Come aiutare una persona ansiosa

Tramite: O2O
Difficoltà: media
110

Introduzione

Una persona ansiosa non sempre è facile da gestire, visto che innanzi tutto è indispensabile dare una motivazione al suo stato e capire se si ha davanti una patologia seria o un disturbo passeggero. In certe fasi della vita, durante alcune esperienze e dopo situazioni che hanno messo a dura prova un individuo può diventare particolarmente ansioso. Molto accomuna una persona ansiosa ad un'altra che ha lo stesso problema, in base a questo si possono evidenziare cause comuni e trarne conclusioni adeguate. Di sicuro se a stare vicino all'individuo ansioso, ci sono parenti, amici o comunque persone che gli vogliono bene, la patologia sarà più facile da trattare. Si deve agire però con la massima cautela per non innescare situazioni che potrebbero aumentare l'ansia. Come aiutare una persona ansiosa?

210

Occorrente

  • Pazienza ed empatia
310

Ascoltiamo

In primo luogo, non occorre essere psicologi, per capire che ascoltare è la prima medicina. Dare parte del proprio tempo per stare vicini ad una persona ansiosa è dimostrarle il bene che si prova.
L'empatia è sentita e rassicura chi soffre di problemi di ansia di non essere giudicato, ma di avere accanto persone che giudicano, senza avere provato il malessere forte che condiziona la vita di chi è sofferente. Se davvero si vuole essere utili a chi soffre di ansia non si deve giudicare, ma mettersi nelle sue condizioni, per capire come comportarsi e come si vorrebbe che gli altri agissero, senza ergersi a giudici. Non è sufficiente conoscere come comportarsi, ma esserci e donare la propria disponibilità ad ascoltare.

410

Offriamo aiuto

In genere per l'ansia non si arriva a morire, un buon psicologo, psicoterapeuta o psicoanalista può aiutare molto e fornire giuste soluzioni, che non sono solamente farmaci. Cercare lo specialista giusto ed convincere la persona ansiosa a recarsi a chiedere aiuto è già un'azione corretta. Non servono minacce, nè suppliche, la sola opera di convincimento andrà benissimo. È importante aiutare senza esaltare il problema ed amplificarlo, potrebbe essere solo una situazione passeggera.

Continua la lettura
510

Manteniamo l'equilibrio

Non è facile stare vicino ed aiutare parenti o amici che soffrono di ansia. Può succedere di essere coinvolti ed avvertire lo stress della situazione in cui ci si trova. Diviene importante continuare le proprie occupazioni, non rinunciare al tempo libero ed allo svago. Gli hobby ed ogni interesse ci appassionino ci aiuteranno ad essere più forti e pronti a gestire chi soffre di ansia, senza venire inghiottiti dalla stessa patologia. I consigli degli addetti ai lavori nel settore psicologico favoriranno la nostra opera.

610

Non imponiamo

Di sicuro non è il caso di improvvisarci specialisti e diagnosticare la guarigione entro breve tempo. Nei casi acuti si dovrà attendere l'effetto delle terapie, il tempo farà il resto. Piano piano, senza alcuna imposizione chi soffre di stati ansiosi capirà di ridimensionare la sua "malattia" se qualcuno gli sta vicino e lo accetta completamente.

710

Informiamo

Oltre ad informarsi sugli stati ansiosi e sul modo di stare vicino a chi ne soffre, aggiorniamoci ed aggiorniamo chi ci sta accanto. Così la persona che presenta attacchi di ansia capirà ogni sintomo provato e la sua provenienza. Non avrà paura di ciò che gli sta succedendo e saprà di poter uscire dalla situazione di difficoltà.

810

Non proviamo pregiudizi

Nessun pregiudizio, chi soffre di stati ansiosi, può provare sintomi che gli affetti da patologie importanti manifestano. In questo modo vengono trasmesse le richieste di aiuto al cervello, che a sua volta mette in circolo gli ormoni che stimolano lo stress. Contratture muscolari, tachicardie, difficoltà respiratorie sono sentite fisicamente e non solo immaginate da chi soffre di patologie ansiose. L'accettazione e la convivenza dell'ansia è il primo passo per guarire.

910

Guarda il video

1010

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Manteniamo la calma e la fiducia
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

Come aiutare un soggetto schizofrenico

Un soggetto schizofrenico, per il pensiero comune, è un soggetto dai gravi disturbi mentali e, per questo, pericoloso, folle, imprevedibile, da evitare ad ogni costo. La malattia mentale di un soggetto schizofrenico è, nell'immaginario comune, qualcosa...
Psicologia

Come aiutare chi ha dipendenza da gioco

Il gioco d'azzardo può causare dipendenza, portando un giocatore compulsivo a sfuggire alla realtà, immergendosi sempre di più in questa attività. Al pari di altre dipendenze, come quella per lo shopping compulsivo ad esempio, va saputa riconoscere...
Psicologia

Le caratteristiche di una persona asessuale

Forse alcuni di voi avranno già sentito parlare dell'asessualità. Eppure, al giorno d'oggi, c'è ancora molta disinformazione, a volte ignoranza e confusione su questi temi molto delicati che riguardano sesso, sessualità ed identità di genere degli...
Psicologia

Come comportarsi con una persona permalosa

La permalosità è una reattività a comportamenti ed a parole che altre persone non considerano offensivi. Il permaloso è abbastanza insicuro per cui non riesce a convivere facilmente con gli altri. Spesso si è costretti a vivere con persone che non...
Psicologia

Come essere una persona più empatica

L'empatia è una capacità che ci aiuta a capire i sentimenti degli altri, favorendo anche la comprensione del loro comportamento, evitando in tal modo conflitti di tipo caratteriale. Tuttavia, molte persone l'hanno a dei livelli eccessivamente bassi,...
Psicologia

Come capire se una persona dice la verità

Tutti noi vorremmo sapere come fare a capire se la persona che ci sta davanti sta mentendo oppure dice la verità. A parte la sensibilità personale e il grado di conoscenza che abbiamo con il nostro interlocutore, che sicuramente giocano un ruolo fondamentale...
Psicologia

Come gestire una persona aggressiva

Ogni persona può risultare simpatica o antipatica, positiva o negativa, calma o aggressiva. I caratteri variano da individui ad individui, questo è una conseguenza genetica e di educazione ricevuta dalla famiglia. Inoltre gli stress, le difficoltà...
Psicologia

Come aiutare chi soffre di DOC

Doc: Disturbo Ossessivo Compulsivo. È questo il significato dell'acronimo col quale si identifica questo tipo di disturbi. Chi è affetto da Doc solitamente è consapevole di quanto gli accade, di quanto i suoi comportamenti possano risultare non convenzionali....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.