Come aiutare la digestione con una tisana di coriandolo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Fin dall'antichità, le erbe e le piante officinali sono state adoperate dall'essere umano come rimedio per qualsiasi tipologia di affezione o dolore: la diffusione delle erboristerie ha donato alle persone l'opportunità di beneficiare di preparazioni naturali in grado di curare i più svariati disturbi.
In erboristeria, infatti, sarà possibile reperire numerose piante officinali da poter impiegare come ingrediente in decotti e tisane: fra le diverse erbe esistenti, il coriandolo è conosciuto specialmente come condimento per gli alimenti.
Nella seguente dettagliata e particolare guida che troverete esplicata nei passaggi successivi, però, vi farò imparare ad utilizzarlo come tisana capace di alleviare qualche disturbo, grazie alle sue famose proprietà antisettiche e digestive: precisamente, vi spiegherò bene come bisogna contrastare il gonfiore addominale e aiutare gradevolmente la digestione con una bevanda a base di coriandolo.

28

Occorrente

  • Coriandolo sminuzzato
  • Acqua
  • Pentolino
  • Zucchero o miele (opzionale)
  • Coperchio o piattino
  • Colino
38

Per preparare la tisana al coriandolo, non si avrà bisogno di reperire degli ingredienti particolari, in quanto sarà necessario soltanto acquistare qualche grammo di questa erba presso una qualsiasi erboristeria, facendo molta attenzione che si tratti effettivamente di coriandolo puro e non mescolato ad ulteriori sostanze.
Innanzitutto, occorrerà precisare una differenza davvero essenziale fra decotto e infuso: il decotto prevede una cottura vera e propria a fiamma contenuta delle erbe, mentre l'infuso consiste nell'immergere pochi grammi di erbe all'interno di acqua calda lontana dal fuoco.

48

Per preparare una deliziosa tisana al coriandolo, bisognerà versare una tazza d'acqua oligominerale e naturale (non quella del rubinetto eccessivamente calcarea) all'interno di un pentolino (per ciascuna persona), accendere il fuoco e mantenere bassa la fiamma, fino a quando l'acqua non raggiunge i 90°C.
Qualora non foste in possesso di un termometro da cucina, sarà sufficiente osservare l'acqua presente dentro il pentolino: quando vedrete che si formeranno delle piccole bollicine salenti verso l'alto, la temperatura dei 90°C verrà raggiunta.

Continua la lettura
58

Successivamente, occorrerà spegnere il fuoco, versare un cucchiaio da cucina pieno di coriandolo nel pentolino (per ciascuna persona), mescolare velocemente e coprire tramite un coperchio o piattino, allo scopo di riuscire a mantenere la temperatura di 90°C ed evitare che evaporino delle sostanze benefiche.
Dopo aver aspettato per circa 5 minuti e mediante l'ausilio di un colino, sarà necessario versare la tisana in ogni tazza e consumarla quando è ancora calda, aggiungendo eventualmente dello zucchero oppure del miele.

68

Viste le proprietà benefiche specifiche dell'erba denominata coriandolo, sarà assolutamente preferibile consumare la tisana immediatamente dopo i pasti principali, in modo da semplificare il processo digestivo.
La tisana di coriandolo non soltanto riesce a facilitare la digestione, ma sarà anche utile per riuscire a calmare efficacemente l'emicrania e nelle situazioni di stanchezza mentale: pertanto, questa erba rappresenta un buon rimedio naturale per la cura dei piccoli disturbi.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Consumate la tisana al coriandolo subito dopo il pranzo e/o la cena.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Coriandolo: benefici e proprietà

Il coriandolo (che, nel subcontinente indiano, viene comunemente denominato "Dhania") è una pianta notevolmente impiegata in tutto il mondo come condimento, contorno o decorazione dei piatti culinari. Il proprio nome scientifico è "Coriandrum sativum",...
Rimedi Naturali

5 proprietà dell'olio essenziale di coriandolo

L'olio essenziale di coriandolo deriva dai semi della pianta di Coriandrum savitum e viene ottenuto tramite il processo di distillazione a vapore. L'olio si presenta di un colore giallo chiaro ed emette una fragranza legnosa e dolce. Ma oltre a questo,...
Rimedi Naturali

5 tisane per favorire la digestione

Bere tisane è un'abitudine praticata da migliaia di anni grazie alle molteplici funzioni che svolgono nel nostro organismo. Oggi la maggior parte di coloro a cui piace bere tisane lo fa per concedersi un momento di relax, ignorando, a volte, che gli...
Rimedi Naturali

Come preparare una tisana per sgonfiare la pancia

A tutti non piace avere il cosiddetto gonfiore di pancia e di conseguenza quando vediamo la pancia piatta ci sa tanto di miraggio. La pancia piatta è oramai da sempre l'obiettivo che tutti vorremmo raggiungere con costanza e molta attenzione. Sgonfiare...
Rimedi Naturali

Come preparare una tisana digestiva

La digestione lenta e complicata potrebbe determinare qualche disturbo fisico (come i gonfiori addominali, l'acidità di stomaco, la nausea o il vomito). In commercio, si possono trovare numerosi prodotti farmaceutici in grado di migliorare questi problemi....
Rimedi Naturali

I migliori rimedi naturali per una buona digestione

Godere di una buona digestione è indispensabile per il benessere psicofisico di ogni individuo. Indipendentemente dalla dieta seguita, non è insolito soffrire di problemi quali meteorismo, mal di stomaco, acidità. Molti sono infatti i fattori che possono...
Rimedi Naturali

Come preparare una tisana zenzero e limone

La tisana a base di zenzero fresco e limone è un toccasana. Diffusa in tutta l'Asia e l'Africa con il suo sapore e aroma rilassante conquista tutti. Tale infuso inoltre aiuta la digestione e abbassa la febbre. Sebbene si possa trovare nei supermercati,...
Rimedi Naturali

Come preparare una tisana sgonfiante

La pancia gonfia rappresenta uno dei problemi più fastidiosi per l'organismo umano. Questo gonfiore ci impedisce di riposare bene e ci provoca uno stato di malessere generale. Ciò avviene soprattutto quando la pancia gonfia viene poco prima di un evento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.