Come conciliare lavoro e vita sentimentale

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il tema del work-life balance è sempre piú d'attualitá e non riguarda solo coloro che desiderano sia una carriera di successo che una relazione seria, ma anche tutte quelle figure professionali per cui la settimana lavorativa non è costituita dalle canoniche 8 ore lavorative quotidiane, 5 giorni a settimana. Il concetto stesso che stiamo lavorando solo quando ci troviamo sul posto di lavoro è oramai un palese falso ideologico. Non possiamo negarlo: ci portiamo il lavoro a casa e, se esageriamo, questo puó rappresentare un problema. Siamo davvero obbligati a trascurare o addirittura a rinunciare ad una vita affettiva equilibrata e duratura? Non esistono linee guida valide per tutti ma trovare il giusto equilibrio è possibile. Eccovi qualche consiglio su come conciliare lavoro e vita sentimentale.

24

Abolire la dicotomia lavoro-affetti

Il primo passo verso il corretto equilibrio consiste nel riconoscere ed ammettere che non deve esistere una dicotomia assoluta fra carriera e famiglia. Dovete liberarvi dal pensiero che le stesse ore passate sul lavoro dovete passarle con il vostro partner, come se foste dei matematici che organizzano la propria vita secondo l'equazione 1:1. Cosí facendo sprecate energie nel tentativo disperato di far coincidere le 2 cose, senza essere soddisfatti da nessuna, al contrario vi sentirete perennemente in colpa. La formula 50/50 non vale, se siete presenti al 100%, qualsiasi cosa stiate facendo. Prestateci attenzione: quante volte vi ritrovate a leggere un messaggino, pensare a cosa dovrete fare domani, preparare la cena, ascoltare il vostro compagno, senza mai interessarvi davvero a come sia andata la sua giornata? La prossima volta siate sinceri: ditegli che avete in ballo un progetto di lavoro impegnativo e che la vostra testa divaga attorno a 1000 pensieri. Proponetegli di sedervi insieme, concentrarvi su voi stessi e dedicarvi un'oretta di attenzione reciproca assoluta. Le prime volte non sará facile, ma col tempo imparerete ad evitare le distrazioni, sia sul lavoro che sulle relazioni sentimentali.

34

Dare delle prioritá

Ci saranno dei momenti in cui sia la vostra professione che la vostra relazione saranno molto impegnative. Potreste dover affrontare nel contempo la possibilitá di un grande passo avanti o indietro nella vostra carriera ed un periodo difficile nella vita del vostro partner. Saper capire cosa richiede la vostra attenzione prioritaria è essenziale. Dovete accettare il fatto che né il vostro lavoro né la vostra vita affettiva avranno sempre la prioritá, pertanto impegnatevi a gestire separatamente ciascuna situazione. Imparate a stabilire, caso per caso, quale aspetto della vostra vita richiede la precedenza assoluta. Il tempo impiegato a riflettere non è mai tempo perso: serve a trovare il giusto equilibrio.

Continua la lettura
44

Porre dei limiti

Stabilite dei limiti al tempo che dedicate a discutere di lavoro col vostro compagno alla fine di ogni giornata. Saper comunicare col vostro partner vi renderá la vita piú semplice. Se parlate con lui della vostra professione e condividete gioie e dolori della vostra giornata lavorativa, lo coinvolgerete emotivamente nelle vostre esperienze; di conseguenza lui sará piú comprensivo nei vostri confronti, anche nei momenti in cui il lavoro vi assorbirá completamente. Aggiornatelo sui progressi e sugli insuccessi ma sempre entro certi limiti. Per favore non fate diventare il vostro lavoro il tema principale delle vostre discussioni. Avete ben altro da condividere! Impegnatevi a ritagliarvi del tempo esclusivamente dedicato alla vostra intimitá, ai vostri hobby, a far progetti, a ridere insieme. Ridimensionate lo spazio che la carriera occupa nella vostra giornata a favore di una vita privata soddisfacente e completa.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

10 abitudini per cambiare la propria vita

Una vita sana è quello che tutti si augurano per se stessi e per i propri cari. Una vita sana passa però anche da piccoli gesti che, anche se in minima parte, possono davvero contribuire a rendere l'esistenza più piacevole e a ritrovare il giusto equilibrio...
Psicologia

5 modi per dare una svolta alla tua vita

La tua vita non ti soddisfa più, hai perso gli stimoli giusti e ti senti demoralizzato? Vorresti cambiare tutto ma hai paura di aver ormai perso il treno della felicità? Niente di più sbagliato! Un vecchio detto diceva: non è mai troppo tardi. Ed...
Psicologia

10 false credenze sulla vita in campagna

La vita frenetica che si conduce nelle città moderne ha generato negli ultimi anni una curiosa inversione di tendenza. Se a partire dal dopoguerra in Italia le campagne si sono andate progressivamente spopolando, ora tanti giovani decidono di tornare...
Psicologia

5 motivi per essere più curiosi nella vita

Qual è il motore primo che fa avanzare il mondo, che crea movimento di idee e percorsi, si spera, per migliorare la vita? L'amore, si potrebbe rispondere, o l'ambizione, che pone sempre nuovi ostacoli da superare migliorandosi. Noi, invece, siamo convinti...
Psicologia

10 cose di cui potresti pentirti durante la vita

A voi che state leggendo, che siate giovani o che non lo siate, ci sono stati sicuramente quei momenti in cui vi siete fermati a pensare: e se fosse andata diversamente? Ci sono tanti motivi per cui una persona potrebbe pentirsi delle cose che ha fatto...
Psicologia

Consigli per una sana vita di coppia

Vivere in due non è mai tutto rose e fiori, come vorrebbero far credere fiction e romanzi. Vivere insieme a un'altra persona, col passare del tempo e con il sedimentarsi delle emozioni, richiede un notevolissimo impegno da parte di entrambe le parti,...
Psicologia

10 false credenze sulla vita in città

Ognuno tende ad affezionarsi al luogo di nascita e dei primi anni di vita. Si può trattare di un'enorme città o del più sperduto paesino. Tuttavia, quando ci si trova davanti alla scelta tra la vita in città e quella in un piccolo paese, la bilancia...
Psicologia

Migliorare la propria vita con in metodo Benjamin Franklin

Migliorare la propria vita introducendo metodo, abitudini sane e positive giorno per giorno è un obiettivo fondamentale, per crescere interiormente e vivere in modo sereno. Ecco quali sono i principi seguiti da Benjamin Franklin per diventare persone...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.