5 modi per proteggere la vista dei propri bambini

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Spesso il momento in cui si scopre che il nostro bambino ha dei problemi alla vista avviene quando comincia ad andare a scuola: magari non riesce a leggere bene ciò che viene scritto alla lavagna, oppure si avvicina troppo al libro o al quaderno mentre legge o scrive o, ancora, arriva alla sera con gli occhi affaticati e arrossati. In questi casi, probabilmente, è già presente un problema e sarà compito del genitore cercare di risolverlo nel migliore dei modi. Tuttavia, anche quando non ci sono delle problematiche evidenti, è importante cercare di tutelare la salute degli occhi dei propri bambini e, per questo motivo, nei passaggi seguenti ci occuperemo proprio di darvi 5 semplici consigli per proteggere la loro vista.

26

Effettuare una visita oculistica

Il primo passo da compiere per scongiurare la presenza di problematiche alla vista è sicuramente quello di portare il proprio bambino da un oculista. La visita oculistica dovrebbe essere effettuata prima dell'età scolare, in maniera tale che eventuali disturbi possano essere corretti prima che cominci il percorso scolastico. Sarà poi l'oculista a darvi dei consigli specifici per proteggere la vista nei vostri bambini e per evitare che possano insorgere delle patologie.

36

Curare l'alimentazione

La salute degli occhi, così come quella di qualsiasi nostro organo o apparato, dipende anche dal cibo che introduciamo. Per avere degli occhi sani è fondamentale introdurre alimenti quali antiossidanti, che sono il grado di rallentare il processo di invecchiamento della retina; omega 3, che scongiurano l'insorgenza di maculopatie; vitamine, in particolare la C, la E e il beta carotene, che hanno il compito di rinforzare la vista e di prevenire le maculopatie. Infine, i vostri figli potranno trarre giovamento, non solo per la vista, ma per la salute di tutto il corpo, da un'alimentazione sana e da un uso limitato di zuccheri e grassi saturi.

Continua la lettura
46

Utilizzare uno schermo protettivo

Ormai i bambini, già da piccoli, fanno largamente uso di computer e tablet, sia per la scuola che per lo svago. L'utilizzo di questi dispositivi, a lungo andare, può danneggiare la vista, oltre che affaticare gli occhi in maniera eccessiva. Per ovviare a questo problema è importante fare uso di schermi protettivi: si possono trovare il commercio presso i negozi di informatica e ne esistono per tutti i modelli di pc. Ad ogni modo, ogni dispositivo offre la possibilità di regolare la luminosità in relazione alla luce esterna: questo è fondamentale soprattutto quando si trascorre molto tempo davanti al computer.

56

Limitare l'uso dei dispositivi elettronici

Computer, televisione, tablet, videogiochi e smartphone sono strumenti che fanno parte della vita quotidiana non solo degli adulti e degli studenti delle superiori e dell'università, ma anche dei bambini in età prescolare e scolare. L'uso continuo e quotidiano dei dispositivi elettronici può affaticare gli occhi e danneggiare la vista, oltre che compromettere lo stato di salute generale. Per questa ragione è fondamentale limitarne l'uso: è compito del genitore stabilire un tempo massimo di utilizzo del computer o dello smartphone, così come dei videogiochi e della tv. È bene insegnare al bambino a fare delle pause ogni quarto d'ora, in modo da poter rilassare gli occhi.

66

Utilizzare gli occhiali riposanti e occhiali da sole

Soprattutto quando il bambino comincia ad andare a scuola è importante controllare la vista: spesso, infatti, dietro una spiccata iperattività si può nascondere un problema alla vista, che impedisce al bambino di prestare la giusta attenzione in classe o quando fa i compiti. È quindi importante fare una visita oculistica e, qualora lo ritenesse opportuno, sarà lo specialista a consigliare l'uso di occhiali riposanti. Questi potranno essere utilizzati anche solamente a casa, per fare i compiti o per guardare la tv, soprattutto la sera, quando la vista è più affaticata dopo un'intensa giornata di scuola, sport e compiti. Infine, è bene ricordare che anche i bambini necessitano degli occhiali da sole, soprattutto nelle situazioni in cui l'esposizione risulta raddoppiata, come accade al mare, in montagna e sulla neve.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Salute

Consigli per non affaticare gli occhi al computer

Chi lavora, o semplicemente studia, per molte ore al computer sa benissimo che a fine giornata gli occhi possono apparire rossi e si può avvertire la sensazione di stanchezza oculare. Evitare questi problemi è possibile, basta adottare semplici accorgimenti.Vediamo...
Salute

Come rimuovere un corpo estraneo dall'occhio

Qualsiasi materiale come polvere, sabbia o vernice che entra l'occhio è chiamato un corpo estraneo. I corpi estranei si dividono in due categorie: superficiali e penetranti. I corpi estranei superficiali attaccano la parte anteriore dell'occhio e possono...
Rimedi Naturali

Esercizi con il metodo Bates

Questa guida vi permetterà di scoprire gli esercizi da fare per migliorare la vista con il metodo Bates. La ginnastica visiva, ideata dall'oculista americano William Bates, come vedremo non è proprio un esercizio fisico. Laureatosi in medicina, ha...
Salute

Occhio che lacrima: cause e cure

Una piccola irritazione potrà provocare dei disagi al fisico nella visione, ed anche purtroppo dolore. È perciò fondamentale e molto importante prestare attenzione a ciascuna alterazione della fisiologia dei nostri occhi e della funzione, in modo da...
Salute

Consigli per proteggere gli occhi in estate

Non bisogna assolutamente dimenticare che non solo la cute può essere danneggiata durante l’esposizione ai raggi Uva e Uvb, ma anche l’apparato visivo. Difatti si è dimostrato che l’eccesso di UV, ad esempio colpisce negativamente parte del cristallino...
Salute

I rimedi naturali per occhi secchi e arrossati

Molto spesso può capitare di avere gli occhi completamente secchi e arrossati a causa di diversi fattori. Gli occhi possono infatti stancarsi a causa di uno sforzo eccessivo, possono arrossarsi a causa di troppe ore trascorse davanti al computer oppure...
Fitness

Come allenarsi con la cyclette

Tra gli strumenti sportivi in auge da qualche anno, bisogna senz'altro elencare la cyclette, che moltissime persone hanno scelto per restare in forma o per perdere peso. Moltissime famiglie hanno una cyclette nei propri appartamenti, ed esse vengono adoperate...
Psicologia

Come riconoscere la dislessia

La dislessia è una difficoltà nell'apprendimento e nella lettura, che si manifesta già da bambini. È molto importante riconoscere la dislessia, perché se accertata in tempo si possono utilizzare delle terapie efficaci. Un bambini dislessico non è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.