5 metodi per calmarsi durante una lite

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Sarà capitato praticamente a tutti di litigare con un amico, con il proprio partner o con un genitore. E molto probabilmente chiunque ha già sperimentato la difficoltà a ritrovare la calma e a concludere serenamente la discussione. Si finisce sempre con l'ingigantire il problema e, magari, da un semplice rimprovero per qualcosa lasciato fuori posto si arriva a pronunciare pesanti insulti o, ancor peggio, a tirarsi i piatti o qualsiasi altra cosa capiti tra le mani! Per evitare tutto questo bisogna imparare a gestire la rabbia e a capire quando interrompere la discussione prima che questa possa degenerare. Vediamo, di seguito, 5 metodi per calmarsi durante una lite.

27

Fare una pausa e riflettere sui propri difetti e sbagli

Anche se può risultare molto difficile, prova per un attimo a fermarti e a guardarti dall'esterno, con gli occhi dell'altro. Osserva il tuo comportamento mostrato in quel momento e cerca di realizzare se è troppo aggressivo, dimesso, eccessivo rispetto al motivo del litigio o inappropriato al contesto. Rifletti sulla possibilità di abbandonare tale atteggiamento e se ciò sarà sufficiente per far risolvere la lite in breve tempo. Analizza i tuoi difetti e il ruolo che i tuoi errori hanno avuto nello sviluppo del litigio. Spesso questo è il primo passo per comprendere le ragioni dell'altro e trovare un compromesso.

37

Imparare ad ascoltare le ragioni dell'altro

Prova a concentrarti sulle parole del tuo interlocutore. Saper ascoltare è il primo passo affinché una lite si trasformi in una discussione costruttiva. Spesso accade che durante un litigio si rimanga più concentrati a pensare alle proprie ragioni piuttosto che alle richieste dell'altro. Il risultato? Lo scontro si trasforma in un dialogo tra sordi! Cerca di capire a fondo ciò che l'altro tenta di comunicare. Spesso il solo sentirsi capiti può portare l'interlocutore ad essere sufficientemente soddisfatto dell'esito della conversazione. Importante è provare a fare proprio il punto di vista dell'altro ed accettare che dietro al suo discorso c'è un ragionamento condivisibile. Allontana i pregiudizi e la presunzione, mostrati disponibile ad ascoltare e a comprendere le sue parole. Sicuramente la discussione giungerà a termine in breve tempo!

Continua la lettura
47

Conoscere il proprio corpo e respirare profondamente

Quando si è sottoposti ad un grosso carico di stress e rabbia, il corpo mette in atto una serie di strategie adattative volte a risolvere rapidamente il problema. Il sistema nervoso simpatico percepisce la situazione come pericolosa. Ciò provoca un aumento del battito cardiaco, un incremento della pressione sanguigna, un'accentuazione della frequenza del respiro ed una più rapida attivazione dei muscoli. Impara a riconoscere questi sintomi e non appena li senti comparire, interrompi la discussione e concentrati sulle sensazioni provate. Così facendo riuscirai a tenere a bada l'iperreattività del tuo corpo. Inoltre, identificando questi sintomi fisici, hai la possibilità di separarli dalla tua reazione emotiva. In questa situazione può risultare molto utile respirare profondamente e con il diaframma. Questo tipo di respirazione aiuta a contrastare la risposta allo stress, stimola il cervello a rilasciare i neurotrasmettitori della calma e ripristina gli adeguati livelli di ossigeno nel corpo. Appoggia una mano sul petto e l'altra sotto la gabbia toracica. Inspira lentamente utilizzando il naso e conta almeno fino a 5. Concentrati sui polmoni che si riempiono d'aria. Quindi trattieni il respiro per qualche secondo. Alla fine espira facendo uscire l'aria lentamente ed in modo uniforme dalla bocca e contando fino a 5. Ripeti l'esercizio un paio di volte. Vedrai che nel giro di qualche secondo ti sentirai molto più tranquillo!

57

Trovare un'attività per distrarsi

Se non riesci a calmarti, interrompi la discussione e cerca di distrarti. Solo quando ti sarai rasserenato potrai riprendere con più lucidità il discorso. Spesso, infatti, rimanere bloccati sempre sugli stessi pensieri e ragionamenti può peggiorare la situazione e far degenerare la discussione. Per evitare ciò, ferma tutto e trova subito un'attività che possa aiutarti a pensare ad altro. Ad esempio, può essere molto utile fare una chiacchierata con un amico, guardare un film, soprattutto se comico, scattare delle belle foto, fare giardinaggio all'aria aperta oppure leggere un buon libro. Se hai molta difficoltà a calmarti, prova ad ascoltare della musica rilassante. Evita i brani dai ritmi rapidi ed incalzanti e dai suoni penetranti; opta per canzoni lente, leggere e soavi. Se puoi, sdraiati sul letto e chiudi gli occhi. In genere, questa attività aiuta a ritrovare molto rapidamente la giusta serenità. A questo punto sarà molto più semplice fare la pace!

67

Affidarsi all'aromaterapia e all'attività fisica

L'aromaterapia è molto utile per ritrovare la calma. Preparati un bel bagno caldo, accendi qualche candela profumata ed aggiungi nella vasca qualche goccia di olio essenziale. Quelli più adatti a combattere lo stress e la rabbia, sono gli oli essenziali di legno di sandalo, di lavanda, di rosmarino e di camomilla. Se ne hai le possibilità, concediti un bel massaggio rigenerante oppure un pediluvio a base di questi oli essenziali. Un altro modo per tranquillizzarsi, estremamente efficace, è fare della moderata attività fisica. Questa ti farà sentire rapidamente molto meglio. Infatti, quando si fa movimento, vengono rilasciate in circolo le endorfine, sostanze endogene eccitanti capaci di aumentare il buonumore e ridurre il sentimento di rabbia. Qualsiasi attività fisica risulta efficace: puoi dedicarti ad una passeggiata, fare una breve corsa, andare in bicicletta, ballare o nuotare. Infine, discipline come lo yoga o il tai chi, che comprendono meditazione, respirazione profonda e movimento fisico, hanno enormi effetti calmanti sul corpo e sulla mente.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

10 trucchi per catturare l'attenzione durante una conversazione

Molti vogliono essere al centro dell'attenzione durante le conversazioni. Ma non è sempre così facile mantenere l'attenzione degli altri su di noi. Infatti servono certi requisiti ed effettuare certe mosse per tirare avanti un discorso non facendo distogliere...
Psicologia

Come gestire la rabbia durante una discussione

Nei rapporti umani affrontare qualche discussione è normale. Ogni individuo è diverso l'uno dall'altro e questo porta a occasionali malintesi. Per amici di vecchia data è tutto più facile da gestire. Anche quando molto diversi, due amici sanno comprendere...
Psicologia

5 metodi per automotivarsi

Spesso le persone pensano che per essere motivate devono avere uno stimolo da altri. Invece, utilizzando il nostro cervello, possiamo ritrovare le giuste motivazioni in noi stessi. Una persona, senza ricorrere all'aiuto di un'altra, può attivare dentro...
Psicologia

Come non cedere alle provocazioni

Vi capita spesso di perdere la calma e reagire a delle provocazioni? In questo modo vi guastate la giornata? Le provocazioni spesso nascono da situazioni o frasi banali. A volte le persone interpretano male i discorsi altrui e, reagiscono in modo spropositato....
Psicologia

7 benefici della musicoterapia

Capiamo innanzitutto cosa si intende per musicoterapia. Si tratta, fondamentalmente, di una tecnica innovativa, di tipo terapeutico, per ottenere grandi benefici per il corpo, la mente e lo spirito. Gli antichi dicevano: "mens sana in corpore sano", e...
Psicologia

5 modi per affrontare gli esami universitari

Gli esami sono un ostacolo costante nella vita di ogni studente, e nel caso di quelli universitari riescono a suscitare forse il maggior carico d'ansia e timore rispetto a quelli delle scuole inferiori. Infatti, in vista di uno o più esami universitario...
Psicologia

5 modi per gestire la rabbia

La rabbia è semplicemente una delle emozioni a disposizione di cuore, mente e corpo dell'essere umano, ma quando si fa viva troppo spesso e in modo troppo insistente e aggressivo può diventare un problema. Se stai leggendo queste righe, probabilmente,...
Psicologia

5 cose da sapere sull'ASMR

L'ASMR, ossia l'acronimo in italiano di Risposta autonoma del meridiano sensoriale, è una tecnica molto in voga al momento che consente il rilassamento del corpo e della mente durante l'ascolto di frasi sussurrate e rumori prodotti a basso impatto con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.