo strette, una complicazione...
Salute

Come curare la pitiriasi versicolor

La piritiriasi versicolor è un'infezione cutanea causata da alcuni funghi che vivono comunemente sulla cute umana. Si manifesta, solitamente, con delle irritazioni della pelle e un'alterazione del coloro e dell'aspetto della stessa; la cute si cosparge...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.