Come alzare i livelli di potassio nel corpo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Il potassio è un minerale che nel nostro organismo è coinvolto in molte funzioni vitali; il potassio è implicato ad esempio nell'attività muscolare, nel drenaggio dei liquidi e in molti processi metabolici. I livelli di potassio nel sangue vengono regalati dai reni, i quali eliminano una quantità maggiore o minore del minerale a seconda delle necessità che presenta il nostro corpo. A causa di una forte sudorazione però, può capitare che avvenga un abbassamento dei livelli di potassio nel sangue, in quanto tramite il sudore vengono eliminati diversi minerali tra cui il potassio. Tramite questo tutorial, capirete come alzare i livelli di potassio nel sangue quando questi si abbassano.

24

I livelli corretti di potassio nel sangue sono compresi tra 3,5 e 5 mEq/L. Quando tali valori vanno sotto la soglia minima allora si parla di ipokaliemia. Questa carenza di potassio solitamente è causata da un malfunzionamento dei reni o dall’assunzione di determinati farmaci, in grado di alterarne i valori presenti nel sangue. Questa insufficienza può causare diversi sintomi, come diarrea, dolori muscolari, crampi, stanchezza, senso costante di debolezza e, componente ancor più grave, battito irregolare ed aritmia cardiaca. Se questa carenza è determinata da cause patologiche allora si dovrà necessariamente rivolgersi a uno specialista; se invece è causata da fattori non patologici, ossia ad esempio da una sudorazione eccessiva o da uno sforzo fisico eccessivo, allora si può cercare di innalzare i livelli di potassio tramite alcuni semplici accorgimenti. In primis sicuramente bisogna seguire un una dieta adeguata. Uno degli alimenti più ricchi di potassio è la banana, che ne contiene fino a 600 mg. Consumare almeno due banane al giorno è un valido aiuto per risolvere il problema. Anche altra frutta ne possiede un elevato quantitativo: arance, kiwi, melone, fragole, albicocche, prugne, pesche ed uva sultanina ne sono ricchi; vi basterà consumarne due porzioni al giorno, per integrare la carenza.

34

Un altro valido aiuto è offerto dalla frutta secca, dal cioccolato (meglio se fondente) e dai cereali integrali. Anche alcune verdure sono particolarmente ricche di potassio, tra queste troviamo le barbabietole, le carote, le verdure a foglia scura (come bieta e spinaci), le patate, i funghi. Preparate un piatto di una o più di queste verdure condite con un filo di olio extravergine d’oliva, vi aiuteranno a innalzare i livelli di potassio nel sangue, oltre ad apportare ulteriori benefici al vostro organismo. Oltre alle verdure anche alcune spezie possono aiutarvi ad innalzare il potassio, tra queste vi sono ad esempio la curcuma, la paprika, il pepe, il peperoncino, il basilico e il prezzemolo.

Continua la lettura
44

Anche il pesce è un alimento che potete assumere per aiutarvi a innalzare i livelli di potassio. Potete far riferimento al salmone; 100 g di questo gustoso pesce, dalla consistenza tenera e saporita, possono contenere fino a 320 mg di potassio. Potete consumare anche sgombro, sardine e tonno. Oltre al pesce, anche i legumi, soprattutto nella buccia, racchiudono un notevole quantitativo di potassio; mangiateli sottoforma di zuppe o semplicemente conditi con olio e sale. Seguendo questi semplici accorgimenti, potrete risollevare facilmente i vostri livelli di potassio, se la carenza è blanda. Qualora la situazione fosse un po’ più grave allora potrete far ricorso a degli integratori di sali minerali. Questi li potete trovare sotto forma di bevande, bustina effervescenti o compresse. Se però ciò non dovesse bastare allora sarebbe meglio recarsi dal medico curante e farsi aiutare da quest'ultimo.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Come aumentare il pH del corpo in modo naturale

Nel corpo umano, il pH normale oscilla tra 7,35 e 7,45. Il problema può nascere se questo va al di sopra di questo o al di sotto. Una condizione di squilibrio per l'acidosi e l'alcalosi che diventerebbe, poi evidente per vari motivi. Si può parlare...
Rimedi Naturali

5 modi di usare il miele nella cura del corpo

Da sempre amiamo ripetervi che la nostra migliore alleata in fatto di bellezza è senz'altro la natura. In natura esistono prodotti dalle innumerevoli proprietà benefiche per la cura del nostro corpo e dei nostri capelli. Una tra le più preziose - e...
Rimedi Naturali

Come mantenere il corpo caldo in inverno

Il freddo è ormai arrivato, il gelo sulle zone di montagna si è già fatto sentire e i primi malanni della stagione invernale si sono ormai diffusi. Per non prendere umidità, freddo e per non beccare una fastidiosa influenza che costringe tutti a stare...
Rimedi Naturali

5 modi di usare lo yogurt nella cura del corpo

Quando abbiamo voglia di coccolarci un po', regalandoci magari un bel trattamento di bellezza, non per forza dobbiamo ricorrere ad una spa o ad un centro estetico. Tutto quello di cui abbiamo bisogno per rilassarci ed apparire più belle molto probabilmente...
Rimedi Naturali

Scrub per corpo al cocco

Per avere una pelle luminosa, vitale e straordinariamente bella, è bene trattarla con prodotti che servono ad eliminare le cellule che si sono depositate sulla sua superficie, le cosiddette “morte” che col tempo, se non rimosse danno alla cute un...
Rimedi Naturali

Cromoterapia: benefici su mente e corpo

Tra i vari trattamenti che mirano a portare la persona in uno stato di equilibrio tra il corpo e la mente c'è la cromoterapia. Le persone competenti in materia hanno constatato che questo trattamento, attraverso l'uso dei colori, permette di andare a...
Rimedi Naturali

5 modi per vincere la stanchezza

La fatica è un disturbo comune, soprattutto durante l'estate e quando si è avanti con l'età. Fortunatamente esistono molti modi per combattere il senso di stanchezza. Seguendo alcuni accorgimenti è possibile vincere l'affaticamento cronico e addirittura...
Rimedi Naturali

I migliori integratori per la stanchezza

Avere sempre una certa energia non è spesso facile, soprattutto quando si ha una vita molto piena e movimentata. È importante però mantenersi sempre in forma e integrare nel proprio corpo oltre ad un'alimentazione sana, determinate vitamine che possono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.