5 consigli per superare la perdita del proprio cane

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
18

Introduzione

Il cane è il migliore amico dell'uomo per antonomasia. Non è solo un animale, ma spesso è un amico, un compagno di vita, un vero e proprio membro della famiglia sul quale riversare amore e cure. Perciò quando ci lascia, ci affligge un dolore immenso al pari di un lutto per la perdita di un nostro familiare. Questo dispiacere purtroppo durerà a lungo. Secondo il parere degli psicologi, è necessario affrontarlo per non far sì che ci opprima. Esistono diverse teorie a riguardo, ma in questa guida vedremo 5 consigli per superare la perdita del proprio cane.

28

Occorrente

  • Tanta pazienza e voglia di superare la perdita.
38

Continuare a mantenerne vivo il ricordo

Chi perde il proprio cane deve continuare a mantenerne vivo il ricordo. Possiamo creare un album di fotografie che ci ricordino i momenti felici trascorsi con lui. Oppure possiamo concentrare le nostre energie in qualche associazione benefica a favore degli animali. Soprattutto nei canili, sono sempre ben accetti i volontari. Così potremo superare la perdita, ma nello stesso tempo ci sentiremo vicini al nostro cane che non c'è più.

48

Viverlo fino in fondo

Per superare il dolore per la perdita di un cane, bisogna viverlo fino in fondo. Lasciamoci andare, per trovare poi la forza e il coraggio di superare la perdita. Dobbiamo essere consapevoli del lutto in cui siamo, senza nasconderci dietro una facciata di finta forza. Vivere la sofferenza che ci spaventa un po' per volta, ricostruendo i ricordi belli del passato insieme al nostro cane in prospettiva di un nuovo futuro è la strada giusta.

Continua la lettura
58

La vita continua

Purtroppo, o per fortuna, la vita continua anche in un momento come questo. Apparentemente la perdita ci sembra molto difficile da affrontare, ma questa è la natura delle cose. Solitamente quando muore un animale, si reagisce prendendone subito un altro. Non è sbagliata questa reazione, ma scegliamo i tempi giusti per farlo. Il nuovo amico non dovrà essere un surrogato o un sostituto del nostro cane. Nè dovrà essere un tentativo di soffocare il dolore. Prendiamo un altro animale solamente quando saremo pronti ad amarlo in maniera incondizionata, per creare con lui un rapporto speciale.

68

Il rifiuto, la rabbia, la negoziazione, la depressione e l'accettazione

Superare il lutto è fondamentale per poter guardare avanti. La perdita del nostro cane non guarirà mai, ma dobbiamo cercare di elaborare l'accaduto. Generalmente l'elaborazione passa attraverso diverse fasi: il rifiuto, la rabbia, la negoziazione, la depressione e l'accettazione. Il rifiuto è quello che non ci fa accettare che il nostro cane sia morto. Attraverso la rabbia sfoghiamo le nostre frustrazioni. Poi cerchiamo un'alternativa che ci tenga occupati, per non pensare al nostro dolore e superare la perdita. Ciò accade finché non accettiamo definitivamente questo brutto evento. È fondamentale cercare consigli e conforto nei nostri amici e parenti. Dobbiamo parlare di ciò che è accaduto con persone disposte a capirci. Ricordiamoci che non siamo anormali o folli se proviamo questi sentimenti. Il dolore legato alla perdita di un cane è più che normale. Non permettiamo a nessuno di prenderci in giro e deriderci per questo. Chi non è in grado di capire questo legame tra il cane e il padrone, non capirà mai il dolore che ci sta devastando.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Facciamoci aiutare dai nostri amici per superare la perdita.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

10 motivi per riprendersi dopo un lutto

Quando ci scontriamo con la morte di qualcuno a noi vicino ci sembra che una parte di noi sia andata via con quella persona. Nulla sarà mai più come prima. Una nuova consapevolezza del dolore inciderà sulla nostra vita. Tuttavia dobbiamo continuare...
Psicologia

Come affrontare la morte di un nonno

I nonni, in molti casi, sono figure fondamentali nella nostra vita fin dal primo giorno in cui siamo venuti al mondo, nel momento in cui un nonno/a viene a mancare, ci troviamo ad affrontare un lutto veramente grande e difficile da superare soprattutto...
Psicologia

5 modi per gestire la rabbia

La rabbia è semplicemente una delle emozioni a disposizione di cuore, mente e corpo dell'essere umano, ma quando si fa viva troppo spesso e in modo troppo insistente e aggressivo può diventare un problema. Se stai leggendo queste righe, probabilmente,...
Psicologia

Come affrontare la morte di un fratello

Come vedremo nel corso di questa guida, la scomparsa di una persona cara, di un genitore o di un fratello, è sempre un evento traumatico che richiede un lungo tempo di elaborazione del dolore. Tutti noi sappiamo come la malattia o in generale la morte...
Psicologia

Come superare i momenti di rabbia

La rabbia è una delle emozioni più comuni e frequenti che le persone possono provare insieme alla gioia ed al dolore. Questo stato d'animo mette sotto pressione sia il fisico che la psiche. È possibile, però, imparare a gestire e a superare questo...
Psicologia

Come imparare a gestire la rabbia

La rabbia è uno stato psichico che viene generato da alcune provocazioni capaci di eliminare i freni inibitori che in condizioni normali vanno a stemperare le scelte di un soggetto. La rabbia è quindi un stato d'animo che non fa bene all'uomo per cui...
Rimedi Naturali

Come stimolare l'appetito

Per stimolare l'appetito si rivelano utili molte erbe. In fitoterapia esistono varie tipologie di piante specifiche per l'inappetenza e vengono spesso utilizzate per la creazione di amari, oli essenziali o tisane; il loro effetto è evidente ed immediato....
Psicologia

Come superare una crisi esistenziale

Affrontare un periodo negativo, che ci spinge a porci delle domande sullo scopo della nostra vita; sul ruolo che adempiamo e soprattutto sul perché non riusciamo a capire che direzione sta prendendo la nostra vita. La nostra mente in quel caso, attraversa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.