Come ballare il walzer viennese

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Avete mai pensato di imparare a ballare il walzer? Pensate che sia troppo difficoltoso per voi? Niente paura, grazie a questa guida potrete fare un figurone tra i vostri amici. Appena si parla di valzer, vi verrà alla mente la Vienna imperiale, il Danubio Blu; anche se pochi conoscono alcuni valzer nostrani come quello piemontese o romagnolo. Il Valzer nasce quindi in Austria nella prima metà dell'800, e deriva dalla parola tedesca "valzen" volteggiare appunto. Generalmente, quando si parla di valzer occorre fare una distinzione tra due stili: il walzer viennese e quello inglese. Il primo ha uno stile musicale più veloce, con battute al minuto quasi il doppio dell'altro. Il tempo per entrambi è pur sempre il 3/4, cambia solo la velocità di esecuzione e la direzionalità dei passi. Andiamo quindi a vedere tutti i trucchi per imparare in maniera efficace il valzer viennese.

26

Occorrente

  • acquisizione del tempo 3/4, ritmo base numerato, in battere e in levare con le mani, esercizi vocali del ritmo di base, spostamenti con i piedi, movimento del corpo
36

Per imparare a ballare il valzer occorre conoscere e ballare la mazurca; i passi infatti saranno identici anche se eseguiti ad un ritmo più veloce. Va evidenziato che, sia per l'uno che per l'altro tipo di valzer, devi necessariamente esercitati dapprima a voce col ritmo di base che è 1-2-3, 1-2-3, dove l'uno (come numero) deve essere fortemente accentuato. Ad ogni battuta ritmica devi far corrispondere un movimento delle mani e, successivamente, un passo. Esercitiamoci innanzi tempo a prendere il ritmo con le mani. Pertanto batti 1 con entrambe le mani, poi alza la mano destra e "svolazza" con essa a destra, come se volessi dare un ceffone col dorso della mano, e di' il numero 2.
Poi "svolazza" a sinistra, a mo' di ceffone con l'interno della mano, e batti 3.
Ti ricapitolo: un movimento "in battere" e due movimenti "in levare". Ripeti più volte queste battute ritmiche, pronunciando la sequenza "un.. due-tre; un.. Due-tre.

46

Una volta abituato l'orecchio a questo ritmo base, potete iniziare a trasferirlo sul corpo in movimento. Esegui i passi che ti dirò. Magari fatti "cullare" da una musica di Strauss. Vi sarà più facile l'esecuzione. Come prima cosa, l'uomo appoggia la mano dx sulla scapola sx della donna; la donna la mano sx sull'avambraccio dx dell'uomo, abbracciandolo con le dita. La mano sx dell'uomo afferra la mano dx della donna. Da questa posizione occupiamoci dei piedi, che dovranno risultare ad incastro. Il piede dx dell'uomo deve andarsi a posizionare al centro dei piedi della donna, quasi ad incastro.

Continua la lettura
56

I passi dell'uomo sono questi: sx in avanti (tacco-pianta), ora il dx va avanti leggermente in diagonale, e il sx si chiude affianco del dx. I passi della donna quindi saranno opposti; dx indietro, sx indietro leggermente a sx, e quindi il sx che chiude affianco al dx. Uno avanti, due elevazione, tre indietro. Cambia piede e opera col piede sinistro. Spostalo sempre a lato e, col piede destro, fai gli stessi movimenti (sono speculari) che hai fatto in precedenza col piede sinistro, portando sempre il ritmo "un, due-tre; un, due-tre".

66

Ricordatevi che, in questo tipo di valzer, i movimenti del tuo corpo devono essere molto ravvicinati (in special modo sul due-tre), veloci e ondeggianti. Ma, quel che più conta, devono essere prettamente rotatori. Il tuo corpo si sposterà cioè sia a destra e sia a sinistra, e, se siete in una pista di ballo con altri, vi muoverete in direzione antioraria, mentre le varie coppie vi seguiranno una dopo l'altra. Quindi solo roteando continuamente col corpo, lascerete spazio anche agli altri di muoversi alla stessa stregua e tutti insieme in successione circolare. Ed ora via: un-due-tre..

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Come ballare il twist

Ballare è la passione di moltissime persone, scatenarsi in pista ed esprimere le proprie emozioni con il corpo non ha prezzo. Esistono un'infinità di tipi di ballo per tutti i gusti e per tutte le età. Ma nulla è meglio di un bel ballo classico dove...
Fitness

Come ballare il LetKiss

Il letkiss è un ballo che viene fatto in gruppo ed è molto elementare ed anche semplice. Ha pochi movimenti basilari molto ripetitivi. Esso è degli anni '60 ed ha origine dal Letkajenkka, che è un ballo finlandese, che successivamente, spopolò in...
Fitness

Come ballare la bachata

La bachata è una delle danze più conosciute al mondo. Originario della Repubblica Dominicana, questo ballo si contraddistingue per la musica melodica e per i testi d'amore. Inizialmente, all'incirca negli anni '40, si affermò tra le classi sociali...
Fitness

Come ballare la samba

Oggi proviamo a ballare vediamo come imparare in modo facile la "samba" un ballo pieno di fascino, appresi i passi base possiamo affrontare coreografie piene di creatività, ed improvvisazione. Questo ballo ha origini Brasiliane, nasce però a Rio de...
Fitness

Come ballare la rueda

In tutte le culture del mondo esiste il ballo! Un'attività che viene dovuta al bisogno di distrarsi e di socializzare con la gente. Liberando energie compresse e divertendosi allo stesso tempo. Adulti e giovani ballano in modo differente! Adoperando...
Fitness

Come Vestirsi Per Ballare Il Tango

Ballare è la passione di moltissime persone, muoversi a ritmo di musica in sincronia con il partner è qualcosa di veramente fantastico, un'emozione che unisce due persone in una serie di figure eleganti. Esistono moltissimi tipi di ballo, ma quello...
Fitness

Come ballare la Pizzica

La pizzica è una danza popolare tipica pugliese, in particolare del Salento. Eseguita durante le feste di paese, battesimi e matrimoni, ha origini molto antiche. Appartiene al vasto genere delle tarantelle e risale addirittura al culto di Dionisio. Potrai...
Fitness

Come ballare il cha cha cha

Siete appassionati di danze latino-americane, ma non avete tempo per seguire un corso di ballo? Avete sempre voluto imparare qualche passo, ma non avete mai avuto l'occasione per farlo? Allora avete trovato la guida che fa per voi! Infatti, nei brevi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.