Come allenare i dorsali bassi

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Ci sono muscoli che attirano l'attenzione dei più e muscoli che passano inosservati e che, di conseguenza, in allenamento vengono perlopiù trascurati. A quest'ultima categoria appartiene di diritto un distretto muscolare che in palestra spesso non viene neanche preso in considerazione dal grosso dei palestrati. Parlo dei dorsali bassi, che sovente li si allena con i dorsali alti o con quelli esterni. Il che, beninteso, è ragionevole se si considera l'impossibilità pratica di isolare un distretto muscolare. Tuttavia, i dorsali bassi sono importanti per la salute della schiena e intervengono direttamente nel mantenimento di una postura eretta. Allora rispolveriamo questi muscoli bistrattati oltremodo: vediamo come allenare i dorsali bassi.

28

Occorrente

  • Panca
  • Bilanciere
  • Manubri
  • Pesi
38

Roteare il busto con il bilanciere

I dorsali bassi connettono, posteriormente e lateralmente, il bacino alla cassa toracica. Va da sé che intervengono quando flettiamo il busto all'indietro e lateralmente. Evitate assolutamente di saltare la fase del riscaldamento. Ecco un esercizio che funge da riscaldamento dei muscoli interessati. Sedete su una panca, impugnate un bilanciere vuoto con presa larga e appoggiatelo all'altezza della nuca. Non dovete far altro che roteare il busto da una parte all'altra, senza spostare la parte centrale del bilanciere dalla nuca. Non state utilizzando nessun carico, quindi potete abbondare con le ripetizioni. Una serie potrebbe essere sufficiente.

48

Roteare il busto con i manubri

A riscaldamento completato, potete iniziare a darci dentro con un po' di pesi. Nella fattispecie, potreste attaccare con le rotazioni del busto con i manubri. Ecco in cosa consistono. Divaricate le gambe e impugnate due manubri con pesi medi: per intenderci, potreste utilizzare gli stessi pesi che caricate quando allenate i deltoidi con i manubri (2-5 kg per i principianti, fino a 10 kg per chi è sufficientemente allenato; le donne potrebbero provare con 1-2 kg). Chinatevi e roteate il busto tenendo braccia tese e manubri uniti. Sfiorate un tallone, contraete i muscoli interessati per un secondo e ruotate di 180 gradi. Due set da 15-20 ripetizioni potranno andare bene.

Continua la lettura
58

Piegare il busto con i manubri

Ora potete aggiungere qualche chilo ai vostri manubri, ammesso che non abbiate incontrato difficoltà a completare le ultime ripetizioni dell'ultima serie (dell'esercizio precedente). Braccia lungo i fianchi, divaricate leggermente le gambe e piegate il busto avendo cura di non flettere le gambe. Espirate quando i manubri sfiorano il pavimento e ritornate lentamente nella posizione iniziale. Il movimento dev'essere il più possibile lento e controllato, in special modo in fase ascendente. Se durate fatica a completare una quindicina di ripetizioni, non dovete far altro che alleggerire il carico. Un paio di set prima della meritata pausa.

68

Piegare il busto con il bilanciere

Infine, un esercizio che allena intensamente i dorsali bassi. Eviti, o chieda un parere al personal trainer, chi è alle prime armi. A gambe leggermente divaricate impugnate un bilanciere (partite con un carico medio) esattamente come nel primo esercizio descritto, cioè sfiorando la nuca. Flettete il busto fino a formare grosso modo un angolo di 90 gradi tra gambe e torace, quindi espirate e ritornate molto lentamente alla posizione di partenza. Evitate il più possibile di molleggiarvi e di aumentare la velocità del movimento. Fate in modo che una ripetizione duri un paio di secondi in fase discendente e fino a 4 secondi in fase ascendente.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il mal di schiena lieve può essere tenuto sotto controllo mantenendo la colonna vertebrale elastica e allenata. Sotto questo riguardo i dorsali bassi sono muscoli cruciali.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Come allenare i dorsali a casa

Non vi capita mai di voler rimettervi in forma, ma di non avere tempo di frequentare una palestra? Vi fanno male le braccia e la schiena quando trasportate le buste della spesa? Niente paura, in questa guida vi illustreremo come allenare i muscoli della...
Fitness

Esercizi di stretching per trapezio e dorsali

È risaputo che prima di eseguire qualsiasi esercizio fisico è sempre opportuno eseguire degli allungamenti dei muscoli, ovvero effettuare il cosiddetto stretching. In questa guida andremo a vedere come effettuare l'allungamento del muscolo trapezoidale...
Fitness

I 6 esercizi migliori per lo sviluppo dei dorsali

Nell'arco della nostra vita capita spesso di ritrovarci a pensare che svolgere un po' di attività fisica non solo ci possa fare molto bene, ma sia addirittura necessario. Arrivati a questo punto non resta che iscriversi a una buona palestra e sfruttare...
Fitness

Come fare gli addominali bassi, alti e laterali in casa

Nella guida in esame andremo ad argomentare su come fare gli addominali bassi, alti e laterali comodamente in casa propria. Infatti, specialmente se si decide di cominciare da zero un allenamento costante, non c'è bisogno di grandissimi attrezzi. Il...
Fitness

Come allenare i pettorali alti

Nella programmazione di un allenamento completo deve rientrare lo sviluppo della forza e della massa di tutti i distretti muscolari. Generalmente, quando si va in palestra si è soliti suddividere l'allenamento in più sessioni, proprio per concentrarsi...
Fitness

Esercizi addominali alti, bassi e obliqui

La guida che andremo a sviluppare si occuperà di ginnastica. Nello specifico, andremo a indicarvi qualche esercizio dedicato agli addominali alti, bassi e obliqui. L'addome è la cavità corporea che, unita alla cavità toracica costituisce il celoma....
Fitness

Come allenare gli addominali alla sbarra

Tutto il giorno in piedi, o anche seduti, e ci si ritrova alla sera con le vertebre compresse dal nostro stesso peso. Se provaste a misurare l'altezza appena alzati e subito prima di andare a letto potreste riscontrare una differenza di qualche centimetro....
Fitness

Come allenare il muscolo vasto mediale

Una semplice guida per imparare ad allenare il muscolo vasto mediale, ossia la prima parte interna della nostra gamba. Il muscolo "vasto mediale" gioca un ruolo fondamentale nella stabilizzazione della rotula, durante i movimenti di estensione e flessione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.