Come controllare gli attacchi di fame

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

L'attacco di fame rappresenta quel bisogno incontrollabile di alimentarsi, che generalmente viene avvertito, sentendo la necessità di ingerire carboidrati, tra cui dolci. Il soggetto molto spesso non si rende conto di tutto quello che sta avvenendo, dal momento che il suo cervello non trasmette questo comportamento come anomalo e patologico. Infatti, ingerendo un dolce nell'organismo, si verifica un picco di insulina che viene destinato a tracollare con una conseguente ricerca di zuccheri. La nostra premessa, in ogni caso, è quella di rivolgersi al proprio medico curante, che saprà dare le giuste indicazioni da intraprendere. Tuttavia, in questa semplice ed esauriente guida vi daremo alcuni consigli, nella speranza che possano esservi di aiuto. Se, invece, la situazione è destinata a peggiorare, provocando disagio o forti problemi, è il caso di rivolgersi immediatamente ad un medico in grado di stabilire esattamente i rimedi adeguati al proprio organismo. È pertanto necessario controllare questi attacchi, al fine di mantenere sotto controllo l'equilibrio del proprio organismo. Vediamo, come procedere.

24

Se sei a dieta e non sai come controllare questi attacchi di fame, oppure hai l'impressione che siano proprio loro a mandare in tilt la propria dieta, vi daremo alcuni consigli che potrebbero risultare molto utili. Uno di questi rappresenta nell'attaccare sul frigorifero della propria abitazione una fotografia del fisico desiderato, in modo tale da mantenere sempre in testa quello che è il proprio obiettivo prefissato. Ovviamente, resistere ad ogni impulso non è mai semplice, e necessita di una buona dose di impegno.

34

Un altro consiglio che vi possiamo dare è quello di distrarsi con attività di altro genere, proprio nel momento in cui sopraggiunge l'istinto ad alimentarsi lontano dai pasti. Tutto questo può apparire scontato, ma resistere anche per qualche minuto può aiutare a far passare quella voglia irrefrenabile di mangiare. Tuttavia, non si deve passare all'altro estremo, quindi è fortemente sconsigliato stare troppo tempo senza alimentarsi. Infatti, il digiuno non fa altro che aumentare il livello di stress psicofisico, alimentando il nervosismo. Ad esempio, la mattina ci si può alimentare con uno Yogurt o con una barretta di frutti rossi. Tra l'altro, può essere utile non recarsi al supermercato quando si è in questo genere di situazione. Quello che spesso avviene, infatti, è che la persona in preda ad attacchi di fame tende a mettere nel carrello della spesa qualsiasi alimento ipercalorico. In caso contrario, se si è meno stressati, si tende con più facilità a farsi una scorta di alimenti maggiormente salutari, come la frutta fresca, lo yogurt, gli snack ai cereali.

Continua la lettura
44

Un altro consiglio che vi diamo è quello di prepararsi in tempo delle tisane che siano gradevoli ed anche fresche (ad esempio quella al finocchio), in modo tale da bere e saziarsi, con il duplice obiettivo di depurarsi e sgonfiarsi. Tuttavia, una tisana alla gramigna, tra le tante, è doppiamente utile perché conferisce un maggiore livello di sazietà. Possiamo affermare lo stesso discorso per l'acqua, dal momento che anch'essa contribuisce a far passare la fame. Il nostro consiglio è quello di idratarsi in buona quantità anche durante i pasti, in modo da riuscire a saziarsi ed assumere meno calorie. L'acqua, come sappiamo benissimo, è un elemento fondamentale per l'intero organismo umano. Se invece non si dovesse riuscire a resistere alla fastidiosissima sensazione di fame, è preferibile sgranocchiare una carota o un finocchio piuttosto che riempirsi la pancia di cioccolata e diventare più pieni del tacchino del ringraziamento.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Alimentazione

Come combattere gli attacchi di fame

Talvolta può capitare di avvertire i morsi della fame di punto in bianco, da un momento all'altro, il che porta a dover consumare uno spuntino. In certi casi, però, il senso della fame è così forte da portarci a divorare qualunque cosa capiti davanti...
Alimentazione

Cosa fare quando si hanno attacchi di fame notturni

Il cibo è sicuramente qualcosa a cui non si può resistere, soprattutto quando si hanno dei languorini notturni che spesso sono provocati da stress o ansia. Nei periodi di stress infatti, si tende a sfogarsi sul cibo anche se ci si impone di seguire...
Alimentazione

Come resistere agli attacchi di fame

Mangiare snack durante l'arco lavorativo, il gelato nelle ore destinate alla passeggiata pomeridiana o le noccioline mentre stiamo studiando o guardando la televisione, sono quei comportamenti che fanno aumentare, in maniera inesorabile, il nostro girovita....
Alimentazione

Attacchi di fame dopo la palestra: 10 modi per evitarli

Dopo un intenso allenamento in palestra, eseguito con l'obiettivo di tenerci in perfetta forma ed avere il miglior aspetto fisico possibile, capita di essere presi da una fame incontrollabile. Ci assale il panico perché rischiamo di rovinare tutto, mangiando...
Alimentazione

Come perdere peso e riuscire a controllare la fame

In questo articolo vogliamo aiutarvi a capire come poter perdere del peso ed anche come riuscire a controllare la propria fame, senza quindi rischiare di ingrassare e prendere peso. In genere il grande desiderio del cibo è il principale colpevole del...
Alimentazione

Come tenere a bada la fame fuori pasto

Avere un'alimentazione corretta non è solo un ottimo modo per avere una linea perfetta ma è anche una questione di salute. Mangiare sano e in modo regolare è utile per mantenere un metabolismo attivo e stare bene a lungo. Molte persone mangiano spesso...
Alimentazione

Come alleviare la fame

La sensazione di fame non è sempre legata ad una effettiva necessità del corpo di assumere elementi nutritivi. È bene sapere, infatti, che le cause in grado di scatenare la cosiddetta fame nervosa sono generalmente di origine psicologica e che possiamo...
Alimentazione

5 consigli per ingannare la fame

L'estate come ogni anno è inevitabilmente alle porte. Quasi certamente ciascuno di noi ha messo su qualche chiletto durante l'inverno e all'affacciarsi della primavera vuole immediatamente correre ai ripari. I primi tempi come ben sapete sono quelli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.