Come calmare la tosse nei bambini in maniera naturale

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La tosse è un meccanismo naturale che serve per liberare le vie respiratorie da ostacoli e muco. Serve ad espellere agenti patogeni e corpi estranei introdotti nelle vie aeree. Nei bambini le forme di raffreddamento con tosse e raffreddore e mal di gola sono frequenti dato l'elevato incidenza nelle comunità scolastiche e la facilità di trasmissione di virus e batteri. La tosse acuta comporta spossatezza ed inappetenza e spesso, se persistente, anche insonnia. Per calmare gli effetti si può ricorrere ai sistemi farmacologici, oppure agire in maniera naturale. Vediamo insieme come calmare la tosse nei bambini in maniera naturale.
.

27

Occorrente

  • Marrubio
  • Malva e semi di papavero
  • Cipolla
  • Miele come dolcificante
  • Succo di limone ed olio di semi di girasole
37

Preparazione al limone

I sedativi risultano sicuramente molto efficaci per calmare la tosse, talvolta aiutano anche a fluidificare il muco ma si tratta pur sempre di farmaci. Un ritrovato naturale che può essere d'aiuto è il limone ricco di sostanze benefiche e antibatteriche oltre che di vitamine. Si dovrà spremere del succo di limone e riscaldarlo in un pentolino aggiungendo successivamente 1 cucchiaio di olio di semi di girasole e 4 di miele grezzo. Mescolare il composto fino a formare una cremina densa. Successivamente trasferire il composto ottenuto in un barattolino di vetro a chiusura ermetica precedentemente sterilizzato previa bollitura in acqua. Il barattolo va riposto in frigorifero e somministrato nella quantità di 1 cucchiaio come calmante naturale per la tosse.

47

Sciroppo di Marrubio

Se ai vostri bambini non piace il limone potete sperimentate una valida alternativa. Si tratta dello sciroppo di Marrubio ad azione calmante e balsamica che si ottiene utilizzando un erba officinale reperibile in erboristeria. In questo caso si procede per preparare un infuso che si ottiene versando un cucchiaino di erba di Marrubio in una tazza d'acqua bollente che successivamente andrà dolcificata con 1 cucchiaino di miele grezzo. Questo infuso in quantità esagerate, potrebbe comportare effetti collaterali come insonnia ed irrequietezza. È bene rispettare dunque le dosi indicate. Se si prepara l'infuso in quantità, andrà conservato in frigorifero in un vasetto di vetro. Per calmare la tosse, basterà un cucchiaio ogni quattro ore.

Continua la lettura
57

Infuso di malva e papavero

Un altro ottimo sistema naturale utile per calmare gli attacchi di tosse nei bambini richiede l'impiego di una pianta comune che è la Malva. Se ne può acquistare in erboristeria o raccoglierla nei campi e nei prati. Per preparare l'infuso, versare un cucchiaio di malva in una tazza ed unirvi uno dei semi di papavero lasciando in infusione in acqua bollente per circa dieci minuti. Successivamente filtrare e dolcificare. Non è cosa nota ma anche la cipolla è un ottimo anti-batterico ed è utile per calmare la tosse. Sbucciare la cipolla e tagliarla a fettine inserirla in un pentolino con acqua e far bollire dieci minuti. Filtrare dolcificare e somministrare tre volte al giorno.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricorda di aerare sempre per bene gli ambienti della casa
  • Fai bere molti liquidi soprattutto caldi al tuo bambino
  • Mantieni una temperatura costante nelle stanze, non superiore ai 20 gradi
  • Fai dormire i tuoi figli con la testa sollevata a circa 45°
  • Effettua dei lavaggi nasali ed aerosol con la soluzione fisiologica
  • Fai dei suffumigi con acqua e bicarbonato
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

5 erbe da usare con l'aerosol

In inverno e nei cambi di stagione capita molto facilmente di influenzarsi. Il naso chiuso ed il catarro diventano due nemici per la vita quotidiana. Spesso si trascura l'influenza rischiando, però, di prolungarne i sintomi, altre volte si provano dei...
Rimedi Naturali

5 tisane per l'autunno

Quando arriva l'autunno l'organismo comincia ad avere bisogno di mantenersi al caldo. Le giornate diventano più fredde, e la sera diventa piacevole stare al calore a casa, sorseggiando una buona Tisana. Naturalmente protagonisti dell'autunno sono alcune...
Rimedi Naturali

Le proprietà della salvia

L' Officinalis Salvina, più comunemente conosciuta con il nome di salvia è una pianta dal piccolo arbusto di circa ottanta centimetri di altezza ed appartiene alla famiglia delle Lamiaceae. Le foglie si presentano di colore verde-grigio e di forma ovale,...
Rimedi Naturali

Le proprietà benefiche della primula

La primula è una pianta che fa parte della nota famiglia delle Primulaceae. Questa pianta è molto conosciuta perché è spesso utilizzata per curare infiammazioni o altri disturbi in modo totalmente naturale, infatti essa vanta proprietà analgesiche,...
Rimedi Naturali

Come utilizzare l'eucalipto per il mal di gola

L'Eucalipto è molto famoso per la sua efficacia e la sua grande varietà di utilizzi. La pianta di eucalipto è originaria dell'Australia e ne esistono ben 600 specie da cui si ricavano 15 tipi di oli (ottenuti dalla distillazione delle foglie). È...
Rimedi Naturali

Come lenire la tosse

Capita spesso di prendersi un raffreddore e di avere la tosse, e ovviamente il consiglio immediato, nonché passo obbligato verso la guarigione, è quello di recarsi dal medico per una terapia adeguata al male in corso. Tuttavia esistono anche dei metodi...
Rimedi Naturali

Come usare il miele per la tosse

La tosse è un fastidiosissimo disturbo che puntualmente ogni anno si manifesta, proprio nelle stagioni più fredde, tantissime persone ne sono preda, adulti e bambini. Le vie respiratorie e la gola a causa di una forte tosse (grassa oppure anche secca)...
Rimedi Naturali

Come lenire la tosse con lo sciroppo di fichi

Tosse: solitamente è un sintomo di reazione dell’organismo ad un’infiammazione delle vie respiratorie dovuta ad un agente patogeno o irritante. Pertanto, si accompagna spesso a raffreddore, faringite, laringite, tracheite, bronchite, polmonite e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.