5 consigli per evitare i crampi muscolari

tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

I crampi muscolari possono colpire davvero chiunque e non solamente gli sportivi, amatoriali o agonisti che siano. Questo disturbo è in sostanza un irrigidimento, o tenace contrazione sempre involontaria di un determinato muscolo, che appunto non si rilassa. I crampi possono interessare qualsiasi muscolo del corpo umano, tutti quelli che noi controlliamo e quelli più vulnerabili sono quelli posti a cavallo di due articolazioni. Tra le zone più colpite dai dolorosi crampi ci sono i polpacci, le cosce e nello specifico il quadricipite. Sono manifestazioni più o meno dolorose e spesso invalidanti per alcuni minuti, ma basta seguire piccoli accorgimenti per scongiurarne la comparsa. In alcuni sport come il tennis, non è possibile chiedere il medical time-out durante una partita a causa di un crampo e, anche per questo ecco i 5 consigli per evitare i crampi muscolari in qualsiasi momento.

29

Occorrente

  • Tappetino per lo stretching (facoltativo)
  • Elastico da fitness per lo stretching (facoltativo)
  • Fitball per lo stretching (facoltativa)
  • Fisioterapista o massaggiatore
  • Personal trainer (facoltativo)
  • Doccia o acqua fredda
  • Acqua naturale da bere
  • Magnesio e potassio o altri integratori per lo sport (facoltativo)
  • Rosmarino in capsule, tintura o in olio essenziale edibile (facoltativo)
  • Pungitopo (in capsule, tintura o in olio essenziale edibile facoltativo)
39

Fare stretching

Fondamentale per ridurre il rischio di crampi muscolari, che comunque non sono dannosi per la salute, è anche l'attività fisica costante. Non è necessario fare grandi sforzi, anzi, la pratica dolce e regolare è perfetta per mantenere la giusta circolazione del sangue e la tonicità di tutto il corpo, ma altrettanto importante è lo stretching. Questo è da praticare prima e dopo l'attività sportiva, anche non agonistica e soprattutto se sporadica. Se siete soliti andare a camminare nel parco, beh, anche in quel caso è necessario effettuare qualche efficace esercizio di stiramento pre e post attività. Effettuate quindi esercizi di stretching mirati per distendere al schiena, gli arti superiori ed inferiori e sciogliere collo e cervicale. Potrete anche fare una sorta di massaggio ai muscoli prima e dopo lo sport, magari aiutandovi con dell'olio da massaggio arricchito da rusco, rosmarino o vite. Basteranno tocchi leggeri per scaldare i muscoli: questo aiuterà maggiormente la corretta circolazione sanguigna e destresserà le fasce muscolari.

49

Fare regolare attività fisica

Come anticipato, tra i 5 consigli per evitare i crampi muscolari si sottolinea di praticare regolare attività fisica. Ciò non vuol dire diventare agonisti, ma basterà muoversi quotidianamente e anche solo per mezz'ora mediante una passeggiata leggera in pianura. Infatti mantenere una corretta circolazione sanguigna è fondamentale per scongiurare i crampi ed ossigenare i tessuti di tutto l'organismo. Le articolazioni inoltre devono restare toniche, flessibili e in esercizio per mantenersi attive e sane per permettere inoltre movimenti fluidi e un senso di benessere generale. L'attività fisica poi aiuta l'eliminazione delle tossine, dei liquidi in eccesso e dell'adipe; quindi anche se la vostra alimentazione non è eccezionalmente sana ed equilibrata, facendo sport potrete migliorare notevolmente la vostra qualità di vita. Così manterrete sano l'organismo e anche le fibre muscolari, lasciandole libere da accumuli di grasso e appunto liquidi che renderebbero più faticoso il movimento e maggiore il rischio di crampi ai muscoli, specie di notte.

Continua la lettura
59

Fare docce fredde

L'acqua è fonte di vita e da sempre indispensabile per la vita e per mantenere in salute l'intero organismo. Anche per evitare i crampi muscolari l'acqua svolge un ruolo importante e non solo dovrete berla per mantenere la giusta idratazione corporea. Sono ideali infatti delle docce o degli impacchi di acqua fredda, che interessano soprattutto gli arti inferiori, che sono i più soggetti ai crampi muscolari. L'acqua fredda, soprattutto se alternata a quella tiepida, aiuta a stimolare la circolazione sanguigna ed è un toccasana anche per tonificare la pelle e contrastare gli inestetismi della cellulite. Per scongiurare i crampi vi basterà tamponare le gambe, o qualsiasi altro muscolo del corpo, con un asciugamano imbevuto in acqua fredda: soprattutto d'estate proverete grande giovamento da questa pratica, da effettuare anche durante l'attività sportiva. Dopo aver fatto sport invece, potrete farvi una doccia alternando l'acqua tiepida a quella fredda, passando il doccino dall'alto verso il basso e in seguito dal basso verso l'alto, come fosse un massaggio continuo.

69

Assumere magnesio e potassio

Il magnesio ed il potassio sono minerali indispensabili per la salute del nostro organismo e non devono mancare nella dieta quotidiana. In particolare il magnesio funge da olio motore per i nostri muscoli e li mantiene sani e ricettivi. Non a caso quando ci sente sposati o fuori forma il medico di sovente prescrive integratori a base di questi preziosi minerali. Proprio il magnesio costituisce una cura efficace e naturale contro i crampi e può, insieme al potassio prevenirli egregiamente. Per assumere queste sostanze basta mangiare regolarmente cibi che ne contengono una buona quantità come gli ortaggi a foglia verde, la frutta secca, i piselli, il cacao, l'avocado, il riso integrale, le banane, il pomodoro. Non solo, anche prodotti a base di germe di grano sono perfetti nella vostra dieta e anche le patate, il rabarbaro, il melone ed i pomodori vanno consumati con regolarità.

79

Assumere pungitopo o rosmarino

Per completare la lista dei 5 rimedi per evitare i crampi muscolari ci soffermeremo su alcuni integratori del tutto naturali: il pungitopo e il rosmarino. Esistono in commercio moltissimi preparati, anche erboristici e perfetti per curare ed evitare i dolorosi crampi muscolari, alcuni hanno tra le sostanze funzionali proprio queste due citate. Potrete anche assumerne una sola di queste e da sola, senza necessariamente ricorrere a capsule, pastiglie o bibite già pronte all'uso. Il pungitopo, detto anche rusco, aiuta notevolmente a migliorare la circolazione sanguigna ed è quindi un toccasana per il nostro scopo. Si consiglia di assumerne dai 7 agli 11 milligrammi al giorno, sotto forma di olio essenziale edibile, capsule, tintura o polvere. Anche il rosmarino si può trovare nelle migliori erboristerie sotto queste forme ed è altrettanto utile nella regolazione della circolazione e nella protezione di vasi sanguigni e arterie. Si può consumare anche giornalmente fresco, aggiunto a varie pietanze e anche a sughi ed insalate.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Condurre uno stile di vita sano
  • Alimentarsi in maniera corretta ed equilibrata
  • Bere molta acqua
  • Assumere integratori soprattutto nei campi di stagione e se sottoposti a periodi di stress fisico o mentale intenso
  • Fare regolare attività fisica, meglio se seguiti da un personal trainer
  • Fare periodici controlli da un medico dello sport ed un fisioterapista
  • Non è necessario attuare sempre tutti i 5 consigli elencati, ma anzi è bene trovare la propria cura ideale tra queste.
  • Fatevi sempre consigliare dal vostro medico, fisioterapista o medico dello sport.
  • Camminare almeno 30 minuti al giorno può essere un altro mezzo per scongiurare i crampi muscolari agli arti inferiori.
  • Tenere le gambe alzate, magari la sera mentre ci si rilassa aiuta a migliorare la circolazione e a scongiurare i crampi notturni.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Classificazione e caratteristiche delle contrazioni muscolari

La contrazione muscolare è il risultato di una serie di modificazioni intracellulari coordinate che porta al movimento della fibra muscolare e, di conseguenza, del muscolo stesso. La contrazione avviene in tutti i tipi di muscolo; è meglio rappresentata...
Fitness

Esercizi semplici per evitare le contratture muscolari

È importante fare attività motoria, ma è indispensabile saperla fare bene per prevenire malesseri inopportuni. Infatti, se praticando la disciplina sportiva desiderata ci astenessimo dal buon riscaldamento iniziale o, stimolassimo durante la stessa,...
Fitness

Come sviluppare i gruppi muscolari più difficili

Tutti i culturisti naturali sanno che esistono gruppi muscolari che mostrano una notevole reticenza alla crescita, sebbene vengano allenati regolarmente e con varie tecniche diverse. Si tratta, in primis, dei polpacci, già perennemente stimolati e quindi...
Fitness

Esercizi per sciogliere le contrazioni muscolari

Il corpo è mezzo attraverso il quale possiamo esprimere o un disagio o una sensazione di benessere. Talvolta però, possono capitare contrazioni muscolari, provocando fastidiosi dolori. I più colpiti da questo disturbo sono coloro che conducono una...
Fitness

Come affrontare il post-allenamento

Dopo un allenamento duro e intenso, il gonfiore e l'infiammazione dei muscoli delle gambe, delle braccia o di altri arti può accumularsi per giorni. Tale fase viene definita "post-allenamento". Spesso i dolori che percepiamo sono fastidiosi e prolungati...
Fitness

I peggiori errori nel fitness fai da te

La regolare attività fisica regala un corpo più tonico ed in salute. Un allenamento mirato, con esercizi specifici ed un'alimentazione equilibrata garantiscono risultati immediati. I consigli del personal trainer sono perle preziose per mantenersi in...
Fitness

Sport invernali: i consigli per il riscaldamento

Anche se con la primavera e le stagioni più miti si è sempre più spronati a fare sport (anche in vista dell'imminente prova costume), questo non significa che durante l'inverno si può restare seduti sul divano senza fare alcuna attività fisica. Esistono...
Fitness

Consigli per un allenamento brucia grassi

L'attività fisica porta molti benefici per la salute, ormai è assodato. Mantiene il fisico elastico, migliora il sistema cardiovascolare e fortifica la muscolatura, fondamentale per il sostegno dello scheletro. Tra i tanti benefici, non ultimo è quello...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.