Come capire un disagio di un neonato

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Crescere un neonato non è un compito semplice e spesso oltre alle soddisfazione ad alla gioia, ci si scontra anche con le preoccupazioni. Il supporto di un bravo pediatra è di fondamentale importanza, così come i controlli ordinari e quelli straordinari. Quando necessario il pediatra può ritenere fondamentale il supporto di uno specialista, a seconda dell'eventuale disagio manifestato. Premettendo che le problematiche possono essere varie ed imputabili a cause diverse, è importante monitorare con attenzione ogni caso specifico senza sottovalutare nulla. Ma quali sono le avvisaglie che potrebbero essere indice di un disagio nella fase della crescita? Di seguito vedremo le più comuni, specificando che le parole di questa guida non si sostituiscono in alcun modo al supporto di un medico specializzato nella crescita del neonato, al quale si rimanda per un'informazione più dettagliata e per qualsiasi tipo di diagnosi o cura. L'istinto materno non è tutto, ma la percezione che qualcosa non va, come ad esempio nei casi di pianto anomalo perdurante, non è da sottovalutare, ed è elemento sufficiente per richiedere una visita. Vediamo dunque come capire un disagio di un neonato.

27

Occorrente

  • Visite specalistiche
37

Colorito del viso

Normalmente un bimbo neonato in salute mostra guance dal colorito rosato, ha una pelle liscissima e quasi brillante. Quando il bimbo appare troppo pallido o la sua pelle è irritata, ciò potrebbe essere indice di alcune problematiche. In casi come questo è importante effettuare una visita dal pediatra, che vi saprà dire se è il caso di scavare a fondo o se vi siete preoccupate oltre modo.

47

Labbra

Anche le labbra del neonato in condizioni di salute appaiono rosate, e quando così non è potrebbe essere indice di una temperatura ambientale non adeguata. In questo caso, così come quando si riscontrano delle irritazioni, screpolature o dei gonfiori sulle labbra, il medico potrebbe aiutarvi a capire se si tratta di infiammazioni, allergie o altre problematiche che saprà valutare con attenzione. Da controllare spesso anche la lingua, che non dev'essere troppo bianca, né vi devono essere chiazze sospette. In questi casi il medico può trovare una cura adatta all'eventuale problematica o prescrivere degli accertamenti se necessario.

Continua la lettura
57

Occhi

Gli occhi di un neonato sono brillanti, in particolare la parte bianca che si chiama sclera. Se notate una colorazione giallastra in quest'area, portate il vostro bimbo a visita. Potrebbe essere necessario accertare che non si sia davanti ad una malattia, tra le quali l'ittero, necessitante di cure apposite. Un altro campanello d'allarme potrebbe essere la presenza di occhiaie anomale, gonfiore delle palpebre, ecc. Se notate che il vostro bimbo piange, accertatevi prima di tutto che sia asciutto, che non abbia fame, sonno, freddo, caldo, che non sia scomodo o che, semplicemente, non abbia voglia di coccole. Se pensate che le cause di un pianto perdurante non siano queste, rivolgetevi al medico. In generale, ogni volta che notate qualcosa di sospetto o qualche cambiamento inoslito nell'abituale routine, chiamate il vostro pediatra ed optate per un controllo in sede o a domicilio a seconda della necessità. Questa guida non sostituisce in alcun modo il consulto medico, né si propone d'essere un rimedio alle diverse problematiche dell'infanzia.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Effettuate controlli ordinari e straordinari presso il vostro pediatra di fiducia.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

Come non sentirsi a disagio

Per vivere in maniera serena e provare piacere nello stare in mezzo alla gente ed in compagnia di altre persone, è fondamentale non sentirsi a disagio. Scrollarsi di dosso inutili paranoie migliorerà il vostro stile di vita e le vostre interazioni sociali....
Psicologia

Linguaggio dei segni: come comprendere un disagio

Il linguaggio dei segni è un sistema codificato, studiato per sopperire all'impossibilità da parte di alcuni soggetti di avvalersi della lingua parlata. Per coloro i quali non è possibile articolare parola per vari motivi patologici, così come per...
Psicologia

Come capire il linguaggio del corpo

Ogni postura ha un significato preciso, e la lettura ed interpretazione degli involontari movimenti corporei è quasi una scienza: vediamo attraverso questa pratica guida come capire il linguaggio del corpo tramite qualche esempio analizzando i più comuni...
Psicologia

5 modi per capire che tuo marito ti nasconde qualcosa

Il matrimonio, si sa, è un serio impegno per la vita tra due persone che si amano. Durante la convivenza, i coniugi possono affrontare alti e bassi. Le vicissitudini quotidiane possono infatti provocare stress, ansia e attrito tra marito e moglie. Il...
Psicologia

5 domande da porti per capire cosa fare nella vita

Tutti nel percorso della propria vita hanno varie tappe da fare e varie strade da percorrere, ognuno con le proprie scelte, ognuno coi propri tempi. C'è chi con il sistema scolastico italiano le prime scelte di vita le fa quando a tredici anni sceglie...
Psicologia

Come capire alcuni lati del carattere osservando l'andatura

Persone che camminando vi appaiono sgraziati, ed hanno un'andatura piuttosto scomposta, noi useremmo dire sovente che sembra abbiano la testa fra le nuvole. Vi sarà sicuramente capitato di vedere per strada individui che si muovono in modo tutt'altro...
Psicologia

Relazione: 5 segnali per capire se si è in crisi

Le relazioni non sono mai facili da gestire e da portare avanti. L'amore è come un fiore che va curato, accudito, alimentato, giorno dopo giorno per crescere forte, sano e duraturo. Purtroppo però non sempre è semplice e, soprattutto dopo molti anni...
Psicologia

5 consigli per sedurre un uomo senza fargli capire che ti piace

Non è sempre facile riuscire ad approcciare con una persona che ci piace. Spesso tremiamo al solo pensare di parlarci, oppure fantastichiamo su mille modi per poter iniziare una conversazione e quando arriviamo realmente a parlare ci blocchiamo e facciamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.