Come comportarsi con un collega impertinente

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Sappiamo bene che il lavoro è parte integrante della nostra vita, ma vi è mai capitato di aver a che fare con colleghi, diciamo, "poco simpatici"? Nel corso della nostra vita ci imbatteremo inevitabilmente - o forse no - in persone impertinenti e presuntuose, persone che faranno della loro arroganza un'arma a doppio taglio e mezzo per avere successo in ambiente lavorativo. Come dobbiamo davvero comportarci? In questa guida parleremo proprio di questi soggetti "oscuri", come comportarsi e come mantenere la calma, senza rischiare di perdere il nostro lavoro o combinare guai!

24

Mantieni la calma, rifletti sulla situazione: perché il mio collega si comporta così? Abbiamo fatto qualcosa che possa aver scaturito tale arroganza? Che situazione vive il nostro collega? Prova a parlarne con un altro collega più vicino all'impertinente in questione, cerca di trarre informazioni sulla sua vita familiare, sentimentale o lavorativa; ma mi raccomando: evita i pettegoli. Chissà, magari il nostro collega arrogante ha vissuto una brutta esperienza, magari sta passando un brutto periodo in questa fase della vita. A volte le persone combattono una battaglia di cui non sappiamo nulla, cerchiamo di essere comprensivi. Cerchiamo inoltre di mantenere la calma e, soprattutto, di non giungere a decisioni affrettate!. Riflettiamo prima di agire, potremmo avere torto... O forse no.

34

Cerca di ignorare il collega impertinente, com'è che si dice? Il miglior disprezzo è la non curanza.

Ignoriamo la persona in questione, se ne accorgerà e ciò lo manderà ancor di più in bestia, tanto da fargli passare la voglia di importunare te e le persone altrui.
Se tale metodo funziona poco, allora passiamo al pugno di ferro: prendiamoci gioco del collega impertinente. Facciamo finta di non capire ciò che dice, giochiamo con la sua arroganza. L'arrogante non si accorgerà di tale situazione per la sua presunzione e ciò lo porterà inevitabilmente a diventare, o quasi, un pagliaccio.

Continua la lettura
44

Se i metodi citati poco fa proprio non funzionano, non rassegnarti. Il tuo collega non è un mostro e tu non sei una formichina. Prendi in mano la situazione, riferisci alla persona in questione che si sta comportando in maniera arrogante e chiedi rispetto, evitando allo stesso tempo urla e litigi, altrimenti finirai inevitabilmente alla parte del torto. Ricordati che il combattere l'arroganza non implica l'uso dell'arroganza stessa, la calma e il dialogo sono le uniche e vere armi essenziali in questi casi.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

Relazione segreta con un collega: consigli utili

Il lavoro spesso può essere stressante e faticoso. Ci sono impieghi che stancano fisicamente, altri che stancano mentalmente. Sicuramente il lavoro d'ufficio fa parte della seconda categoria, ed è infatti nella maggior parte di questi casi che avvengono...
Psicologia

Come comportarsi se si è vittime di stalker

Al giorno d'oggi si è sempre più sviluppato il fenomeno dello stalking, cioè un fenomeno in cui si è perennemente spiati e importunati da un soggetto che non riconosciamo come membro attivo della nostra vita, definito stalker. Questa persona può...
Psicologia

Come migliorare i rapporti tra colleghi

Il lavoro costituisce una parte fondamentale nella vita di una persona. Tuttavia può essere fonte di malessere a causa spesso del difficile rapporto con i colleghi di lavoro. Relazionarsi con gli altri, in ambiente lavorativo, può risultare difficile...
Psicologia

Come gestire una relazione tra colleghi

A volte è proprio proibito dal regolamento, altre volte è il semplice buonsenso a dettare questo imperativo: mai avere una relazione tra colleghi. Questo perché, sebbene all'inizio possa essere intrigante ed eccitante, una relazione che finisce male...
Psicologia

Consigli per affrontare un conflitto sul lavoro

Il campo lavorativo, si sa, nasconde spesso una conflittualità latente che può esplodere da un momento all'altro, peggiorando di molto le condizioni lavorative e l'umore di ciascuno di noi. Se da un lato avere dei problemi con uno o più colleghi può...
Psicologia

Come reagire a un'accusa ingiusta

Capire se una persona è colpevole o innocente è davvero difficile. Parliamo del giudizio sociale, o quello che tutti, in diverse occasioni, ci troviamo ad esprimere di fronte a qualcuno che viene accusato di qualcosa che si ritiene sbagliata. La prima...
Psicologia

Come gestire un ipocondriaco

L'ipocondria è un problema della sfera psichica che porta chi ne è affetto ad avere delle preoccupazioni eccessive e in molti casi infondate per la propria salute. Il soggetto affetto da ipocondria, associa ogni minimo fastidio che avverte ad una patologia...
Psicologia

Come mediare le discussioni in famiglia

Anche nelle famiglie più unite talvolta può succedere di litigare. Le dispute che accadono tra membri della stessa famiglia non significano affatto che non ci sia amore e affetto, ma vogliono soltanto dire che si hanno opinioni diverse in merito ad...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.