5 errori da evitare quando si mangia al ristorante

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Andare a mangiare al ristorante non è soltanto un'occasione di svago assieme a familiari o amici, ma può essere anche un ottimo modo di fare pubbliche relazioni per motivi professionali. Soprattutto in questi casi, è necessario tenere presente che vi sono regole ben precise che è opportuno tenere quando ci si trova fuori a mangiare, necessarie per fare una bella impressione ed evitare situazioni spiacevoli. In questa lista vi dirò quali sono i 5 errori da evitare quando si mangia al ristorante, buona lettura!

27

Non parlare ad alta voce

Sembra un concetto banale, ed invece è errore comunissimo: se vai al ristorante evita di alzare troppo il tono di voce quando parli con i commensali. Il problema non è tanto il fatto che tu stia parlando forte, quanto la moltitudine di voci che si sovrappongono! Con tonalità troppo alte, si crea un clima invivibile che disturba il personale di servizio e, talvolta, fa scappare nuovi clienti che appena si rendono conto della confusione scelgono un locale più tranquillo. Generalmente, infatti, chi va a mangiare fuori non ha voglia di caos, è un momento di relax dopo una giornata di lavoro, tutto si cerca tranne che la confusione!

37

Non stare al cellulare

Questo consiglio si adatta perfettamente a qualsiasi contesto sociale, non solo in un ristorante. Quando si è in compagnia, infatti, stare attaccati al telefono è un gesto maleducato, oltre che assolutamente non sano. Nel contesto specifico di una cena fuori, poi, il tutto diventa anche profondamente sconveniente se il telefono viene preso per fare foto al cibo. Un'abitudine, questa, estremamente diffusa grazie all'avvento degli smartphone che ha portato con sé la mania di voler condividere ogni momento della giornata sui social. Evitate, ci passerete molto meglio sia con chi vi sta di fronte, sia nei confronti del personale di servizio.

Continua la lettura
47

Non chiamare il cameriere urlando

A volte capita, magari dopo lunghe attese, che qualche cliente alzi la voce per attrarre l'attenzione del cameriere. I camerieri si chiamano con un cenno delle mani, con uno sguardo, oppure con un filo di voce, non certo urlando; non dimenticare, infatti, che stanno lavorando e probabilmente il ritardo in un ordine è dovuto a difficoltà in cucina che loro stanno cercando di risolvere con ogni mezzo. Altro punto importante: chiamare una persona in generale, e un cameriere nello specifico, con un urlo, equivale a trattarlo come fosse un servo, il che non è certamente il massimo.

57

Non ordinare più cibo di quello che mangi

Il cibo non si spreca, e questo già lo sai. Nei ristoranti, generalmente, questo principio vale ancora di più visto che ciò che avanza nel piatto viene automaticamente gettato, per ragioni di igiene, anche se non è stato nemmeno toccato. Quindi pensaci bene prima di ordinare qualcosa, anche magari nei menù all you can eat, non farti prendere dalla foga, ordina poche portate alla volta e poi casomai fai una seconda ordinazione. In questo modo farai un'ottima impressione anche la personale di servizio.

67

Non far andare i tuoi bambini ovunque

Spesso al ristorante si assiste a scene abbastanza grottesche, di famiglie con bambini che vagano per tutta la sala, disturbando gli altri clienti. Se da un lato è sacrosanto il diritto di ogni bambino di divertirsi, dall'altro ciò non equivale al fatto che sia automatico lasciarli liberi di fare qualunque cosa, in un luogo pubblico dove ci sono altre persone, estranee, che stanno mangiando. La cosa più importante da tenere presente è che un nuovo cliente può anche spazientirsi ed evitare di tornare in quel ristorante, solo perché qualche genitore ha lasciato un po' troppo libero il proprio figlio. Divertirsi si, ma nel rispetto di tutti.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Alimentazione

10 errori che non fanno dimagrire

Mettersi a dieta è una scelta difficile ma spesso necessaria e dovuta a problemi di salute o semplicemente alla voglia di migliorare il proprio aspetto fisico. Durante il periodo della dieta bisogna prestare molta attenzione a come ci si comporta, per...
Alimentazione

Errori da evitare per non compromettere la digestione

Non è raro che ci si ritrovi con dolori o bruciori allo stomaco o che si avverta una sensazione di pesantezza nonostante l'ora del pasto sia passata già da parecchio. Tutto ciò è sintomo di una cattiva digestione che a lungo andare può diventare...
Alimentazione

Raw Food: errori da evitare

Se avete deciso di intraprendere una dieta crudista ovvero aderire al cosiddetto Raw Food, è importante sapere che ci sono moltissime regole da rispettare affinché si riesca ad ottimizzare il risultato, senza incorrere in spiacevoli e fastidiose controindicazioni....
Alimentazione

Mal di gola: errori alimentari da evitare

Il mal di gola è una situazione spiacevole a cui tutti noi, prima o poi, andiamo incontro. Si tratta più propriamente di un'infiammazione acuta delle componenti linfonodali che si trovano nella porzione posteriore dell'orofaringe (tonsille) denominata...
Alimentazione

5 consigli se il bambino non vuole mangiare

Non è insolito che il bambino non voglia mangiare, o mangi veramente poco. Può succede ai bambini di qualsiasi età, svezzati da poco, all'asilo, o già in età scolare. I motivi possono essere tanti: non ha fame, è un bambino che non richiede grandi...
Alimentazione

Cosa mangiare fuori casa

I ritmi frenetici di vita non lasciano spazio alla dieta. Bar, ristoranti, locali pubblici o le mense sono la consolazione di molti lavoratori e studenti. Panini, piatti elaborati e fritti, macedonie zuccherate, antipasti di salumi e formaggi, dolci,...
Alimentazione

Come usare il dragoncello in cucina

Piante aromatiche di uso quotidiano soprattutto in cucina ne esistono davvero molte ma in genere non sono tanti coloro che le conoscono tutte e soprattutto che ne usufruiscono. Spesso si preferisce usare le stesse erbe di sempre per non cadere in errori...
Alimentazione

5 trucchi per attenuare la fame

La fame che si prova durante il giorno non è necessariamente un fenomeno fisico. Infatti, in alcuni casi, nonostante si è consumata un'abbondante colazione si iniziano a sentire le prime strette allo stomaco già durante la mattina. Spesso si mangia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.