Come allenarsi per ridurre il battito cardiaco

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Sia che si tratti di esercizi per la meditazione o semplicemente per rilassarsi e contro l'ansia, sia che rallentare il proprio battito cardiaco serva per scopi terapeutici, esistono dei sistemi per riuscire ad ottenere buoni risultati semplicemente con un po' di esercizio e pazienza. Fate attenzione, però, perché se il vostro battito cardiaco risulta troppo veloce (e perciò avete bisogno di rallentarlo) potrebbe essere sintomo di patologie più o meno gravi, quindi è sempre consigliabile rivolgersi al proprio medico per accertarne le cause. Intanto, vi lasciamo una breve guida su come allenarsi a ridurlo senza bisogno di farmaci.

26

Il rallentamento del respiro

La prima cosa da fare per riuscire a rallentare il proprio battito cardiaco è concentrarsi sulla respirazione. Sarà bene, infatti, iniziare proprio rallentando quest'ultima. Come? Semplicemente iniziando ad effettuare dei respiri più lenti e profondi, inspirando a fondo e impiegando a tale scopo almeno 5 secondi, poi trattenere il respiro per circa 3 secondi ed iniziare ad espirare, impiegando all'incirca lo stesso tempo utilizzato per inspirare, accertandosi di far fuoriuscire completamente tutta l'aria. Il respiro rallentato, insieme alla concentrazione su di esso, aiuteranno il battito cardiaco a ridurre la sua frequenza. Ovviamente dovrete ripetere l'operazione per un po', non basteranno semplicemente 2 o 3 respiri lunghi. Attenzione, però, all'iperventilazione: se dovesse iniziare a girarvi la testa o avvertiste dei mancamenti, fermatevi subito ed iniziate a respirare normalmente.

36

La manovra di Valsalva

Un altro semplice metodo è detto "manovra di Valsalva". Questa pratica va a provocare, in pratica, un cambiamento di pressione che può essere efficace per rallentare i battiti cardiaci, specie in caso di tachicardia. Basterà tapparsi il naso con le dita ed espirare forte: la pressione, esercitata mediante la contrazione dei muscoli addominali, andrà ad agire sul nervo vago, responsabile proprio del rallentamento della funzione cardiaca. La contrazione dovrà essere mantenuta per circa cinque secondi e poi rilassarsi, ripetendo l'operazione diverse volte. Attenzione, però, a non abusarne: è una tecnica molto faticosa e potrebbe rivelarsi anche pericolosa perché la pressione esercitata a livello polmonare potrebbe addirittura causare una sincope.

Continua la lettura
46

Il massaggio carotideo

Sempre andando ad agire sul nervo vago, ma in maniera diversa da quella appena descritta, si potrà esercitare un massaggio all'altezza del seno carotideo. La carotide, infatti, è un'arteria posizionata vicino alla gola e dunque al nervo vago. Un leggero massaggio fatto con le dita in queste prossimità aiuterà a stimolare il nervo vago e dunque a rallentare la frequenza cardiaca. Attenzione solo a non premere troppo forte, poiché si tratta di una zona delicata e ricca di terminazioni nervose.

56

Il riflesso di immersione

Può sembrare assurdo, ma anche bagnarsi improvvisamente il viso con acqua fredda può servire allo scopo. Ne deriverà il cosiddetto "riflesso di immersione" in grado, dal canto suo, di rallentare il metabolismo. Tale rallentamento aiuterà a ridurre anche il battito cardiaco, quindi ripetere più volte l'operazione finché non si sarà raggiunto l'obiettivo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Attenzione agli effetti collaterali di ogni tecnica, non abusarne e chiedere sempre prima il parere del medico
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Salute

Come calcolare il battito cardiaco sotto sforzo

Controllare il proprio battito cardiaco è importante soprattutto dopo una determinata attività sportiva, ovvero quando risulta particolarmente accelerato ed anche la frequenza è maggiore. Negli esseri umani è infatti importante sapere, che il cuore...
Salute

5 punti da massaggiare per ridurre il mal di testa

Se il problema che affligge voi come milioni di altre persone nel mondo è un fastidioso mal di testa, è bene sapere che si potrà facilmente ridurre semplicemente utilizzando cinque punti da massaggiare e di seguito ve li andrò ad illustrare.Non è...
Salute

Come ridurre la sonnolenza

Non sono poche le persone che accusano stanchezza e sonnolenza nei momenti meno appropriati. Questo è un problema che può avere cause diverse, da quelle fisiologiche a patologie serie. Soprattutto se colpisce chi lavora o chi deve prestare particolare...
Salute

Come ridurre l'inquinamento luminoso

Guardare le stelle col naso all'insù, ammirarle e cercare di individuare costellazioni e bagliori lontani. Un'abitudine, forse, che appartiene ormai al passato e che poco coincide con la frenesia delle nostre città e con il bagliore sempre più accecante...
Salute

Monitorare il sonno con lo smartband

Quanti di voi lamentano un sonno non ristoratore e soffrono di piccoli o grandi disturbi legati proprio al momento che dovrebbe essere il più riposante della giornata? Dormire bene purtroppo non è per tutti e chi non ci riesce bene lo sa: stanchezza,...
Salute

Come usare il cardiofrequenzimetro

Il cardiofrequenzimetro è un piccolo apparecchietto rivoluzionario perché, nella sua semplicità, riesce a svolgere un compito importante e molto spesso essenziale, come per gli sportivi in fase di allenamento, ossia rilevare la frequenza dei battiti...
Salute

Come combattere i cali di pressione

L'ipotensione arteriosa, una condizione caratterizzata dai valori di pressione bassa, rappresenta un disturbo che accomuna molte persone. Il termine pressione si riferisce alla forza con cui il sangue, pompato dal cuore, va ad esercitare sulle arterie....
Salute

Sonno: 10 soluzioni impensabili per dormire

Dormire è una necessità indispensabile per condurre una vita normale e per garantire al corpo una condizione di benessere, per affrontare la giornata nel modo migliore. Da ciò, si deduce l' importanza di un buon sonno ristoratore, che offra il giusto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.