Carne rossa: proprietà e controindicazioni

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

La carne rossa rappresenta, da sempre, uno dei componenti fondamentali della piramide alimentare, dal momento che si tratta di un cibo abbastanza completo e molto nutriente, considerato il simbolo per eccellenza del benessere alimentare. Tuttavia nei tempi più recenti questo alimento ha subito una notevole svalutazione, dal momento che il suo consumo, sopratutto in quantità poco moderate, viene ritenuto responsabile dello sviluppo di una serie di patologie cancerogene e problematiche di tipo cardiovascolari, legate sopratutto all'aumento del tasso del colesterolo cattivo nel sangue (LDL). In realtà, se la carne viene consumata in dosi adeguate (ossia, circa due o tre volte alla settimana) rappresenta un alimento che garantisce all'organismo umano quel giusto apporto di proteine, di sali minerali e di nutrienti benefici. Nella guida a seguire esamineremo le proprietà benefiche della carne rossa e le controindicazioni dovute al suo consumo, tentando di bilanciare gli effetti e di ottenere un quadro completo per regolarsi sul suo consumo.

28

Occorrente

  • Carni rosse
38

Per prima cosa, è doveroso effettuare una fondamentale distinzione tra le differenti tipologie di carni rosse. Infatti, comunemente si trova in commercio la carne bovina, come quella di vitello, di manzo e di vitellone. Poi, annoveriamo la carne suina, ovvero quella proveniente dal maiale. Un altro tipo di carne rossa è quella equina, ed infine citiamo l'ovicaprina, ossia quella che deriva dall'agnello, dal capretto e dalla pecora. Ovviamente, ognuna di queste carni presenta dei valori nutrizionali differenti. Il taglio più ricco di lipidi, in particolar modo di grassi saturi, ossia quelli più dannosi per l'organismo umano, è quello suino, che è maggiormente associato all'insorgenza di disturbi cardiovascolari. Invece, la carne bovina e quella ovicaprina tendono ad essere più magre rispetto a quella di maiale. Tra l'altro, la qualità e la quantità dei nutrienti si differenzia ulteriormente a seconda del taglio che viene scelto. Naturalmente, è sempre consigliabile optare per i tagli magri. Ad esempio, il girello di bovino rappresenta un taglio sufficientemente magro, mentre la medesima cosa non si può affermare per la sua punta di petto, che a parità di peso contiene circa 60 kcal in più.

48

In ogni caso, l'abuso della carne rossa è sicuramente dannoso per la nostra salute, ma il suo consumo non dovrebbe essere precluso a prescindere dalla nostra dieta, dal momento che anche i suoi benefici sono notevoli e molteplici. La carne rossa, infatti, costituisce una fonte preziosa di amminoacidi essenziali e di proteine, che sono fondamentali all'organismo umano, in quanto hanno la funzione di effettuare una sintesi proteica adeguata e di mantenere i meccanismi metabolici efficienti. La carne rossa, tra l'altro, contiene in misura ottimale le vitamine del gruppo B ed A, ed è ricca di sali minerali come il potassio, il ferro ed il fosforo. Pertanto, è particolarmente consigliata per i soggetti che presentano uno stato anemico ferro carenziale, grazie al suo elevato contenuto di ferro.

Continua la lettura
58

Ovviamente, il consumo della carne rossa in quantità eccessive aumenta il rischio di andare incontro a patologie piuttosto insidiose, come dimostrato da recenti studi approfonditi. In particolar modo, può essere dannoso per chi soffre di patologie cardiovascolari e di ipertensione arteriosa, dal momento che rende il sangue maggiormente denso, influenzando in maniera negativa sul flusso sanguigno e sulla pressione arteriosa. E sappiamo benissimo che un incremento della pressione arteriosa può condurre a forme patologiche ad alto rischio come l'ictus. Non essendo un alimento particolarmente digeribile, tra l'altro, rallenta il processo digestivo e non è indicata per chi soffre di disturbi come la gastrite ed il reflusso gastroesofageo. Recenti studi hanno, inoltre, dimostrato che un eccessivo consumo di carni rosse rappresenta un fattore di rischio per alcuni forme neoplastiche, tra cui citiamo il carcinoma del colon retto (una forma di cancro intestinale).

68

In generale, possiamo comunque affermare che la carne non rappresenta un alimento da demonizzare e da eliminare dalla propria dieta. Quindi, se viene consumata in dosi adeguate, ovverosia non più di due o tre volte a settimana, ed in quantità non eccessive, non può che apportare benefici al nostro organismo. Tra l'altro, se si presta il massimo dell'attenzione alle differenti tipologie di cottura con cui viene preparata, è oltremodo possibile limitare gli aspetti negativi legati al suo consumo. La cottura alla griglia consente di eliminare la quantità di grassi, mentre con la preparazione come lo stufato ed il brasato è possibile mantenere quasi intatto il contenuto di vitamine termolabili e di elementi nutrienti. Infine, sono sconsigliati quei metodi di cottura come la frittura, in quanto rendono la carne assolutamente grassa e pertanto più dannosa per l'organismo umano.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Al momento dell'acquisto evitiamo i tagli più grassi, preferendo quelli più magri che sono sicuramente meno dannosi per la nostra salute.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Alimentazione

Miele di manuka: proprietà e controindicazioni

Il miele di manuka è originario della Nuova Zelanda e dell'Australia. Si ricava dall'omonimo arbusto dopo un lungo processo. Questo miele, che pochi conoscono, è un rimedio naturale contro alcuni disturbi come il mal di gola, il raffreddore ed è di...
Alimentazione

Bardana: proprietà e controindicazioni

Ricca di inulina, lignani, vitamine del gruppo B, tannini e sali minerali, la bardana è una pianta dalle mille proprietà e presenta solo limitate controindicazioni. Le sue radici, i suoi fiori e i suoi frutti vengono impiegati in molti settori pertinenti...
Alimentazione

Latte d'asina: proprietà e controindicazioni

Le proprietà del latte d'asina sono state riconosciute già da Ippocrate fra il 300 e il 400 a. C.Nel Rinascimento ha avuto una vera e propria considerazione scientifica e nel XX secolo iniziò ad essere utilizzato per nutrire neonati orfani e debilitati....
Alimentazione

Latte di soia: proprietà e controindicazioni

La nostra alimentazione, viene sempre più spesso arricchita da nuovi prodotti e alimenti importati da altri continenti. Chi per curiosità, per necessità o per scelta si è avvicinato alle alternative del comune latte vaccino. Tra le varianti troviamo...
Alimentazione

Latte di nocciola: proprietà e controindicazioni

Il latte di nocciola è un alimento nutrizionalmente completo, perché permettono di avere una bevanda che apporta un indubbio apporto calorico e nutrizionale, oltre che una bevanda gustosa, che va al di là delle tradizionali bibite o succhi in brick...
Alimentazione

Liquirizia: proprietà, usi e controindicazioni

La liquirizia è una pianta erbacea dalle tante proprietà. Di essa si possono ricavare molteplici usi ma è indispensabile conoscere anche le relative controindicazioni. In fitoterapia viene usata la radice e da essa estratto il succo nero. In commercio...
Alimentazione

Latte di kefir: proprietà e controindicazioni

Il kefir è una bevanda simile ad uno yogurt ottenuta grazie alla fermentazione del latte intero sia esso di pecora, di capra, di vacca o di tipo vegetale, dalla consistenza cremosa simile a quello di uno yogurt e dal sapore leggermente acido ma comunque...
Alimentazione

Latte di riso: proprietà e controindicazioni

C' è chi lo fa per scelta, chi per intolleranza alimentare, chi per problemi di digestione, sta di fatto che la sostituzione del latte vaccino al latte vegetale sta diventando molto diffusa. Il latte di riso è un tipo di latte vegetale che si ottiene...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.