5 consigli per riconoscere le ostriche fresche

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Al vapore, alla griglia, oppure in umido con un condimento a base di spezie, le ostriche sono da considerarsi sempre e comunque un piatto prelibato. A basso contento di calorie, ma ricche di calcio, questi molluschi possono essere considerati dei veri e propri alleati per la nostra salute. Attenzione però, se vogliamo consumarle crude, in questo caso dobbiamo accertarci che siano veramente fresche e in buono stato di conservazione. Di seguito andiamo a vedere 5 consigli per riconoscere le ostriche fresche.

26

Il colore

Al momento dell'acquisto delle ostriche, il primo passo da fare è quello di controllare la colorazione del guscio. Se a occhio vediamo che su di esso sono presenti striature rosa e grigie e le parti bianche risaltano con un colore brillante, tutti questi particolari messi insieme ci fanno capire che le ostriche che intendiamo acquistare sono veramente fresche.

36

Il guscio

Altro metodo di valutazione per capire se le ostriche sono veramente fresche, è quello di prendere i molluschi in mano e controllare la conservazione del guscio. Al nostro esame visivo, il guscio deve essere in perfetto stato di conservazione, senza quindi presentare la benché minima rottura. Si sa che tra la pesca e il trasporto, le ostriche possono subire danni, in questo caso il consiglio è quello di eliminare tutti quei soggetti che presentano rotture, anche minime, su qualsiasi parte del guscio.

Continua la lettura
46

Chiusura delle valve

Se le valve delle ostriche che intendiamo acquistare sono perfettamente chiuse e aderenti fra loro, questo significa che il mollusco all'interno è vivo e in buona salute. Al contrario se i due gusci sono distanti fra loro, anche di pochissimi millimetri e toccandoli rimangono nella stessa identica posizione, questo invece significa che l'animale all'interno è morto e l'ostrica non è più commestibile.

56

L'odore

Ecco un'altro metodo che ci permette di valutare se le ostriche sono in buono stato e di conseguenza commestibili: l'odore. A volte tra i molluschi che intendiamo acquistare è possibile notarne alcuni con il guscio leggermente aperto, non sempre però questo particolare ci indica che l'animale all'interno sia morto. In questo caso non dobbiamo far altro che avvicinare l'ostrica al naso, se l'odore che emana è fresco, il mollusco è commestibile. Al contrario, se l'odore percepito dalle nostre narici è agro e pungente, in questo caso il mollusco è morto quindi l'ostrica non è più commestibile in alcun modo.

66

Il rumore

Battendo l'unghia sul guscio dell'ostrica, il rumore che sentiamo deve essere "sordo", in questo caso si ha la conferma che il mollusco all'interno è vivo. Nel caso in cui invece l'ostrica all'interno sia morta, il rumore che percepiamo battendo sul guscio è "cavo" ovvero risuona a vuoto. Ad una prima analisi può sembrare un metodo poco affidabile, al contrario invece è uno degli indici principali per capire lo stato di salute dei molluschi che vogliamo acquistare.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Alimentazione

Come riconoscere il pesce fresco

Il pesce dà segni evidenti della sua freschezza, ma è importante saperli riconoscere. Non è difficile. Eppure in molti, davanti al bancone del pesce, sono assaliti da mille dubbi... Fresco, vecchio o decongelato? Pescato o d'allevamento? A sciogliere...
Alimentazione

Come riconoscere un OGM

Siamo sempre più attenti a ciò che mangiamo e giustamente vogliamo essere consapevoli di quali sostanze entrano nel nostro corpo. Recentemente si sente sempre più spesso parlare di OGM, ma è possibile riconoscere tali alimenti? Sì, lo è. Anche se...
Alimentazione

Come riconoscere un prodotto biologico

I prodotti biologici, che si identificano con la sigla "BIO", si ottengono da semine e raccolte in cui si esclude a priori l'impiego di sostanze chimiche di sintesi. Se ci nutriamo con degli alimenti biologici, abbiamo la certezza assoluta di non assumere...
Alimentazione

Come riconoscere il farro biologico

In tempi come questi curare l'alimentazione è fondamentale per garantirsi uno stato di salute ottimale. Oltre alle scelte alimentari corrette è importante prestare attenzione alla qualità dei cibi che si portano in tavola. Proprio per questo molti...
Alimentazione

Come riconoscere delle bacche di goji biologiche

Le bacche di goji sono un particolare frutto che nei ultimi anni sta riscontrando un notevole successo tra una grande percentuale di consumatori. Esse godono di ottima fama in merito alle molteplici proprietà benefiche che il loro consumo apporta all'organismo...
Alimentazione

Come riconoscere un buon caffè

Gli amanti del caffè hanno diverse preferenze di sapore, corposità, qualità della miscela e freschezza. Il caffè di alta qualità deve essere ben equilibrato, con la giusta quantità di acidità, di aroma e di sapore. Nella semplicissima e pratica...
Alimentazione

Come riconoscere il vero sale dell'Himalaya

Il sale dell' Himalaya possiede caratteristiche ben diverse dal normale sale marino non solo perché di colore rosa, ma anche perché ha un grado di purezza di gran lunga superiore dovuto al luogo dove viene estratto, la catena himalayana, formatasi 250...
Alimentazione

5 consigli per depurarsi con con gli estratti di verdura

Per mantenersi in forma, non bastano di certo svariate diete e diversi tipi di attività fisica, che possono sicuramente aiutarvi a mantenervi in forma ma non possono disintossicarvi completamente. È importante anche seguire un'alimentazione sana che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.