5 consigli utili per attivare il metabolismo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Aumentare il metabolismo è il sogno di chi lotta con il proprio peso: un metabolismo più veloce significa infatti più calorie bruciate e più chili perduti. Ma quanto velocemente e in che misura il corpo bruci le calorie ingerite con il cibo per trasformale in energia dipende da diversi fattori. Alcuni, infatti, ereditano geneticamente un metabolismo più rapido, gli uomini tendono a bruciare più calorie rispetto alle donne, anche in condizioni di riposo, e tutti subiscono un rallentamento del metabolismo a partire dai 40 anni. Se non è possibile controllare l'età, il sesso e la genetica, ci sono però dei modi che gli esperti, medici e nutrizionisti, suggeriscono per attivare il metabolismo e rimettere in moto questo formidabile motore: abbiamo raccolto per te 5 consigli utili.

26

Fare la prima colazione

Spesso non si ha tempo, voglia, energia sufficiente per cominciare la giornata con una colazione adeguata e si finisce per saltarla e correre via al lavoro avendo magari ingerito solo il caffè. Non c'è errore più grande per il nostro metabolismo perché è come metterlo in pausa. Quando infatti il cervello sente che lo stomaco è vuoto, invia un messaggio alle cellule per risparmiare energia nel caso non arrivi un altro pasto. In altre parole, il corpo tende a conservare il grasso immagazzinato nelle cellule anziché bruciarlo. Una buona prima colazione, ricca di nutrienti, sveglia letteralmente il metabolismo mettendo in moto un processo di termogenesi in cui il corpo invia al cervello il segnale che attiva il processo metabolico, trasformando il cibo in energia.

36

Mangiare spesso

Per mantenere attivo il metabolismo tutti gli esperti suggeriscono di consumare piccoli pasti frequenti, ogni tre-quattro ore. Naturalmente dovranno essere pasti equilibrati, ciascuno dei quali contenente una percentuale di proteine, animali o vegetali. Consumare proteine infatti stimola proprio le cellule responsabili del meccanismo di trasformazione delle calorie e dei grassi in energia utile per l'organismo. Alimenti ad alto contenuto di zuccheri e carboidrati complessi possono portare invece alla resistenza all'insulina e a un disordine metabolico.

Continua la lettura
46

Fare esercizio fisico

L'esercizio fisico è indispensabile per tenere attivo il proprio metabolismo. Non solo infatti il corpo brucia durante tutto il tempo in cui si sta svolgendo un'attività fisica, ma continua a consumare calorie fino anche alle 24 ore successive, in condizione di riposo, perché il metabolismo rimane elevato. Sessioni di intenso allenamento fisico accendono letteralmente i geni del metabolismo ma anche un esercizio fisico moderato e regolare, soprattutto dopo i 40 anni è indispensabile per contrastare il naturale invecchiamento del metabolismo. Gli studi dimostrano che chi continua e seguire una routine di fitness anche in età avanzata, non sperimenta il rallentamento metabolico.

56

Dormire a sufficienza

Dormire almeno 7-8 ore al giorno, rispettare i ritmi circadiani dell'organismo mantiene in efficienza il metabolismo. Ricerche hanno dimostrato che quando si saltano ore di sonno, il giorno successivo si bruciano circa il 20% in meno delle calorie. Questo perché la deprivazione di sonno influisce sugli ormoni legati al metabolismo, che regolano l'appetito, come la leptina e la grelina.

66

Consumare cibi che stimolano il metabolismo

Possiamo risvegliare il nostro metabolismo addormentato, o comunque tenerlo sempre in efficienza, consumando con regolarità alcuni cibi e bevande. In particolare, pesci come il salmone, il tonno, le alici sono ricchi di acidi grassi omega-tre, che aiutano a trasferire al cervello il segnale della sazietà dell'organismo. Anche bere tè e caffè, può aiutarci: la caffeina stimola il sistema nervoso centrale e provoca una riduzione di calorie intorno all'8%; il tè, soprattutto quello verde, è un potente antiossidante, una vera e propria pozione miracolosa che ha la capacità di aumentare il tasso metabolico e accelerare l'ossidazione dei grassi.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Salute

Consigli per accelerare il metabolismo

Tantissime persone desiderano un metabolismo più veloce poiché grazie a quest'ultimo è possibile dimagrire più in fretta e mantenersi in forma senza troppa fatica. Tuttavia per comprendere come accelerare il metabolismo occorre prendere in considerazione...
Salute

10 cose da non fare se vuoi aumentare il tuo metabolismo

In questa lista ti illustrerò 10 cose da non fare se vuoi aumentare il tuo metabolismo. Quest'operazione si rende necessaria quando non sei in grado di dimagrire oppure se vuoi farlo in modo veloce, oltre a questa motivazione, ci sono altri benefici...
Salute

10 azioni che rallentano il metabolismo

Capita spesso, alle donne un po' di più rispetto agli uomini, di prendere chili senza un motivo evidente. Nonostante l'alimentazione sia stata regolare, senza eccessi o sgarri, può succedere che nel giro di poco non si riesca ad entrare più nei soliti...
Salute

Malesseri di stagione: consigli utili

Molto spesso capita di sentirsi annoiati oppure stanchi quando l'arrivo di una nuova stagione è alle porte. Infatti, dopo mesi a cui ci si era abituati ad un certo clima ed una determinata temperatura, l'arrivo del freddo o, molto più spesso, del caldo...
Salute

10 consigli per combattere la candida

La candida rappresenta un'infezione prodotta da funghi appartenenti al genere saprofita che in condizioni normali sono presenti nel corpo umano, nella cavità orale e in quella vaginale. Questi funghi generalmente sono tenuti sotto controllo dal nostro...
Salute

5 consigli per eliminare l'acido lattico

Se durante uno sforzo prolungato e inaspettato avvertite un fastidioso dolore diffuso nel corpo, non allarmatevi. Si tratta dell'acido lattico prodotto dai muscoli. Per eliminare l'acido lattico avrete solo bisogno di un periodo di riposo. Infatti a distanza...
Salute

5 consigli per evitare le allergie in primavera

La primavera è probabilmente la stagione più attesa dell'anno: le giornate si allungano e le temperature iniziano a riscaldarsi, offrendoci la possibilità di uscire da casa e vivere la natura che meravigliosamente rinasce.Purtroppo per chi soffre di...
Salute

5 consigli per dormire con l'influenza

Quando non stiamo particolarmente bene, la temperatura del corpo comincia ad alzarsi, il mal di testa ci assilla, il raffreddore ci intasa, insomma, siamo praticamente in preda all'influenza, oltre a stare male tutto il giorno, abbiamo anche difficoltà...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.