Come allenarsi con la kettleball

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Impiegare un kettlebell durante gli allenamenti assicura vantaggi inimmaginabili: grazie a questo attrezzo, infatti, si può lavorare per catene cinetiche ed allenare così specifiche fasce muscolari. Il kettlebell può essere usato sia dalle donne che dagli uomini, in modo sicuro ed efficace, a patto che si associ alla tecnica anche l'aiuto di un occhio esperto. Tale attrezzo esiste in numerose "taglie", che accontentano una vasta gamma di esigenze e vanno da un minimo di 2 ad un massimo di 64 chili. I gruppi muscolari interessati dal suo utilizzo sono principalmente gli addominali, i dorsali ed i pettorali, ma anche le gambe, le cosce e, almeno indirettamente (come accade nel "turkish get up") i glutei. Nei passi di questa guida vedremo assieme come allenarsi con la kettleball, come tonificare il corpo e come rimettersi in forma.

27

Occorrente

  • Kettlebell di vario calibro
  • Tappeto da fitness
37

Armonizzare busto e addome con l'allenamento core

Uno dei punti critici per uomini e donne è proprio il busto, che può apparire poco armonico ed attraente a causa della cattiva postura e del sovrappeso. Tramite "core kettlebell" è possibile migliorare il corsetto muscolare, senza stressarsi con intensi allenamenti cardio. Per questo workout è necessario munirsi di attrezzi non troppo pesanti, quindi vanno bene quelli da 2, 3 o 4 chili. Stendetevi in posizione supina sul tappetino, portate in alto le gambe e mantenete le ginocchia leggermente piegate. Afferrate il kettlebell, alzate il busto verso l'alto, quindi aprite le gambe e spingete l'attrezzo in avanti. Lentamente richiudetele, portate il busto indietro e, tenendo il kettlebell saldamente ancorato alle mani, stendete le braccia sopra la testa. Concedetevi varie ripetizioni, eseguendo movimenti lenti ed equilibrati, che impediscano gli strappi muscolari. Questo piccolo esercizio migliora in modo consistente tutta l'area addominale, regalando in breve tempo pance piatte e toniche.

47

Tonificare i glutei col sumo squat

Avere glutei da calendario è facilissimo, se si associa al famoso squat l'utilizzo di un peso. Nel sumo squat kettlebell è proprio il nostro attrezzo che funge da protagonista, facendo lavorare in contemporanea addominali, lombari, quadricipiti, glutei e adduttori. Per questo workout partite da posizione eretta, piegatevi in avanti, impugnate la kettleball e tirate su la schiena. A questo punto divaricate le gambe, piegate le ginocchia, portate giù il bacino e lasciate che il peso tocchi il pavimento. Rialzatevi lentamente mantenendo le braccia distese durante tutto l'esercizio. Eseguite almeno 10 squat prima di fare una pausa ma, ancora una volta, compiete solo movimenti lenti. Altra raccomandazione da fare è quella di non utilizzare carichi troppo pesanti, nell'illusione di migliorare la resa dell'allenamento. Se avete dubbi o incertezze, affidatevi ad un personal trainer che valuterà le vostre capacità e vi aiuterà nella scelta.

Continua la lettura
57

Tornire le braccia con lo swing

Il kettleball è lo strumento ideale per tornire le braccia e dire addio alle ali di pipistrello. L'esercizio da svolgere in questo caso si chiama kettlebell swing ed è adatto sia ai professionisti che ai neofiti. Ad essere interessate maggiormente, questa volta, sono le aree muscolari della parte alta del corpo, poiché il movimento viene sostenuto dai dorsali e dai pettorali. Ponetevi in posizione eretta, quindi portate le spalle leggermente in avanti rispetto al bacino, abbassatevi e piegate le ginocchia, come a voler eseguire uno squat. Mantenete le braccia distese ed afferrate la kettleball, fatela quindi oscillare tra le gambe e, alla fine, portatela in alto. La fase terminale dell'esercizio prevedere che l'attrezzo venga portato all'altezza del cuore, dettaglio che potrebbe spaventare i meno allenati. L'oscillazione del peso, tuttavia, "sosterrà" in parte lo sforzo, rendendo le ripetizioni meno faticose di quello che si potrebbe ipotizzare. A questo punto lasciate che la kettleball scivoli nuovamente in basso ed acquisisca parte di quella energia necessaria a riportarla in alto. Pur trattandosi di un workout di base, richiede la massima attenzione ed è bene concedersi una pausa dopo 10 oscillazioni complete.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di dedicarvi alla kettlebell, eseguite un buon riscaldamento
  • Indossate guanti per migliorare la presa al manico dell'attrezzo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

10 consigli per tornare ad allenarsi dopo una malattia

Ricominciare a fare sport dopo una malattia non è sempre facile. Bisogna infatti tener conto del periodo più o meno lungo di pausa che si è fatto. Se comunque si è trattato di una semplice influenza non superiore a quattro giorni è possibile riprendere...
Fitness

Come allenarsi con le flessioni

Se siete arrivati qui è perché certamente avete voglia di restare in forma praticando del sano esercizio fisico. Per avere un fisico tonico, snello e forte, non c'è niente di meglio che eseguire esercizi a corpo libero, cioè senza nessun tipo di attrezzo....
Fitness

Come allenarsi salendo corda e pertica

All'interno di questa guida andremo a occuparci di allenamento. Nello specifico caso che tratteremo ora, all'interno di questi cinque brevi passi che seguiranno, ci concentreremo su come allenarsi salendo corda e pertica.La corda e la pertica sono state...
Fitness

5 utili consigli per allenarsi in altura

Oggi è di moda fare delle lunghe escursioni in alta montagna. Non è cosa da tutti e non tutti sono preparati a questo tipo di esperienza. C'è bisogno di grande allenamento e di seguire delle rigide linee guida, anche perché ne va di mezzo la nostra...
Fitness

Corsa: allenarsi col tapis roulant

Il tapis roulant è un attrezzo ginnico molto diffuso che, oltre ad essere in tutte le palestre che si rispettino, può essere tenuto anche in casa per allenarsi nei ritagli di tempo. Questo attrezzo è adatto a tutte le esigenze in quanto, la corsa sul...
Fitness

Come allenarsi a casa senza attrezzi

Per mantenersi in forma giova un perfetto equilibrio tra alimentazione ed attività fisica. Ci si può allenare in casa, come anche in palestra. In quest'ultimo caso, si paga un abbonamento, disponendo di tutti gli attrezzi per degli esercizi mirati....
Fitness

Come allenarsi sulle scale

Siamo soliti pensare alle scale come ad un acerrimo nemico, quando torniamo a casa stanchi o abbiamo scordato qualcosa al piano di sopra. A volte basta cambiare prospettiva per veder trasformare un ostacolo in un'opportunità. In questa guida vedremo...
Fitness

Come allenarsi col Bikram

Il come allenarsi col Bikram Yoga non è cosi facile spiegarlo in poche righe, ma in questa piccola guida proverò a fare luce più possibile su questo tipo di allenamento fisico e mentale, dato che lo Yoga ha come principale scopo la cura della mente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.