Che cos'è il complesso di Edipo: cause e conseguenze

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

La vita di ognuno di noi potrebbe essere disturbata da gravi problemi psicologici che potrebbero influenzare in maniera negativa la crescita e lo sviluppo. Tra i complessi che maggiormente influenzano la vita di un bambino, possiamo annoverare il complesso di Edipo.
Il complesso di Edipo è un concetto che venne elaborato per la prima volta da Sigmund Freud nella teoria psicoanalitica, per spiegare quella fase nella quale il bambino prova una profonda attrazione per il genitore del sesso opposto. Questo fenomeno interessa sia i maschi che le femmine, ma per queste ultime viene utilizzato il termine "Complesso di Elettra". Vediamo quindi cos'è il complesso di Edipo le cause che lo provocano e le conseguenze che possono sopraggiungere. Da questa guida si potrà comprendere come doversi comportare dinnanzi a queste situazioni. Attraverso pochi e semplici passaggi vi daremo utili suggerimenti per facilitarvi il compito. Approfondiamo quindi il discorso e capiamoci di più per poter prevenire eventuali problemi.

27

Occorrente

  • Libro di psicanalisi di Freud
37

Origini del complesso di Edipo

Innanzitutto è bene sapere che la tragedia di Edipo, da cui prende il nome questo complesso, nasce dalla mitologia greca, nella quale Edipo Re, che venne abbandonato alla nascita dalla sua famiglia, durante età adulta uccide suo padre e sposa sua madre. Secondo Freud questa fase detta appunto "edipica" si tratta di un momento fondamentale per lo sviluppo sessuale e l'identificazione del bambino, che lotta con tutte le sue forze per allontanare il padre e per prendere il suo posto nei riguardi della madre. Solitamente il complesso di Edipo si manifesta intorno ai 3 anni e dura fino ai 6-7 anni. Dopo i 7 anni tale complesso va via col tempo eliminando, in quanto le sue attenzioni vengono rivolte alla compagnia ed alla scuola.

47

Came comportarsi

Il complesso di Edipo quindi rispecchia la fascia ormonale e psicologica del bambino e di conseguenza bisogna saper prendere le redini della situazione e capire innanzitutto cosa dover fare. I primi segnali evidenti sono rappresentati dalle manifestazioni di preferenza verso il genitore del sesso opposto: il bambino diventa possessivo nei confronti della madre, richiedendole sempre maggiori attenzioni d'affetto.

Continua la lettura
57

Disturbi del complesso di Edipo

Per quanto riguarda le conseguenze, è bene sapere che un complesso di Edipo non risolto potrebbe provocare dei disturbi psichici. Quasi sempre il complesso di Edipo si risolve il maniera del tutto spontanea e naturale quando il bambino capisce che non può avere con la madre lo stesso rapporto che invece ha suo padre. Di fronte a questo comportamento il padre ha il devore di imporsi, con le dovute maniere, facendo capire al piccolo che vi sono dei limiti e delle regole. Assecondare il bambino non da il giusto imput, anzi da maggiore rafforzo alla figura materna. Il compito che spetta alla madre è quello di mettere in luce il padre, complimentandolo e facendo capire al bambino che anche la figura paterna è importante quanto quella della madre.
Capire e comprendere le cause di un disturbo psicologico è fondamentale per prevenire problemi che potrebbero degenerare, e diventare irrisolvibili in futuro. Il complesso di Edipo è un disturbo psicologico tipico dei bambini, e che se non preso in tempo causa gravi problemi per la sana crescita del bambino. Fortunatamente i consigli di questa guida e l'assistenza di uno specialista del settore saranno dei validi strumenti a cui fare riferimento. Vi auguro quindi buona fortuna.
Alla prossima.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Vedere pure il Complesso di Elettra, ovvero la manifestazione del complesso al femminile.
  • In questi casi è sempre consigliato rivolgersi ad uno psicologo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

Come affrontare i tic nervosi

I tic nervosi sono un problema molto serio che può coinvolgere sia gli adulti che i bambini. È di fondamentale importanza cercare di risolvere questo inconveniente il prima possibile, al fine di evitare di andare incontro a gravi conseguenze o, comunque,...
Psicologia

5 modi per affrontare gli esami universitari

Gli esami sono un ostacolo costante nella vita di ogni studente, e nel caso di quelli universitari riescono a suscitare forse il maggior carico d'ansia e timore rispetto a quelli delle scuole inferiori. Infatti, in vista di uno o più esami universitario...
Psicologia

Come capire un disagio di un neonato

Crescere un neonato non è un compito semplice e spesso oltre alle soddisfazione ad alla gioia, ci si scontra anche con le preoccupazioni. Il supporto di un bravo pediatra è di fondamentale importanza, così come i controlli ordinari e quelli straordinari....
Psicologia

Le peggiori scuse per giustificare una bugia

Purtroppo, ognuno di noi, ha detto una bugia almeno una volta nella sua vita (e talvolta è stato anche scoperto). I bambini sono più propensi a dire frottole, ma sono perdonati più facilmente, mentre, per gli adulti, dire una bugia è un fatto abbastanza...
Psicologia

Come gestire la propria impulsività

Se ci accorgiamo di essere eccessivamente impulsivi nel reagire alle situazioni che si presentano quotidianamente, può essere necessario prendere dei provvedimenti per migliorarsi. L'agire in modo istintivo, senza pensare alle conseguenze delle proprie...
Psicologia

Come far confessare un tradimento

Il tradimento è senza ombra di dubbio un argomento molto delicato. La sincerità e la fiducia sono degli aspetti principali all'interno di una relazione e grazie ad essi è possibile costruire un rapporto sano ed affidabile. Tuttavia, se uno dei due...
Psicologia

Come trovare la serenità

Come trovare la serenità è un argomento delicato e complesso, che tormenta migliaia di persone e pertanto, una problematica da non trascurare. Una cosa è certa: la serenità nasce all'interno di noi stessi e dipende esclusivamente da noi. Non ci sono...
Psicologia

Come utilizzare la psicologia inversa

La mente umana è un vero e proprio pozzo infinito di risorse che possono o meno essere comprese. Gli psicologi che hanno provato a spiegarne al meglio i meccanismi sono stati, sono e saranno tantissimi, molti dei quali sono celebri e nel passato hanno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.