5 alimenti probiotici utili all'organismo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il termine proibiotico deriva dal greco: “pro-bios” che significa a favore della vita. Il proibiotico è un microrganismo vivente che esercita un’azione positiva sulla salute del nostro organismo e rafforza l’ecosistema intestinale. Esistono delle condizioni che distruggono il quantitativo di questi batteri buoni, come l’uso frequente di antibiotici, la cattiva digestione, la pillola anticoncezionale, scorrette abitudini alimentari. Oltre a promuovere il benessere intestinale i probiotici supportano la digestione, aiutano a ridurre i tempi del transito intestinale ed avere un equilibro della flora batterica. Esistono innumerevoli alimenti, in particolare quelli fermentati, che contengono probiotici, che ci aiutano con piccoli semplici accorgimenti ad equilibrare la nostra flora batterica. Ecco 5 semplici utili consigli degli alimenti da introdurre nella nostra routine quotidiana utili all'organismo.

26

Miso

Il Miso è un condimento di origine Giapponese, svolge un ruolo fondamentale nel regime alimentare di questi paesi poiché ricco di proteine, vitamine e minerali. Il miso aiuta l'intestino a depurarsi e riattivare la peristalsi. È un alimento perfetto per chiunque soffre di difficoltà digestivi e per chi deve integrare la proprio alimentazione con vitamine e sali minerali.

36

Crauti

I crauti sono uno degli alimenti più sani che possiamo mettere sulla nostra tavola. In effetti questo alimento molto antico veniva usato già dagli antichi Romani che ne conoscevano i suoi ottimi benefici, lo usavano per curare ulcere allo stomaco. Il consumo regolare dei crauti può aiutare a prevenire l’infarto, ictus e tantissime altre malattie. Oltre tutti gli innumerevoli benefici sono ipocalorici, contengono solo 25 calorie per 100 grammi e contengono vitamine e proibiotici, apportando benefici al transito intestinale, assicurando l’equilibrio della flora batterica.

Continua la lettura
46

Tempeh

Il tempeh è un alimento molto conosciuto nelle diete vegane. E’ un prodotto molto diffuso in Indonesia e deriva dalla soia. Il Tempeh infatti è un derivato fermentato della soia gialla, viene definito anche “carne di soia” per il suo alto contenuto di proteine. Viene consumato normalmente a fette e può essere utilizzato anche in cottura, ha una consistenza corposa e si caratterizza per un sapore molto intenso. Un elemento fondamentale del Tempeh è la sua alta digeribilità, nonché favorisce i processi gastrointestinale. Il Rhizopus oligosporus ha un effetto antibiotico molto efficace contro alcuni batteri. Il Tempeh non provoca gas, indigestioni e problemi intestinali ed è adatto a chi segue una dieta povera di sodio essendo un alimento non salato.

56

Yogurt

Lo Yogurt è un alimento come tutti sappiamo derivato dal latte, ed ha una consistenza cremosa. Il contenuto nutrizionale può variare in base al latte che viene utilizzato. Lo Yogurt è un alimento ricco di proteine che risultano facilmente assimilabile ecco perché è un alimento molto adatto per chi fa sport. I fermenti proibitici contenuti all’interno dello Yogurt esercitano un’azione positiva ai processi di digestione, questo aiuta a prevenire infezioni intestinali, aiutano a rafforzare il sistema immunitario producendo inoltre le battericine, che sono anche chiamati antibiotici naturali.

66

Kefir

Il Kefir è una bevanda fermentata che contiene lieviti e batteri benefici, ecco perché vengono conferite a questo alimento proprietà antibiotiche. Il Kefir è ricco di vitamine, minerali ed amino acidi. Il Kefir viene prodotto grazie alla fermentazione di granuli di colore giallo e bianco che contengono batteri e lieviti.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Alimentazione

Probiotici: come scegliere bene

I probiotici sono, negli ultimi anni, diventati sempre più popolari: è possibile trovarli nei banconi di alcuni supermercati, come anche in farmacie e parafarmacie, oltre che ovviamente online. Non tutti, però, sanno cosa essi siano: si tratta di organismi...
Alimentazione

5 cibi che aiutano a disintossicare l’organismo

Tutti i giorni con l'alimentazione, oltre ad ingerire gli alimenti che nutrono, cioè le proteine, le vitamine che occorrono per il nostro sostentamento, diamo al nostro corpo dei composti che si depositano negli organismi vari, quali fegato e reni in...
Alimentazione

Come integrare il ferro nell'organismo

Ognuno di noi ha bisogno di integrare nel proprio organismo alcune sostanze utili per il suo funzionamento, senza le quali potremmo riscontrare qualche problema. Integrare tutti i nutrienti all'interno del nostro organismo può essere molto più importante...
Alimentazione

Come depurare il proprio organismo in una settimana

A causa di una prolungata dieta sbagliata o a causa di un abuso di alimenti poco sani e di bevande alcoliche, l'organismo può accumulare parecchie tossine e può intossicarsi. Oltre ad accumulare molto peso, con una dieta sbagliata è possibile veramente...
Alimentazione

Junk food: conseguenze sull'organismo

Per junk food intendiamo, nello specifico, cibo preconfezionato, ed altro non significa che cibo spazzatura. Dunque hamburger e patatine, snack vari e veloci, sono sempre più consumati, ma molti non si rendono conto di quali conseguenze si hanno sull'organismo....
Alimentazione

10 centrifugati per depurare l'organismo

Anche se spesso viene sottovalutata la disintossicazione è molto importante per il nostro organismo. Le tossine ed i materiali di scarto che restano nel nostro corpo possono causare non pochi problemi che vanno dall'affaticamento alla sensazione di gonfiore...
Alimentazione

Come depurare l'organismo con i frullati

Per molti di noi è davvero importante e salutare avere un organismo libero e sano. Proprio per questo è essenziale dedicare il maggior tempo alla cura del nostro corpo e in particolar modo concentrarsi sulla sua disintossicazione​. Tuttavia, un metodo...
Alimentazione

Come introdurre il potassio nell'organismo

Molti di noi sicuramente non lo sanno, ma il potassio è un minerale fondamentale per il nostro organismo. In estate, con il grande caldo e con una maggiore sudorazione o con una più intensa attività fisica, disperdiamo gran parte di questo prezioso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.